TuttoCampania — 24 marzo 2014

correre“II STRACITTADINA DI CURTI”

Gara FIASP di km 10. Percorso cittadino di km 5, asfaltato e interamente chiuso al traffico. Unico neo la tortuosità del tracciato che non riusciva mai a far sviluppare agli atleti velocità per la presenza in essere di tante curve che rallentavano costantemente il ritmo di gara.

400 atleti hanno preso il via a Curti in una giornata uggiosa che ringraziando il buon Dio ci ha risparmiato la pioggia, che però è arrivata puntualmente durante la premiazione.

Dopo la partenza, gli atleti si sono portati nelle tortuose strade di questa piccola cittadina e, al passaggio del 5° km, Valerio Adamo aveva già un discreto vantaggio su Letizia Generoso e Gelim Alabab.

Mentre, nella gara femminile Loredana Vento aveva un discreto margine di vantaggio su Rosaria Marangio, Marilisa Carrano e Rosa Ippolito.

I tanti cittadini erano presenti su tutto il percorso non facendo mai mancare il loro incitamento agli atleti in gara.

Ma venivano all’epilogo della gara. Questa II edizione veniva vinta dal bravo atleta Valerio Adamo, seconda piazza per Letizia Generoso, terza piazza per Gelim Alabab.

La gara in rosa veniva vinta meritatamente da Loredana Vento, seconda piazza per Rosaria Marangio, terza piazza per la forte atleta di Piano di Sorrento Marilisa Carrano.

Ottima l’organizzazione.

Per onor di cronaca, sono stato contattato, mentre ero in compagnia dell’amico, nonché Giudice di gara Mimmo Iengo, da svariati podisti che segnalavano l’irregolarità di alcuni atleti che hanno tagliato sul percorso.

La mia risposta è stata che, anche se non faccio più parte dell’organigramma FIASP, avrei menzionato comunque l’accaduto sul mio articolo perché penso che queste cose non debbano mai accadere, perché lo sport è lealtà, sacrificio e gioia di vivere. Le persone che non si riconoscono in questi valori, possono restarsene a casa perché faremo tranquillamente a meno di loro.

Prima di chiudere l’articolo voglio elogiare lo spirito FIASP che letteralmente coinvolge e sconvolge tutti gli atleti che in queste gare si sentono liberi di essere liberi e di gareggiare a contatto con la natura, in questi splendidi luoghi che costellano la nostra regione.

aldo cavuoto

Da Curti (CE) per Podistidoc Aldo Cavuoto

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>