Atletica News slide — 08 febbraio 2017

DibabaUn altro primato mondiale per Genzebe Dibaba. La mezzofondista etiope ha realizzato questa sera al meeting internazionale di Sabadell, in Spagna, il più veloce crono di sempre sui 2000 metri indoor con 5:23.75. Battuto quindi il precedente limite di 5:30.53, stabilito dalla romena Gabriela Szabo a Sindelfingen (Germania), l’8 marzo 1998, ma il tempo di oggi è inferiore anche al record all’aperto di 5:25.36 che appartiene dal 1994 all’irlandese Sonia O’Sullivan. Adesso la fuoriclasse africana, 26 anni da compiere proprio domani, è in possesso di ben sei migliori prestazioni mondiali al coperto: infatti detiene anche quelle di 1500, miglio, 3000, due miglia e 5000 metri, oltre al record all’aperto sui 1500 metri, la specialità in cui è campionessa iridata in carica e argento olimpico.

Nella riunione spagnola, in gara due azzurri con un bel secondo posto e progresso personale per Marouan Razine nei 3000 metri. Il 25enne dell’Esercito è finito alle spalle del vicecampione europeo dei 5000 metri, Adel Mechaal: 7:48.39 per lo spagnolo e 7:50.78 per il piemontese che migliora di oltre cinque secondi il recente primato personale sulla distanza (7:56.26 il 4 febbraio a Mondeville), sfiorando l’ingresso nella top ten italiana alltime.

Un crono inferiore anche al suo miglior risultato di sempre all’aperto sui 3000 metri (7:54.58 nel 2011 a Lucerna), nuovamente sotto allo standard richiesto per l’iscrizione agli Europei indoor di Belgrado (3-5 marzo).

Stesso piazzamento per la quattrocentista Chiara Bazzoni (Esercito) in 54.39 alle spalle del 53.98 centrato dalla spagnola Laura Bueno. La velocista senese, componente della 4×400 azzurra che ha vinto il bronzo agli Europei di Amsterdam, toglie così di quasi mezzo secondo allo stagionale di 54.88 realizzato in occasione della sua prima uscita il 15 gennaio ad Ancona.

Nei 1500 vinti dallo spagnolo Marc Alcala in 3:39.99, quinto posto con 3:43.34 di Goran Nava: il 35enne del Cus Pro Patria Milano, portacolori della Serbia, fa segnare un crono in linea con il minimo di partecipazione per la rassegna continentale in sala, che quest’anno si svolgerà nella capitale del Paese per cui gareggia a livello internazionale. Il polacco, argento mondiale a Pechino 2015 e campione europeo in carica, Adam Kszczot si aggiudica gli 800 metri in 1:46.31 sfiorando la già sua world leading 2017. Sui 400, il dominicano Luguelín Santos, argento olimpico a Londra 2012, mette in fila tutti in 46.72 e nel peso lo spagnolo Borja Vivas infrange per quattro volte la soglia dei 20 metri con una bordata di 20,41.

 Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera
Foto . Colombo

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>