TuttoCampania — 01 dicembre 2013

Palazzo_reale_quisisana[1]XII  Edizione della “Corsa nei Boschi Reggia di Quisisana”, memorial Nino Forte. Gara OPES di 8 km e 200 metri,organizzata dall’”Antares Stabiae”.

Percorso completamente immerso nei boschi di Quisisana, molto impegnativo per la presenza continua di saliscendi, ma soprattutto per lo sterrato e le cattive condizioni del fondo stradale.

In una giornata di allerta meteo con grosse folate di vento e tanta acqua,oltre 160 atleti hanno preso il via in questa che possiamo comparare alla “Parigi-Roubaix”, gara classica ciclistica del nord – Europa.

Il tempo e la presenza di foglie sul fondo bagnato hanno reso il tutto ancora più difficile.

Dopo la partenza, il gruppo compatto si è recato sulle prime rampe di un percorso modificato ed è cominciata subito la selezione, Marco Piccolo con un’azione incessante ha preso un leggero margine di vantaggio su Pasquale Scala, Massimiliano Fiorillo, Landi, Dentato, Angelillo. Nella gara femminile, le due sorelle Palomba dettavano i tempi insieme a Lucia Pepe. A seguire Carrano, Galano, Picardi, Biancardi.

Ma il bello ancora doveva arrivare perché dopo il passaggio del terzo km è cominciata una forte e incessante pioggia che ha reso ancora più proibitivo il fondo stradale già in pessime condizioni.

Ma passando all’epilogo della gara, questa XII  edizione viene vinta da Pasquale Scala che raggiunge e supera Marco Piccolo tuffandosi nella ripida e difficile discesa consolidando così il suo primato. La seconda piazza andava a Fiorillo con un bellissimo sprint su Giuseppe Angelillo che si doveva accontentare della terza posizione. A seguire Marco Piccolo, Gaetano Dentato e Landi Marco. La gara femminile veniva vinta da Palomba Filomena, seconda piazza per la sorella Palomba Francesca, terza piazza per Pepe Lucia.

Questa XII edizione della “Corsa nei Boschi Reggia di Quisisana” è stata ricca di contenuti tecnici favoriti anche dal percorso breve dove tanti atleti hanno sfoggiato prestazioni positive. Unica nota stonata è stata il tempo inclemente che ci ha accompagnato dal 1° all’ultimo km.

Vorrei esprimere un mio modesto parere, questa è una delle gare che più amo per il percorso e per il paesaggio incontaminato che si respira nei boschi di Quisisana, ma mio malgrado devo menzionare, non tanto la riduzione dei km, ma la scelta di un percorso alternativo che le ha dato la parvenza di un trail, e questo onestamente ha tolto una fetta di bellezza alla gara, che già di per sé era una gara atipica, ma ancora adatta a podisti veri.

aldo cavuoto

Dal Real Bosco di Quisisana  per Podistidoc Aldo Cavuoto.

 

Share

About Author

Peluso

  • vincenzo

    Ciao Aldo, il percorso è stato accorciato perchè non è stato dato il permesso per percorrere la strada che porta a Monte Faito, in quanto inagibile. Per quello che hai scritto, riguardo la parvenza di un trail, non sono daccordo perchè, oltre i trenta scalini, il percorso era tutto asfaltato e cementato, alla fine era uguale a quello degli altri anni. Forse la pioggia e il vento lo avranno fatto sembrare un pò più ” trail “; ma quello che conta , alla fine , è che sia piaciuto a tutti e che tutti si siano divertiti. Se ti fa piacere a Pasquetta organizzo il trail del Monte Taccaro ad Angri, una buona occasione per una gita fuori porta. Ciao alla prossima

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>