Cronaca slide — 20 ottobre 2015

Il salotto di Biella, piazza Duomo e via Italia, si conferma palcoscenico ideale per la grande Kermesse del Circuito “Città di Biella”, giunto sabato alla 24ª edizione. Nemmeno i lavori di ristrutturazione che renderanno ancor più bella la piazza del Duomo hanno fermato Biella Sport Promotion e Gruppo Amici Pettinengo: qualche comprensibile intralcio per gli appassionati che hanno voluto assistere alla gara nella zona del traguardo, ma nessun problema per i tantissimi atleti che hanno preso parte all’evento fortemente voluto da Claudio Piana e dal suo staff.

Partiamo nel nostro racconto dalle gare Top, ricche di sorprese come accaduto lo scorso anno. Al femminile è l’anno della Repubblica Ceca che piazza 3 atlete ai primi 4 posti. L’etiope Alemitu Hawi Amara decide di dare forfait, forse per concentrarsi esclusivamente su Pettinengo, e lascia così spalancata la porta della vittoria nel Miglio a Kristina Maki che, dopo il 4° posto dell’edizione passata, sale così sul gradino più alto, chiudendo in 4’58″12 con un vantaggio sulla ventenne azzurra Giulia Aprile (Esercito) brava a contenere le altre due cece Petra Vasinova e Moira Stewartova arrivate a pochi metri di distanza.

Al maschile veri fuochi d’artificio: i kenyani Cornelius Kiprut Kangogo e Robert Kaptingei Cheruiyot sembrano avere la possibilità di giocarsi in casa la vittoria di questa 24ª edizione. Forse troppo sicuri di non avere alcun rivale non danno la “scrollata” necessaria a chi insegue e proprio negli ultimi metri arriva la frittata: esattamente come lo scorso anno il serbo Goran Nava (tesserato Cus Pro Patria Milano) manda fuori giri gli avversari e va bruciare proprio sulla linea del traguardo i due avversari: 4’19″22 Nava, 4’19″78 Kangogo e 4’20″34 Kaptingei. Scende dal podio dove era salito lo scorso anno Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino), 4° in 4’21″87 davanti a Francois Marzetta (Fiamme Oro Padova) a sua volta 4° lo scorso anno.

Passiamo al Miglio maschile riservato a tutti gli altri, dagli Allievi ai Master che hanno preso parte all’evento con la solita grande passione che li contraddistingue.

Anche in questa categoria c’è l’accento dell’est Europa sul primo gradino del podio: ad aggiudicarsi la categoria AJPSM è il giovane allievo ceco classe 1998 Sigmund Dominik in 4’36″62 che riesce a bruciare di un soffio (1 secondo 13 centesimi per la precisione) lo junior Marco Gattoni, borgomanerese portacolori dell’Unione Giovane Biella. Terzo Mamadou Abdoulaye Yally (Club 96 Bolzano):

E qui iniziano gli Amatori: tra gli SM35 vittoria di Alessio Menonna (Splendor Cossato), tra gli SM40 Giuseppe Affabile (Celtic Fruid Castenaso), tra gli SM45 Oscar Boggian (Zegna Trivero), tra gli SM50 un acclamatissimo Mario De Nile (Splendor Cossato), tra gli SM55 Franco Cabras (Atl. Calvesi Aosta), tra gli SM60 Roberto Danasino (Gaglianico 74), tra gli SM65 Aldo Gilardi (Pol. Pedaggio), tra gli SM70, infine, Mario Secci (Gaglianico 74).

Grande successo la staffetta delle scuole, nonostante l’assenza del Liceo Scientifico, protagonista ogni anno con moltissime squadre, impossibilitato a partecipare all’evento per motivi burocratici.

Nelle Medie Superiori 26 squadre per un totale di circa 100 atleti/studenti.

Ha trionfato l’IIS Q. Sella di Biella sul primo e sul terzo gradino del podio. Gloria e onore ai vincitori Alessandro Cerri, Lucrezia Mancino, Mitiku Cappello e Stefano Mosca e a Francesco Marangon, Aurora Carlone, Alessandro Farina e Brian De Sousa, terzi classificati. Sul secondo gradino l’IIS R. Vaglio di Biella grazie alle prestazioni di Davide Vergnaghi, Lorenzo Pusceddu, Noemi Turotti e Andrea Mussone.

Numeri da capogiro nelle scuole medie inferiori: 93 staffette iscritte per un complessivo di 465 atleti/studenti a correre per il centro di Biella.

La gloria in questo caso è tutta per l’Istituto La Marmora di Biella che sale sul gradino più alto del podio grazi a Gregorio Ceria, Carola Marcos, Gabriele Capponi, Maria Chiara Frachey e Vittoria Siletti

Staccata dai vincitori di un paio di secondi ha terminato l’IC Brusnengo che ha presentato Matteo Fasciana, Marta Salgarella, Gioele Prina Cerai, Elisa Masin, Marco Fila Robattino. Al terzo posto l’IC Trivero con Viola Borio, Roberto Rizzi, Cesare Vergnaghi, Mattia Baldo e Giada Dalle Nogare.

Al di là della valenza sportiva dell’evento che vuole sensibilizzare tutti gli studenti biellesi alla pratica dello sport, sano e pulito, l’organizzazione può giustamente vantarsi di aver dato una mano concreta alla scuola biellese: sono stati infatti distribuiti complessivamente ben 2500 euro in premi, linfa vitale per le casse sempre asciutte degli istituti.

Ultimi ma non ultimi due eventi nell’evento: la Gara Sprint Special Olympics sui 60 metri e la Staffetta del Fair Play.

La Gara Sprint ha raccolto l’adesione sempre entusiastica dell’Asad Biella che vi ha preso parte con 16 atleti e quest’anno anche dell’IIS Vaglio e dell’IC Candelo/Sandigliano che hanno presentato al via due atleti per scuola. Applausi per tutti loro.

La staffetta del fair-play è stata fortemente voluta dal Panathlon di Biella ed è andata a coinvolgere istituzioni, scuole, società, fondazioni, che hanno voluto partecipare (camminando o correndo sui 400 metri di percorso a loro destinati) con il giusto spirito che deve esserci nello sport, quello della fraterna amicizia, qualunque sia il risultato finale.

Li citiamo tutti: Chiara Sperotto e Manuela Sità (Ufficio Scolastico Territoriale di Biella), Valeria Roffino e Salvatore Saia (Polizia Penitenziaria),  Barbara Crivellari e Domenica Francia (IC Candelo/Sandigliano), Dino Fraire e Michele Rolando (Liceo Avogadro), Gaia Cherchi e Mattia Resta (IC Occhieppo Inferiore), Beatrice Piga e Sabrina Crivellaro (IIS Bona), Amina Soulè e Giovanna Fantini (IC Vigliano-SM Ronco), Fabrizio MAssimino e Pietro Maula (IC Gaglianico), Marzena Michalska e Dell’Angelo (Polizia di Stato), Giulia Piccinelli e Anna Zumaglini (Coni di Biella), Rita Repetto, Giovanni Arietta, Fabrizio Vaglio Laurin e Barbara Valsecchi (Iti Q. Sella), Alessandra Bovolenta, Alessio Seresino, Fulvia Tiboldo e Fabrizio Corbetta (Panathlon Biella), Milena Biollino e Donatella Eterno (Liceo Avogadro), Chiara Armari, Emanuela Verzella, Elena Forgnone, Francesca Pescarolo, Lorenzo Guarino, Alessandra De Chirico, Raffaella Realis Luca, Claudia Vallereggio (IC Biella), Boudjellel Nasredin e Pietro Bonati (IC San Francesco Biella), Luca Polliotti (Ic Brusnengo), Maria Scatolini e Giovanna Chiorino (Fondo Edo Tempia), Gino Marangoni e Teresa Barresi (Comune di Biella).

 

Ufficio Stampa

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>