Allenamento slide — 27 novembre 2017

neveQuando la colonnina di mercurio scende e le giornate si accorciano molti runners, anche i più appassionati, sono scoraggiati dal timore di andare incontro a infortuni e malanni e, di conseguenza, diminuiscono, se non addirittura sospendono, le loro sessioni di corsa.

Durante la stagione invernale è importante mettere in pratica le giuste strategie per mantenere un buon livello di allenamento e affrontare il clima ostile: correre all’aperto d’inverno non solo si può, ma, se vengono adottate le giuste accortezze, fa bene alla salute.

L’attività fisica ha effetti benefici sull’organismo in termini di prevenzione sul rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, controlla il peso corporeo, migliora il tono dell’umore (che d’inverno può risultare deflesso a causa della diminuzione della luce solare), riduce lo stress, migliora la qualità del sonno e aumenta le prestazioni intellettive.

Precauzioni per correre all’aperto in inverno

  1. Consultare le previsioni del tempo

Prima di buttarsi in pista è bene verificare le condizioni climatiche. La presenza di ghiaccio e vento forte sono particolarmente ostili alla corsa: il rischio di scivolare e incorrere in infortuni è elevato e, in questi casi, si consiglia di evitare.

La pioggia leggera oppure la neve, se non troppo alta e poco battuta, invece, non controindicano la possibilità di eseguire la vostra sessione di corsa: cercate, però, di non esagerare e fate attenzione ai cambiamenti di superficie.

Se, invece, la giornata è molto soleggiata, è bene indossare occhiali da sole e proteggere gli occhi dai raggi solari.

  1. Scegliere le ore migliori della giornata

Durante l’inverno ci può essere una importante escursione termica tra le diverse ore del giorno. Sono da preferire le ultime ore della mattinata o il primo pomeriggio.

  1. Eseguire un buon riscaldamento e stretching

Le attività di riscaldamento e stretching sono estremamente importanti in previsione a qualsiasi attività fisica e lo sono ancora di più per la corsa in inverno.

Col freddo le articolazioni tendono a essere più rigide ed è più facile incorrere in infortuni: è, perciò, necessario dedicare al riscaldamento almeno 10-15 minuti in modo da raggiungere la temperatura ottimale in modo graduale.

  1. Adottare il giusto abbigliamento

Un abbigliamento adeguato è uno degli aspetti più importanti per affrontare la corsa durante l’inverno perché consente di mantenere una temperatura corporea pressoché costante durante la corsa, evitando una eccessiva sudorazione.

E’ consigliato un abbigliamento tecnico, in materiale con buone caratteristiche traspiranti, in modo da allontanare dalla pelle il sudore e consentirne la rapida evaporazione. E’ bene che la pelle rimanga asciutta e temperata durante l’attività fisica all’aperto.

In generale sono da evitare i capi in cotone perché, quando bagnati, trattengono l’acqua e si raffreddano rapidamente.

La sensazione di freddo durante la corsa all’aperto è soggettiva e spesso ingannevole: la temperatura corporea tende ad aumentare dopo aver percorso qualche chilometro e, se si è troppo vestiti, sarà necessario spogliarsi degli indumenti di troppo.

Una buona soluzione è quella di combinare più strati con diverse caratteristiche, ad esempio:

  1. Intimo funzionale (non in cotone): mantiene la pelle asciutta trasportando il sudore verso l’esterno
  2. Maglia e pantaloni tecnici: è uno strato che fa da isolante termico
  3. Giacca da running impermeabile e resistente alle intemperie: per una protezione dal vento e dall’acquaSono da preferire, inoltre, i capi aderenti, allo scopo di diminuire lo spazio (quantità di aria) tra pelle e tessuto.5. Proteggere la testa, le mani, il collo e i piedi durante la corsa    Una volta terminata la sessione di corsa, se si rimane all’aperto, la temperatura corporea tende ad abbassarsi rapidamente. E’ bene cambiarsi rapidamente indossando abiti asciutti, prima ancora di avvertire la sensazione di freddo.Scritto da: Dr.ssa Giovanna Russo.
  4. Medicinafisica.it
  5. 6. Non rimanere bagnato al termine della corsa
  6. La scelta della scarpa, infine, deve tenere conto non solo della temperatura dell’aria ma anche dell’eventuale presenza di acqua e del tipo di terreno su cui si corre.
  7. Tenere al riparo il collo dai colpi di freddo consente di difendere l’organismo da infezioni respiratorie: il freddo improvviso, infatti, provoca una disfunzione temporanea dei meccanismi protettivi del tratto respiratorio superiore e una maggiore suscettibilità alle infezioni.
  8. E’ vivamente consigliato l’uso di guanti: alle basse temperature le mani ghiacciano facilmente e si possono osservare fenomeni simili alla sindrome di Raynaud.
  9. Anche la testa suda, sia d’inverno che d’estate, ed è responsabile di una importante dispersione del calore corporeo. Per chi ha tanti capelli è sufficiente una fascia che protegga le parti scoperte (fronte e orecchie). Per i calvi è consigliato un cappello di pile o materiale tecnico.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>