Cronaca — 22 ottobre 2008

Venerdì scorso, in una mattinata feriale, si è corsa la 26° edizione della ‘Run to the Tower’ (‘Corsa alla Torre’), corsa di 12 km. organizzata dal presidio americano di Camp Darby. Anche quest’anno la manifestazione ha visto una nutrita partecipazione di atleti ed amatori italiani e statunitensi, civili e militari, come momento di vicinanza tra i vari contesti. La partenza è scoccata alle ore 9,30 all’interno dell’impianto militare dopo l’adunata ed ai margini dell’allenamento del Pisa Calcio con un serpentone umano che si è snodato verso la Basilica di San Piero a Grado, quindi il Viale d’Annunzio per entrare a Pisa alla Cittadella fino a completrare la fatica in Piazza dei Miracoli proprio sotto la torre pendente sorprendendo i molti turisti asiatici presenti in quel momento. Quest’anno si è avuta una presenza qualificatissima con atleti di spessore come Maurizio Lorenzetti, Daniele Del Nista, Federico Meini, Graziano Poli, Denise Cavallini, Gloria Marconi, Elena Jaccheri e Laura Baldanzi. E’ stato il giovane lucchese Daniele Del Nista (Parco Alpi Apuane) a dominare la gara in maniera incontrastata fermando il cronometro dei 12 km in 40’02’, seguito da Federico Meini (Atletica Livorno) 40’33’ e Maurizio Lorenzetti (40’41’). Il primo atleta statunitense è stato Kara Huseyn, classe 1958, che ha chiuso in 45’51’. Tra le donne dominio incontrastato della campionessa italiana dei 10.000 metri la fiorentina Gloria Marconi (Corradini Rubiera, il team del campione olimpico Stefano Baldini) che a sorpresa ha onorato la gara con la sua partecipazione e con un tempo di tutto rispetto: 42’41’. Seconda assoluta Denise Cavallini (Lammari) in 45’16’. Quasi 400 partecipanti in una mattina feriale di venerdì, di fatto, hanno sancito il successo dell’iniziativa che unisce da un quarto di secolo la base americana al simbolo mondiale per eccellenza tanto da trasmettere le immagini della gara in mondovisione in tutte le basi USA sparse nel mondo.  Al termine la cerimonia di premiazione delle varie categorie alla presenza delle massime autorità militari (italiani ed USA) e civili (Sindaco di Pisa Filippeschi e Presidente della Provincia Pieroni in testa) alla presenza delle folte squadre militari italiane ed americane unite all’interno del giardino dell’Opera della Primaziale. Si è respirato un clima particolare, quello della maratona di New York (che si svolgerà fra 10 giorni con una rappresentanza locale), anche se su territorio italiano.



 

Autore: IDea Communication Run

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>