Cronaca — 07 gennaio 2009

Denis Curzi del gruppo sportivo Carabinieri e Michela Zanatta dell’ASI Veneto scrivono il loro nome sull’albo d’oro della XVI Edizione del Memorial Rino Vincenzi che si è tenuto il giorno della Befana a San Pietro in Casale (Bologna). Quasi superfluo in questo periodo parlare del freddo 1°C alla partenza sotto i rami gelati degli alberi che hanno reso il percorso suggestivo. Credo che tutti gli atleti ne avrebbero volentieri fatto a meno ma, ormai, ci stiamo abituando a tutto!
Una gara a circuito molto bella e veloce, di 5 km per le categorie femminili e 10 km per quelle maschili. La partenza degli adulti è stata preceduta dai minipercorsi ridotti per le categorie giovanili che in gran quantità si sono dati battaglia, incitati da genitori e tecnici.
Dopo di loro è toccato agli adulti. La partenza contemporanea ma in due punti diversi ha permesso ad atlete ed atleti di studiarsi meglio. Forse non piacerà a molti, ma io l’ho trovata un’idea geniale perché solitamente noi atlete, che siamo in un rapporto di 1 a 10 con gli uomini, ci troviamo letteralmente ‘fagocitate’ dalla furia dei colleghi e perdiamo i nostri riferimenti. La partenza sfalsata ci permette di avere migliore visione delle avversarie ed evita i soliti inconvenienti delle partenze numerose. Dopo 1-2 km circa i primi atleti ci hanno affiancato, tutto in perfetto ordine e noi non siamo state travolte.
Elevato il tasso di agonismo di questa edizione del circuito. Nella gara femminile Michela Zanatta (ASI Veneto) e Daniela Paterlini si sono affiancate per tre quarti di gara. Alla fine ha avuto la meglio la Zanatta che pare non abbia risentito più di tanto della prova sul cross corto disputata due giorni prima visto che ha siglato anche il nuovo record della manifestazione (17’16’), detenuto da Deborah Toniolo. Brava Michela! Terza piazza per Ana Nanu (xxx) mentre a una decina di secondi da lei ho chiuso io la mia prova con i colori dell’ASI Veneto. A differenza di Michela, io i 6 km del cross lungo li ho accusati ma va bene cosi, anche perché ci siamo fatte compagnia con la mia corregionale Sara Palmas (Esercito), arrivata quinta.   
La prova maschile è stata vinta da Denis Curzi (Carabinieri) in 30’15’ davanti al maghrebino Radouan Boussehaib. Terzo posto per il forte Paolo Zanatta (Fiamme Oro). Al quarto posto si è piazzato Lanziner mentre al quinto posto un altro maghrebino Ribag.
La gara era organizzata dalla ASD Atletica ’90 SPC Running Team, con il patrocinio del Comune di San Pietro in Casale. Non è stato lasciato niente al caso. In pratica tutto si è svolto all’interno del Centro Sportivo Faccioli: iscrizioni, spogliatoi, docce, premiazioni, stand vari, ristoro, bar! Non è mancato proprio niente. Partenza e arrivo concentrati nel Centro, parcheggi presenti per tutti. Una macchina organizzativa che ha saputo gestire al meglio i tanti atleti presenti, con serietà e professionalità. Bravi davvero. E’ raro vedere una simile efficienza e sicuramente è un incentivo per prenotarsi il pettorale per il prossimo anno.


 

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>