Cronaca — 22 febbraio 2010

Fiamme Gialle ed Esercito. Ancora una volta. A Volpiano la musica non cambia nel cross lungo dove tornano a vincere i due club campioni uscenti. Tanta la gente lungo il percorso a fare il tifo per la gara più attesa e più lunga dell’intero programma. Con grande partecipazione in molti hanno, infatti, seguito gli atleti alle prese con alcuni dei tratti più spettacolari del tracciato, arricchito da due saliscendi e tre fossati. Per i finanzieri è il quinto scudetto consecutivo ottenuto, davanti ad Esercito e Violetta Club, grazie ad un generoso Andrea Lalli, rimasto sempre nel gruppo di testa, ma bravo a non perdere il treno dei migliori quando all’ultimo giro si accendono le polveri. Il molisano resta in corsa e va a prendersi il secondo posto (30:32) sui 10 km, dietro soltanto al marocchino (che ha acquisito la cittadinanza italiana) del Runner Team 99 Kaddour Slimani (30:30). Lalli che su questi prati aveva già vinto a novembre il Cross della Volpe, al traguardo appare visibilmente provato: “Sono felice per il risultato mio e delle squadra, ma sento la stanchezza. I postumi degli allenamenti in Kenya si sono fatti sentire. Ora ho bisogno di recuperare e poi di concentrarmi solo sugli allenamenti”. Terzo il keniano Abraham Talam Kipkemei (Atl. Futura/30:34). Tra i primi dieci arrivati, completano la pattuglia vincente delle Fiamme Gialle, l’immancabile Gabriele De Nard, sesto (30:39), e Daniele Caimmi, nono (31:09). In mezzo a loro, all’ottavo posto (31:06) Daniele Meucci che, in preparazione per l’esordio in maratona, si è rivelato la carta dell’ultimo minuto calata a sorpresa dall’Esercito.


Sui 6 km femminili, a traghettare al titolo le soldatesse dell’Esercito ci pensano Elena Romagnolo e Federica Dal Rì. In realtà il podio della gara è una replica esatta di quello già visto il 6 gennaio al Cross del Campaccio, con l’affermazione dell’ungherese della Co-Ver Mapei, Aniko Kalovics (21:07) che la spunta di nuovo sulla Romagnolo (21:11) e la Dal Rì (21:26). Quarta la vice campionessa iridata di corsa in montagna, testimonial della manifestazione, Valentina Belotti (Runner Team 99/21:26). “Sono contenta – racconta la Romagnolo a fine gara – ho avuto buone sensazioni. Gareggerò di nuovo agli Assoluti di Formello per poi pensare alla pista dove non abbandonerò le siepi”. L’argento a squadre va alle padrone di casa del Runner Team 99, con la Forestale che, senza l’azzurra Silvia Weissteiner, trova il terzo posto. Nella classifiche combinate, affermazioni degli uomini del Marathon UOEI Trieste e delle donne del Runner Team 99, club di casa che conclude così nel migliore dei modi un evento che ha brillato anche per il livello e l’efficienza della macchina organizzativa.

Autore: Ufficio Stampa Fidal

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>