TuttoCampania — 04 ottobre 2016

corri-san-francesco-2016Sergio hai notato che domenica porta pioggia? Sembra che per alcune zone sia stato diramato un allerta  meteo. Ma se piove si corre lo stesso? Ho sentito che la gara potrebbe essere sospesa! Ma dove andate con questo tempaccio! Mica si corre con la pioggia? E se si scivola? E se ti squagli? E se poi ti becchi la broncopleurite? E se ti colpisce un fulmine? E se una macchina lanciata a fari spenti nella notte per vedere ecc. ecc. non si ferma e vi investe?

La risposta del runner che è tanto, tanto, tanto paziente, non può che essere una.

IO VADO.

La Corri San Francesco, da Baronissi a Cava de’ Tirreni, è praticamente una Convento-Convento organizzata in modo eccellente. Con tanto di graditissima preghiera e benedizione dei Frati.

Funziona così. Si arriva a Cava de’ Tirreni, la navetta ti porta a Baronissi alla partenza, si torna a piedi svalicando la montagna. 8 km di salita e poi 8 km di discesa. Semplice. Facile.

Decidiamo, ovviamente, di non usare il servizio navetta. Start alle 9.30. Alle 8.00 sono già alla partenza, prelevato all’alba da Lello (mio fratello Raffaele). Piove a dirotto. Restiamo in auto finchè non vediamo i gruppi di runners riscaldarsi qua e là. Walter è assente (abbastanza) giustificato da impegni precedenti. Incontriamo Dino e Angela (altri 42k ndr) e con loro andiamo a ritirare i pettorali. Dino rimane folgorato dalle clips magnetiche usate da un ex giovanotto per attaccare il numero alla canotta. Conoscendolo non troverà pace finchè non le acquista on line. Mentre si annota mentalmente la cosa siamo alla partenza. Solito gruppo multicolore, con la variante di plastiche varie a difesa dalla pioggia. Foto di rito con la squadra. Foto con gli amici e gemelli di Castellabate. Pronti. Da più parti si invoca la “CIORTA DEL RUNNER”. Per chi non lo sapesse è quell’evento pseudoscaramanticatmosferico che blocca la pioggia per il tempo strettamente necessario a concludere la gara. Stavolta funziona a metà, nel senso che la pioggia diventa pioggerellina e, a tratti, smette di cadere. E’ la prima gara dopo la gravidanza, sento dire da una runner che poi parte a razzo scomparendo alla mia vista. Partiti. Dopo un paio di km ancora dribbliamo pozzanghere. Ho qualche centimetro ancora asciutto ma, all’insormontabile riviera del km 8,6 sono zuppo fino a mezza caviglia.

La salita, se si eccettuano le discariche abusive, è in mezzo alla natura. Pure troppo se non sei attento a scansare le merde di vacca.

Qualche metro lo percorro con il 42k Luca, super esperto di maratone ultra ecc.,  a cui chiedo consigli per la coast to coast di dicembre. Quasi sulla sommità ci accolgono le mucche chiassose e festanti. Con la faccia di chi l’ha fatta grossa. Sono sempre con Lello che mi lascia credere che sia io ad accompagnarlo e non il contrario. Dai che da ora è tutta discesa fino all’arrivo. Ad un certo punto siamo soli nel nulla. Nessun podista, nessun vigile né bovino. Mi assale il dubbio di aver sbagliato strada. La cosa dura poco perchè comincia una discesa iper-ripida. Per fortuna che sulla sinistra c’è una striscia di asfalto, altrimenti toccava correre sul lastricato viscido.

Come ogni volta che ci sono salite e discese, mi capita di superare degli atleti che camminano, che poi in discesa mi superano di nuovo ogni volta. Devo ricercare la tecnica in internet. Alla fine della fine della discesa, dei gentili vigili ci fanno attraversare la strada tra un delirio di auto in coda. Spinti dagli incitamenti dei gentili e pazienti automobilisti, affrontiamo un’inaspettata e gradita salita lastricata per portarci all’arrivo. Traguardo. Non ho un centimetro di pelle asciutto.

Rientro a casa. Ti sei bagnato? Solo un poco.

By Sergio Loffredo, un 42Kappa

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>