Cronaca slide — 23 agosto 2015

salentoSeconda giornata di riposo di questa splendida settimana di vacanza e di sport! Uno splendido sole ci accoglie al nostro risveglio. Dopo la colazione ci prepariamo ad affrontare una giornata intensa, ricca di impegni e di lavoro. Si parte prestissimo alla volta di Gallipoli per visitare il castello Aragonese, roccaforte antichissima che ricorda il partenopeo Castel dell’ovo. Ma, parcheggiata l’auto, veniamo attratti dalla bellezza della cattedrale di Gallipoli dove stanno celebrando la Santa messa, che ci fermiamo ad ascoltare. Dopo aver ripreso le bellezze della facciata, ci concentriamo sul nostro obiettivo, il castello Aragonese, splendido monumento eretto a difesa della città. Dopo aver visitato questo gioiello rimasto inalterato nel tempo, ci tuffiamo nei vicoli della vecchia Gallipoli, e qui comincia la corrida : l’acquisto sei souvenirs. E la scelta del ristorante! Pensiero principale del mio esuberante collega. E meno male che la scelta ricade su di me! Vorrei mostrarvi il gruppo a tavola … un impresa accontentare tutti! Franco con l’insalata di pollo, Salvatore con la carne, Marilisa e Imma la pizza ed io … non so che pesci prendere. E tutti i giorni è questo! Concordiamo alla fine per un menù turistico serviti da un gentilissimo e cortese cameriere. Dopo acquisti, tuffi e pranzo è di nuovo ora di scappare in albergo per prepararci ad incontrare il campione europeo in carica di salto triplo, Daniele Greco e il suo allenatore Raimondo Orsini. Tutto questo è stato possibile grazie all’interessamento del Presidente Sergio Perchia. Alle 17,45 ci troviamo sulle corsie dello stadio di Taviano, struttura stupenda ma mai terminata.Un vero peccato! L’incontro con Daniele ci illumina la giornata e il sapere tecnico di Ramando ci apre nuovi orizzonti tecnici a

livello mondiale su una disciplina poco conosciuta, ma molto affascinante : il salto triplo. Ma la curiosità più interessante è l’aver scoperto che l’Orsini, specialista degli ostacoli parte con Daniele 13 anni fa proprio dagli ostacoli, ma scoprendo in Daniele una grossa predisposizione per il salto triplo, cambia disciplina e cresce con lui fino a portarlo, con nostro sommo piacere, all’oro degli europei di Goteborg nel 2013! Concludiamo questa grande giornata in un delizioso localino, il “Caplin”, che ci delizia con la sua specialità, lo “Sfilatino” vari gusti, simile al nostro saltimbocca, dove finalmente trovano pace tutti. aldo1         Da Matino(LE) per Podistidoc Aldo Cavuoto e Marilisa Carrano    

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>