Atletica News HOME PAGE — 06 gennaio 2012

L’Africa regna nella mattinata di sole del Campaccio. Sui prati di San Giorgio su Legnano (MI), già teatro degli Europei 2006, il calendario 2012 si apre puntalmente all’insegna del grande cross internazionale – prima tappa italiana del circuito IAAF e quest’anno giunto alla cinquantacinquesima edizione – e del Kenya che domina la prova maschile
con Edwin Soi (29:13) e quella femminile con Mercy Cherono (19:26). Cifra record di partecipanti – 1300 atleti di tutte le età ai nastri di partenza – che hanno animato l’intenso programma dedicato, come sempre, alle varie categorie alla presenza anche del presidente FIDAL Franco Arese.
Per Soi, reduce dal quarto sigillo alla BOclassic, è la seconda vittoria al Campaccio. La prima nel 2008, anno che poi lo vide bronzo olimpico dei 5000 metri a Pechino. Anche oggi il keniano ha trovato la sua carta vincente nella volata finale grazie alla quale sui 10km ha messo in fila il connazionale Vincent Chepkok (29:13) e la novità etiope Kinde Atanaw (29:14) che, a sorpresa, ha lasciato fuori dal podio il campione del mondo Imane Merga (29:18). Settimo (30:08) e primo degli azzurri il tricolore dei 5000 metri, Stefano La Rosa (Carabinieri) davanti alla promessa marocchina, campione nazionale di cross in attesa di cittadinanza italana, Marouan Razine (CUS Torino/30:09). Decimo il veterano azzurro delle campestri Gabriele De Nard (Fiamme Gialle/30:16), nei primi giri insediatosi nel gruppo di testa con La Rosa e Razine, prima che la pattuglia degli africani si sganciasse e prendesse progressivamente il largo fino al decisivo epilogo-sprint. Nella gara giovanile (6km) successo dello junior Yassine Rachik (Atl. Cento Torri Pavia/18:25) su Dylan Titon
(Assindustria Sport Padova/19:14) e Luca Mazzola (Lagarina Crus Team/19:21). Quinto e primo allievo al traguardo l’ex cadetto Yemaneberhan Crippa (GS Valsugana Trentino/19:31).

La prova femminile (6km) si avvia con l’iniziativa in testa di Silvia Weissteiner (Forestale), con Valentina Costanza (Esercito) capofila al primo passaggio di una dozzina di atlete. All’inizio del secondo giro, però, è la Cherono – iridata junior di cross nel 2010 – ad aumentare il ritmo e prendere il comando. Si forma un gruppo allungato con le etiopi
Afera Godfay e Birtukan Adamu, primatista mondiale junior dei 3000 siepi, e la keniana Sylvia Kibet, argento iridato dei 5000 a Daegu. Staccate la siepista turca Binnaz Uslu e la Weissteiner. Il vantaggio dell’imprendibile Cherono si fa via via più consistente (20 secondi al quinto chilometro!). Dietro ormai è lotta solo per il secondo posto tra la Kibet e la Godfay. Vince nettamente la Cherono in 19:26, in base alle statistiche il crono più veloce di sempre su questo percorso. Seconda è la Kibet (19:47), terza la Godfay (19:49) con la Uslu (20:09) che nel finale sorpassa la Adamu (20:13). OK la Weissteiner che chiude in sesta posizione (20:18). E’ la migliore delle italiane davanti a Fatna Maraoui (Esercito/20:42), Agnes Tschurtschentaler (Forestale/20:57) e la specialista della corsa in montagna Valentina Belotti (Runner Team 99/21:07). Nella categoria Allieve (4km) affermazione di Isabella Papa CUS Tirreno Atl./15:01), spalla a spalla con Debora Varrone
(Camelot/15:01).

55° Campaccio – Ordine d’arrivo:
Uomini (10km): 1. E. Soi (Kenya) 29:13, 2. V. Chepkok (Kenya) 29:13, 3. K,
Atanaw (Etiopia) 29:14, 4. I. Merga (Etiopia) 29:18, 5. M. Kassa (Etiopia)
29:36, 6. A. Osman (Eritrea) 29:57, 7. S. La Rosa (Carabinieri) 30:08, 8.
M. Razine (CUS Torino) 30:09, 9. L. Parszvzynski (Polonia) 30:12, 10. G.
De Nard (Fiamme Gialle) 30:16, 11. J. Rocha (Portogallo) 30:45, 12. M.
Ploner (ASV Sterzing Volksbank) 31:13, 13. Patrick Nasti (Fiamme Gialle)
31:21.

Donne (6km): 1. M. Cherono (Kenya) 19:26, 2. S. Kibet (Kenya) 19:47, 3. A.
Godfay (Etiopia) 19:49, 4. B. Uslu (Turchia) 20:09, 5. B. Adamu (Etiopia),
6. S. Weissteiner (Forestale) 20:18, 7. F. Maraoui (Esercito) 20:42, 8. A.
Tschurtschenthaler (Forestale) 20:57, 9. Valentina Belotti (Runner Team
99) 21:07, 10. I. Antola (Atl. Livorno) 21:16, 11. E. Romganolo (Esercito)
21:20, 12. V. Inglese (Esercito) 21:21, 13. L. Soufyane (Esercito) 21:22,
14. V. Costanza (Esercito) 21:22, 15. G. Martinelli (Forestale)
21:27…18. V. Abate (JF/Camelot).


Ufficio Stampa FIDAL

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>