Cronaca — 07 novembre 2009

Si è svolta oggi tra Tuscania e Tarquinia (Vt), la 3^ edizione dell’Ultramaratona degli Etruschi, la 100 chilometri di corsa su strada promossa dall’Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Sport della Regione Lazio e Italia Marathon Club, e organizzata da RoMaratona srl.
Come nelle precedenti edizioni, la lunga prova si è svolta lungo un percorso affascinante, che ha portato i podisti da Tuscania al mare, poi il circuito pianeggiante ripetuto quattro volte, e la fatica finale di sette chilometri fino a Piazza Cavour di Tarquinia, luogo di arrivo. L’assessore regionale Giulia Rodano e il presidente dell’Italia Marathon Club Enrico Castrucci, hanno incoronato il vincitore dell’edizione 2009, Giorgio Calcaterra, che lo scorso anno sulle stesse strade si laureò campione del mondo ed europeo della distanza. Per lui si tratta di un poker, visto che vinse anche l’edizione ‘0’ del 2006 e quella del 2007. Per il tassista romano, reduce da un periodo di stop a causa di un infortunio, la vittoria è arrivata in scioltezza. Dopo i primi 30 chilometri, infatti, l’iridato è scappato via, lasciando il vuoto dietro di sé, avendo così la possibilità di gestire la parte più dura, quella a circuito. Alla fine, il romano ha chiuso in 7:04.05. Secondo posto per l’ucraino Konstantin Zhelezov (7:31.28), terzo per l’italiano Loris Fanton (7:58.21).
E’ una gara che amo – ha detto Calcaterra all’arrivo – perché ti consente di godere di panorami magnifici, quindi di sentire meno la fatica. Anche se partivo da favorito, non è mai scontato il successo in una cento chilometri, perché le insidie sono molte in gare così lunghe. Comunque ho affrontato la gara col giusto approccio, anche se a metà ho tirato un po’ il fiato rallentando il ritmo, ma ero già conscio di poter vincere visto il distacco che avevo accumulato dagli inseguitori‘.
In campo femminile, invece, rispettato il pronostico, con la primatista italiana Monica Casiraghi, già campionessa del mondo ed europea, che ha vinto la gara in 8:31.40. ‘Il percorso è bellissimo – ha detto l’atleta di Missaglia – e non avendo avuto avversarie competitive, dopo qualche chilometro ho rallentato il ritmo per godermi il panorama‘.


STAFFETTA DEL MEDITERRANEO: MAROCCO, ITALIA E FRANCIA SALGONO SUL PODIO


La 1^ edizione della ‘Staffetta del Mediterraneo’, svoltasi oggi lungo le strade del centro storico di Tarquinia, ha riscosso un ottimo successo. In gara decine di squadre composte da quattro podisti, provenienti da Italia, Marocco, Israele, Libano, Spagna, Francia e Turchia. Squadre maschili, miste o femminili, che hanno gareggiato con i bonus, ovvero minuti di abbuono per ogni donna inserita in squadra. Una gara dura, con forti dislivelli, lunga circa 20 chilometri (5 chilometri per ciascun frazionista), conclusasi con il successo dell’imbattibile squadra marocchina composta da Kabbouri, Cherkaoui, Maaruf e dalla giovane fondista Asmae Ghizlane (1:1.48). Al secondo posto l’Italia, con la squadra dell’Old Star Ostia capitanata da Ferdinando Colloca (1:12.41). Terzo posto per la Francia (1:16.56) che ha preceduto l’altra squadra italiana di Cat Sport.


TUSCANIA-TARQUINIA: DI GIACOMO E FOLIGNI VINCONO LA 30 CHILOMETRI


Oltre 100 podisti hanno preso parte alla Tuscania-Tarquinia, la prova di 30 chilometri in linea che unisce i due Comuni. Successo finale per Giuseppe Di Giacomo di RCF (1:49.27) e in campo femminile di Alessia Foligni dell’Atletica Tusculum (2:27.52).

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    GIORGIO HAI DIMOSTRATO ANCORA UNA VOLTA DI’ ESSERE UN GRANDE.COMPLIMENTI PER L’ENNESIMO SUCCESSO.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>