Curiosita slide — 17 agosto 2014

EUROSPORTHD-2011-ID-LIVE-1-7Questa volta me li sono goduti davvero tutti gli europei, in Tv. Spaparanzato sul divano, tutte le gare (o quasi tutte). Che goduria, non mi capitava da anni di seguire così l’atletica in televisione.

Lasciatemi fare alcune considerazioni.

E’ palese la cosa: La nazionale Italiana di atletica si regge sulle donne, tranne l’eccezione di un grande Meucci e di un ottimo Marani nei 200. Per il resto, solo mediocrità al maschile. Le ragazze invece hanno tenuto su la baracca, perché di baracca (mi spiace dirlo) si tratta. 2 ori e un argento e nulla più. A cospetto dei piani alti, delle suite di Inghilterra e Francia per intenderci, siamo davvero una baracca.

Torni l’atletica nelle scuole, testate i tantissimi ragazzi che non sanno e (così come oggi) mai sapranno di avere dei talenti da spendere nello sport, e quindi nella vita. Torniamo agli anni delle grosse partecipazioni alle comunali, provinciali e regionali selezioni scolastiche, altrimenti non si va da nessuna parte, si andrà sempre peggio!

E, come “addetto ai lavori”, visto che commento gare da anni, lasciatemi poi fare una considerazione sul commento televisivo di questi europei. Questo perché il commento televisivo non è fine a se stesso, il commento televisivo è più che importante: può aiutare, non poco, a promozionare il nostro sport, trasmettendo o meno emozioni, attraverso le parole e il loro saperle fare arrivare a chi ascolta e guarda.

Ho fatto zapping tra EuroSport e la Rai. Uno zapping che prevedeva anche la rai ma che, con il passare delle gare, si è poi però limitato al momento in cui su Eurosport veniva proposta la pubblicità (un po’ troppo spesso, a dire il vero). Ebbene…Eurposport: commento brioso, leggero quando necessitava; ironico al punto giusto e al momento giusto; tecnico, quando il tecnico ci voleva. Commento piacevolissimo quindi (anche se consiglio simpaticamente al grande Alberto Cova di non azzardarsi a tirare fuori medie e proiezioni, non sono il suo forte). Non me ne voglia Alberto, per il resto è perfetto nel suo ruolo, i tempi giusti e l’ironia giusta, quando ci vuole. Perfetto è Maurizio Trezzi: coinvolgente, emozionale, preparato, senza mai appesantire il commento, professionale al meglio.

La Rai? Personalmente ritengo che meritava la connessione solo quando gli altri davano la pubblicità (ma solo per non perdere nulla delle gare): noiosa, pesante, tecnicismi inutili e niente leggerezza. Si dimenticano che a guardare la Tv non ci sono solo degli specialisti, e, se anche fosse, le cose non cambierebbero. Franco Bragagna? preparatissimo; Vicino a lui purtroppo solo commentatori pesanti, mai ironici, stancavano e annoiavano con il loro voler far sapere che sanno… (la cosa la riservino ai convegni, non quando sono a commentare in Tv)!

Tirando le somme sul commento Tv: Medaglia d’oro ad Eurosport.

La Rai? Fuori dal podio, decisamente fuori! E visto che non voglio adeguarmi alla pesantezza imperante in casa Rai, uso il simpatico intercalare di Alessandro Siani: Commento Rai fuori dal Podio…“e v’aggia trattat!”

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

  • antonino iaccarino

    Sono perfettamente d’accordo con te caro Marco giusta, la tua frase sui tecnici che si sforzano di voler far sapere che sanno!! Si pavoneggiavano e a volte auto eloggiavano della loro preparazione, ma se abbiamo questi professor tecnici, come mai sono questi i risultati? Forse invece la colpa e’ proprio di questi ultimi, con la loro preparazione ormai vecchia, ci vogliono tecnici giovani, umili e aggiornati perche’ anche l’atletica ha sviluppato teorie e tecniche nuove, ma noi siamo ancora nel mondo dei bei ricordi!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>