Cronaca slide — 02 giugno 2018

Venerdì pomeriggio dalle sponde del lago di Landro con l’iniziativa “Cammina Gustando”, passeggiata enogastronomica di 11 chilometri, si è aperto ufficialmente il programma della 19^ edizione della Cortina Dobbiaco Run. Circa un centinaio di appassionati, dopo aver raggiunto il lago con le navette, all’ombra delle maestose pareti Nord delle Tre Cime di Lavaredo, sono partiti per la camminata che ha abbinato anche le delizie gastronomiche dallo chef stellato Chris Oberhammer.
«Questa iniziativa – ha detto Gianni Poli, coordinatore della manifestazione – sta diventando per la Cortina Dobbiaco Run sempre più importante, vogliamo dare valore al territorio e alle sue tradizioni, grazie anche al coinvolgimento di Chris Oberhammer che ha creduto sin da subito in questo progetto. Con la sua passione e la sua professionalità siamo riusciti a trasmettere tre elementi che sono alla base dei nostri obiettivi: la bellezza del territorio, i prodotti tipici e il movimento che è nel nostro DNA».
In una cornice naturale di estrema bellezza e specchiandosi nelle acque del lago di Dobbiaco, lo chef stellato con i suoi collaboratori ha preparato nella seconda sosta su taglieri in legno d’abete, speck, salumi vari e formaggio, il tutto accompagnato da un ottimo vino rosso. Ripresa la marcia, la tappa successiva è stata nel paradiso della sci nordico alla Nordic Arena di Dobbiaco, dove è stata proposta una zuppa d’orzo. L’ultima sosta nel parco del Grand Hotel, a conclusione della camminata nell’area adiacente il ristorante Tilia di Chris Oberhammer.
«Cammina Gustando – ha detto lo chef – ha lo scopo di far conoscere i nostri prodotti attraverso una cucina di qualità, ma anche abbinando un’attività di movimento tra le Dolomiti, Patrimonio Unesco».
Alle 20:45 dalla sponde del Lago di Landro è partita la Spring Night Run, undici chilometri per raggiungere il Parco del Grand Hotel. In campo maschile ha vinto Gunther Mair con il tempo di 35:01, alle sue spalle Philipp Plunger e Marco Baldissarutti. In campo femminile la vittoria è andata a Anna Quagliaro in 40:27. In seconda posizione si è classificata Gertraud Tasser, mentre Giorgia Pompanin è salita sul terzo gradino del podio.
Sabato mattina, alle ore 11, spazio alla Kids’ Run. Centinaia di bimbi e ragazzi hanno gareggiato lungo il percorso disegnato all’ interno del Parco Grand Hotel dove si sono svolte anche le premiazioni.
Nel pomeriggio, è stata la volta della “Run For”, corsa benefica non competitiva sulla distanza di 8,5 km. Partenza e arrivo, all’interno del parco, con il giro del Lago di Dobbiaco. L’intero ricavato sarà devoluto all’Associazione Assistenza Tumori Alto Adige/Südtirol.
Domani mattina il clou della manifestazione con la disputa della 19^ edizione della Cortina Dobbiaco Run. Alle 9:30 sulla linea di partenza in Corso Italia a Cortina partiranno oltre 4000 runner; tra loro anche nomi di spicco della corsa internazionale come i keniani Julius Rono Kipngetic e Kemboi Johah Kiplagat. Tra i possibili outsider anche Kipyegon Fredrick Yegonkib, Mburugu James Murithi, e Paul Tiongik. Saranno presenti anche Said Boudalia, plurivincitore e Hermann Achmuller, più volte sul podio, e Domenico Ricatti, già protagonista nella corsa delle Dolomiti. Nella corsa rosa, occhi puntati su Carolyne Rutto, Lenah Jerotich, al via anche Lucy Wambui Murigi. Tra le italiane, Maurizia Cunico proverà a contrastare le atlete del Kenia. Purtroppo nelle ultime ore è arrivato il forfait della campionessa italiana in carica sulla distanza della mezzamaratona, Sara Brogiato.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>