Cronaca — 10 aprile 2016

L’edizione 2016 di Tuttadritta va in archivio con i colori del Kenya. La corsa di 10km in linea retta che parte dal salotto buono di Torino, la centralissima Piazza San Carlo, e arriva alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, vede infatti il successo di Amos Kibiwot Kurgat in 28:58 nella prova maschile, e di Mary Wangar Wanjohi nella corsa femminile in 33:31. Fra gli uomini è secondo il marocchino portacolori del Team Marathon Youssef Sbaai con un tempo finale di 29:34. Nella sua scia Yeman Crippa (Fiamme Oro): il due volte campione europeo juniores di cross chiude al terzo posto con 29:41 precedendo l’altro kenyano Paul Kariuki Mwangi, 4° in 30:26. La classifica vede poi Andrea Elia (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) al 5° posto in 30:31 davanti al portacolori del CUS Torino Stefan Iulius Gavril con 30:47. Da segnalare ancora Francesco Bona (Aeronautica) 7° in 30:55 e Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) 8° in 30:58. Al femminile podio tutto kenyano dietro la vincitrice Wanjohi con Lucy Wambui Murigi seconda in 33.46 e Caroline Cherono terza in 33:51. Quarto gradino del podio per la prima delle azzurre, Fatna Maraoui (Esercito) che perde la volata con la Cherono per il gradino più basso del podio e taglia il tragaurdo con lo stesso tempo (33:51). Alle sue spalle la campionessa italiana di cross Silvia La Barbera (Forestale) con 34:11. Sesto posto per la biellese Valentina Costanza (Esercito) con 34:45 che precede Alice Cocco (CUS Sassari) con 35:35 e Giorgia Morano (CUS Torino) con 35:42. (Myriam Scamangas/FIDAL Piemonte) RISULTATI/Results

L’Africa fa doppietta alla Belluno-Feltre Run. Sul traguardo della nona edizione della 30 km nel cuore della Valbelluna sono giunti per primi il ruandese Jean Baptiste Simukeka (Rcf Roma Sud) e la keniana Ruth Chebitok (Athletic Terni). Simukeka ha chiuso in 1h36:22, precedendo di 30” il keniano David Kiplagat Tum (Atl. Castello). Decisiva, ancora una volta, la salita – lieve, ma prolungata – del Casonetto, nei pressi di Busche. In quel punto Simukeka ha allungato e Tum si è staccato, alzando bandiera bianca. Terzo Said Boudalia (Gs La Piave 2000), stella di casa, che ha fermato il cronometro a 1h37:57. In volata ha preceduto il marocchino Lahcen Mokraji (Atl. Desio) che ha dovuto accontentarsi della quarta piazza. Senza storia la gara femminile. Ruth Chebitok ha fatto corsa a sé sin dall’inizio e per la prima parte di gara ha corso al ritmo di record della corsa. Poi ha pagato la sforzo, arrivando al traguardo molto provata (1h59:11 il tempo finale), ma la sua vittoria non è mai stata in discussione. Argento per la trentina Mirella Bergamo (Gs Valsugana Trentino), giunta ad oltre 7 minuti dalla vincitrice. Terza la sarda Stefania Carola (Cagliari Marathon). Circa 130 staffette hanno accompagnato lo sforzo degli atleti impegnati nella 30 km. Circa 200 appassionati hanno partecipato alla prova trail di Nordic Walking che ha collegato Busche a Feltre su un tracciato di circa 10 chilometri. (Mauro Ferraro/FIDAL Veneto) RISULTATI/Results

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>