Cronaca — 14 ottobre 2009

Il riminese Claudio Conti e il Dorando Petri della corsa all’indietro. Domenica scorsa in terra carpigiana ha disputato la 22° Internazionale Maratona di Carpi dove ha stabilito il nuovo record italiano sulla distanza dei 42,195. Il retro maratoneta del Golden Club Rimini si è snocciolato la distanza in 4h 32′ correndo come i gamberi solo con il capo girato avanti per vedere la strada e superare i maratoneti che correvano a marcia in avanti. ‘Sono soddisfatto ha dichiarato all’arrivo distrutto Conti – non pensavo di andare così forte’. In precedenza Conti è giunto 4° al Campionato mondiale di mezza maratona in retrorunning andato in scena a Perugia con un crono di 2h 13’28’. ‘Ora recupero – continua Conti – poi il giorno dell’Immacolata sarò al via della mezza maratona Rimini – Montescudo prima di correre un’altra maratona entro fine anno’. Alla Rimini – Montescudo il ‘Gambero’ neo primatista italiano di maratona si confronterà con il compagno Ivan Di Giulio, medaglia d’argento ai mondiali di mezza maratona con il tempo di 1h 52’02’ e con i più forti specialisti italiani.

Autore: Gionni Schiaratura

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>