Alimentazione slide — 08 maggio 2014

omega-6 e omega-3 La maggior parte delle persone preferisce la carne al pesce, le nostre tavole scarseggiano di alimenti contenenti omega 3 e omega-6, ancor peggio preferiamo alimenti con bassi valori biologici. Invece la popolazione, se vuole proteggersi dall’infarto, va incoraggiata ad un maggior consumo di alimenti ricchi di omega-6 e omega-3, poco rappresentati nella nostra dieta abituale. Lo dimostrano i risultati dello studio AGE-IM (Acidi Grassi Essenziali e Infarto Miocardico) condotto da Nutrition Foundation of Italy (NFI) e pubblicato sul numero di febbraio di Atherosclerosis, realizzato presso 5 unità terapeutiche italiane.

Nutrition Foundation of Italy (NFI) ha  dimostrato, attraverso uno studio condotto presso 5 unità coronariche di alcune città italiane, che i forti consumatori di acidi grassi omega-6 possono veder ridotto il loro rischio di infarto fino all’85%, mentre il consumo di grandi quantità di omega-3 lo riduce del 65%.

Gli omega 3 sono particolarmente rappresentati negli alimenti di origine marina, come il pesce e in alcuni vegetali; gli omega-6  invece si trovano soprattutto negli oli vegetali e nella frutta secca. Questi grassi sono definiti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e quindi devono essere assunti attraverso l’alimentazione. Purtroppo non amiamo mangiare molto pesce e l’assunzione degli omega3, mediante l’alimentazione, è ridotta ai minimi termini. Che sia fondamentale assumerli in abbondanti quantità con gli alimenti, lo dimostrano i risultati dello studio (acidi grassi essenziali ed infarto del miocardio) condotto presso le unità terapeutiche di molte città italiane. Lo studio ha valutato le concentrazioni ematiche di vari acidi grassi in un gruppo di un centinaio di soggetti colpiti da infarto e in un gruppo di controllo, ne è risultato che i grassi saturi, derivanti da alimenti di origine animale, sono maggiormente rappresentati nel sangue dei soggetti colpiti da infarto, mentre i soggetti sani mostrano concentrazioni elevate di polinsaturi, sia omega-6 che omega-3. Inoltre, i soggetti con i livelli più elevati di omega-6 e di omega-3 mostrano una drastica riduzione della probabilità di presentare un infarto (la riduzione del rischio è dell’85% per gli omega-6 e del 65% per gli omega-3) rispetto agli individui con le concentrazioni ematiche più basse degli stessi acidi grassi. Entrambe le classi di polinsaturi dunque esercitano un ruolo protettivo nella prevenzione dell’infarto del mio cardio.

Gli omega-6 riducono significativamente il tasso di colesterolo LDL nel sangue (attraverso l’inibizione della PCSK9, una proteina che degrada il recettore per le LDL, aumentando così i livelli plasmatici di queste lipoproteine), mentre gli omega-3 posseggono un’azione antiinfiammatoria, antiaggregante e di stabilizzazione della placca aterosclerotica. Si tratta quindi di meccanismi complementari, che possono potenziarsi uno con l’altro.

In conclusione, sia in prevenzione primaria, che secondaria dell’infarto è necessario assumere con l’alimentazione un quantitativo adeguato di questi grassi, normalmente poco rappresentati nella dieta dell’italiano medio.

Gli alimenti ricchi di omega-3 (acido alfa-linolenico, EPA, DHA) sono: noci, verdure in foglia, pesci (pesce azzurro, salmone, merluzzo, trota). Gli omega-6 (acido linoleico soprattutto) si trovano invece negli oli di semi (mais, girasole, soia, vinacciolo) e nella frutta secca (mandorle, pistacchi, nocciole, arachidi).

 

Bibliografia:

Atherosclerosis. 2014 Feb;232(2):334-8. doi: 10.1016/j.atherosclerosis.2013.11.048. Epub 2013 Dec 3. Omega-6 and omega-3 polyunsaturated fatty acid levels are reduced in whole blood of Italian patients with a recent myocardial infarction: the AGE-IM study.

Marangoni F1, Novo G2, Perna G3, Perrone Filardi P4, Pirelli S5Ceroti M6Querci A6, Poli A7.

 

-Nfi- Nutrition Foundation Of Italy

 

 

Dott. Francesco Aversano
Biologo Nutrizionista
Spec. In Biochimica Clinica
Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche
Accademia Internazionale Nutrizione Clinica
www.studioaversano.com
Cell. 3932778689

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>