TuttoCampania — 01 giugno 2009

Gran bella gara davvero la mezza di ieri, la prima edizione della Metamarathon, con partenza dalla Certosa di padula e arrivo al Centro sportivo di S. Rufo. Un percorso piano – tranne per il piccolo dislivello finale, che dopo venti km si sente – tra la natura più bella e genuina che mi è piaciuto molto. durante la corsa mi sono distratto molte volte per godere del paesaggio e vi assicuro che ne valeva la pena. Il caldo è stato molto: per fortuna i ristori non mancavano e ci siamo abbronzati durante la gara (mi bruciano ancora le spalle e la fronte).
Considerando che è la prima edizione bisogna riconoscere che gli organizzatori hanno fatto un buon lavoro: spogliatoi e docce, pasta party, ampi parcheggi, visita guidata alla certosa…
Ho passato una bella giornata perchè con gli amici avevamo deciso di passare un giorno di sport e turismo, e così tanti altri con i quali abbiamo trascorso ore liete insieme (un saluto ad Antonino, Pasquale e Antonio vi siete persi una bella visita al monumento!). Se il connubio sport e cultura potrebbe ripetersi più spesso ci arricchiremmo tutti di più.
Un consiglio per gli organizzatori, che ci hanno trattato benissimo: per la prossima volta chiedete un aiuto a coloro che vivono nel mondo della corsa, in modo da ovviare a quei piccoli “problemi” che si sono creati al momento del ritiro dei premi-rimborso.


Grazie e alla prossima!

Autore: Elio Frescani

Share

About Author

Peluso

  • stefano marino centro ester na

    mi associo anche io circa la bellezza e la macchina organizzativa messa a punto.
    Se il buongiorno si vede dal mattino..
    Percorso misurato alla perfezione con 21 km e 097 cosa che nn sempre si nota e soprattutto i km segnati a terra con la vernice collocati a mio avviso proprio al termine del km e soprattutto un continuo spugnaggio e rifornimenti ben collocati.
    Ritengo che la meta marathon diventi un appuntamento fisso nel panorama podistico campano se collocato in un periodo migliore .
    Paesaggio stupendo ed aria secca anche se calda.
    Ottimo il latte della centrale di salerno gustoso come pochi.
    Abbondanti i sali minerali e quant’altro.
    Il mi obiettivo era di correre senza assilli di tempo poichè reduce da altre gar e con ua contrattura al bicipite femorale sinistro che dal quinto km in poi nn mi ha permesso di forzare ma per il piacere e la bellezza dei posti ho volutamente partecipato alla gara nonostante le mie precarie condizioni fisiche.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>