slide TuttoCampania — 18 maggio 2016

cusanoEbbene si, a Cusano Mutri, così come annunciato, è iniziata la prima edizione del Trail che mai prima di ora si era avuta in Campania e nel Sud. Domenica 15 Maggio, tutto era pronto per dare inizio all’avventura dei trailers che, dopo aver superato ostacoli entusiasmanti si sono trovati a fare i conti con “ostacoloni” che, in rispetto del Regolamento gara, andavano superati e non aggirati. I partecipanti si sono resi conto che le capacità richieste per evitare di incorrere in squalifica erano bravura, agilità, destrezza e voglia di osare. Infatti, hanno affrontato ostacoli adatti più ai funamboli che ai trailers, cioè, camminare su un filo ed una scaletta sospesi nel vuoto con una corda laterale per sostenersi. Gli 88 trailers che hanno completato la gara, hanno attraversato i ponti Tibetani (ponti sospesi utilizzati per passare da una parte all’altra del sentiero gara), guadato il fiumiciattolo, saltato ostacoli creati di proposito dai magnifici tre organizzatori Enzo La Mura, Alessandro Pellegrino(G.S.D. Fiamme Argento), il team dell’A.S.D. Matese Running. Nessun concorrente ha desistito e, ad un certo punto del percorso, dopo essersi lasciati alle spalle l’equilibrismo, si sono imbattuti in ostacoli che per superarli, era necessario arrampicarsi, salire, scendere passare sotto dei fili, entrare ed uscire da cilindri, imbracarsi e collegarsi alla fune di sicurezza. L’entusiasmo di riuscire a completare la gara, ha fatto sì che la voglia di osare prendesse il sopravvento e ad un certo punto del percorso si sono trovati a rispettare la fila che si era creata per attendere che arrivasse il proprio turno per valicare gli “intoppi” del circuito. Nessuno si è tirato indietro sebbene iniziavano a rendersi conto che il tempo impiegato per percorrere i 10 km di sentiero ostacolato da avventure stravaganti ed entusiasmanti, non serviva. In effetti,come per incanto, intanto che sulla località incantata di Cusano, al confine tra la Campania ed il Molise, regnava e splendeva un bel sole che decise di rientrare allo scoccare della seconda ora pomeridiana, i concorrenti si erano talmente introdotti nella magica atmosfera dell’avventura che, con stupore, il discorso cronometro non aveva più senso, ciò che aveva un senso era superare gli ostacoli e varcare la linea del traguardo.

Bella la manifestazione; encomiabile l’idea di Alessandro, Enzo e dell’ASD Matese Running; incantevole la località ricca di storia, chiese e gradini; coraggiosi i partecipanti, tutti meritevoli di onori e glorie; lodi e chapeau al vincitore Morelli Remo della Tifata Runners Caserta ed alla vincitrice Aghiana Elisabetta dell’Atletica Monticelliana.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>