slide TuttoCampania — 19 maggio 2014

Cercola 2014Quello che maggiormente impressiona della bella gara di Cercola sono le tantissime forze in campo, la capacità coordinativa delle stesse, l’assistenza meticolosa riservata ad ogni singolo partecipante, la capacità di coinvolgimento che ha il team Marathon Club Neapolis Vesevo. Del resto Paolo Ottaiano, Vittorio Perna, Luca Officioso,  hanno nel tempo acquisito una grande esperienza sul campo, una laurea organizzativa fatta di collaborazioni con altri eventi, il tutto poi esaltato al momento della realizzazione della propria gara. Il Trofeo Città di Cercola è quindi una certezza, diventata ancor più tale dopo aver vissuto questa sesta edizione.

Gara

Una vera giornata di primavera (finalmente) ad abbagliare Cercola e il suo Trofeo. Condizioni climatiche perfette quindi, e anche il tasso di umidità non ha creato problemi e fastidi agli atleti. Il tracciato non proprio facilissimo, ma una sapiente gestione di alcuni ha aiutato a fermare il crono su tempi più che buoni.

Quasi 800 gli atleti in partenza. L’appassionato popolo dei runners non ha fatto mancare la sua adesione ad un evento che, sin dalla sua nascita, ha saputo rispondere al meglio alle loro attese.

Monopolizzati dal Marocco sia i due traguardi volanti (nel caro ricordo di Enzo Spina quello del 2° km e di Salvatore Laureto quello del 5°) sia il primo posto della classifica generale, con in particolare Younes Zitouni (Podistica il Laghetto) e Siham Laarachi (Finanza Sport Campania) a fare da dominatori.

La gara maschile ha lasciato poco spazio alle speranze Italiane, e questo sin dal via. Abdelrafii Roqti e lo stesso Zitouni hanno lasciato la compagnia già al secondo km (all’avvicinarsi del primo traguardo parziale). A metà gara Zitouni lascia l’indesiderata compagnia di Roqti (compagno di allenamento, capace sempre di batterlo in caso di arrivo in volata) e fa sua la vittoria in tutta tranquillità, ma con un modesto 32’34” finale. Alle spalle dei magrebini, ecco la bravura e la sagacia tattica di Antonello Barretta e Alfonso Ruocco (arrivati poi in sequenza, con un buon 32’46” e 32’56” finale). Bravissimo il “ragazzino” della Podistica Marcianise: El Jebli Hajjai. Il pupillo del team Casertano sa correre, sa distribuire e ha bel talento. Niente male il suo 33’36” finale, per una quinta posizione di assoluto valore.

Gara femminile senza alcuna storia, al fine vittoria. La Laaraichi ha altra marcia, parte, vince i traguardi volanti, chiude in un 36’28”, tempo che non può lasciare spazio all’immaginazione delle avversarie. Contendenti in rosa che comunque hanno fatto una buona gara, con tanto agonismo soprattutto. Agonismo che si è concretizzato essenzialmente in 8 secondi: quelli che hanno separato le ragazze salite sui gradini laterali del podio. A destra della vincitrice la giovanissima Francesca Palomba (Centro Ester) a sinistra la veterana Mena Febbraio (40’02” per l’atleta Napoli Nord). Quarta e quinta piazza per Annamaria Damiano e Filomena Palomba.

La classifica a squadre non poteva che andare all’Amatori Vesuvio. Questo perché l’amatori è scesa in campo con oltre 100 atleti, per il valore dei ragazzi del presidente Cerciello e perché il team correva praticamente in casa, e tutti hanno dato più di sempre.

La gara era anche valida per l’assegnazione dei titoli regionali individuali Fidal. Assenti i premi per i neo campioni, assenti i dirigenti Fidal: un’altra occasione persa…

Il Marathon Club Neapolis Vesevo ha confermato se stesso, offrendo alla Campania una 10 km curata nei particolari, onorando al meglio due splendidi uomini di Sport: Enzo e Salvatore.

Marco Cascone

Share

About Author

Cascone

  • letizia martignetti

    Complimenti agli organizzatori che anche quest’anno non si sono smentiti ed hanno saputo organizzare una bellissima manifestazione.Grazie e arrivederci all’anno prossimo.

  • Antonello Barretta

    Concordo pienamente con le considerazioni di Marco, l’organizzazione è stata maestosa, candidando di fatto la manifestazione tra le meglio organizzate del 2014. Ad majora.

  • Gennaro Onza

    La gara di Cercola è stata ottimamente organizzata. Mi complimento con gli organizzatori per le scelte fatte.
    Manifesto tutta la mia delusione per l’assenza dei rappresentanti Fidal, che hanno mancato ancora una volta di gratificare nel modo dovuto i vincitori dei titoli regionali (io sono tra l’altro uno di loro).Gli esponenti del mondo master, che fanno tanti sacrifici e contribuiscono tanto al successo del podismo, meritano sicuramente una maggior attenzione!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>