Atletica News slide — 24 settembre 2017

FINALE ORO ENTERPRISELa Finale Oro di Modena incorona i club campioni d’Italia 2017. Al maschile conferma del sodalizio campano dell’Enterprise Sport & Service che svetta nettamente con 113 punti su Atl. Riccardi Milano 1946 (75.5) e i padroni di casa de La Fratellanza 1874 (71.5). Tra le donne, il titolo dopo due anni torna a Milano sulle casacche della Bracco Atletica che con 102 punti precede la Studentesca Milardi Rieti (89) e l’Atletica Brescia 1950 (72). Lontano dal podio le pluriscudettate dell’ACSI Italia Atletica, alle prese con diverse assenze per infortunio. Per l’Enterprise sei vittorie individuali di cui cinque firmate dagli atleti lettoni in forza al club di Benevento: Janis Leitis (400m), Janis Baltuss (400hs), Mareks Arents (asta), Elvijs Misans (triplo), Rolands Strobinders (giavellotto) e il ventista azzurro Francesco Fortunato (10.000m marcia). Per le milanesi della Bracco, invece, si impongono in quattro: Federica Casati (3000 siepi), Nicla Mosetti (100hs), Valentina Trapletti (5000m marcia) e le staffettiste Tassani-Spadotto Scott-Trevisan-Battaglia (4×400). Nel bel mezzo della seconda giornata di gare arriva anche un temporale che, però, non rovina la colorata festa delle premiazioni.

BILANCIO SOCIALE – A metà giugno la Bracco Atletica del presidente Franco Angelotti aveva raggiunto un altro importante traguardo: la presentazione, primo caso in Italia per una società di atletica, del bilancio sociale. Si tratta di un documento redatto sulla base di un’analisi approfondita di dati statistici, mappatura degli stakeholder e riscontri di esperti, descrivendo l’operato del club rispetto alle atlete e alla loro salute, agli obiettivi educativi e al rapporto con le famiglie.

ENTERPRISE YOUNG – Il sodalizio campano guidato dalla presidentessa Antonella De Donato e dal direttore generale Antonio Paone conquista uno scudetto che è stato vissuto con grande entusiasmo anche dai tanti ragazzi dell’Enterprise Young. E’ la società con sede allo stadio San Paolo di Napoli e che da alcuni anni svolge un’intensa attività di promozione a partire dalle scuole elementari del capoluogo campano con oltre 2000 giovanissimi coinvolti.

MARTELLATA DI FALLONI 74,42 – L’acuto di oggi arriva dalla gabbia del martello dove l’azzurro Simone Falloni (Studentesca Milardi Rieti) lancia 74,42 realizzando la sua quarta prestazione in carriera. Gara sospesa per la pioggia nel peso dove il bronzo europeo U23 Sebastiano Bianchetti (Studentesca Milardi Rieti) si impone con 18,77. La “golden girl” dei 400hs Ayomide Folorunso (CUS Parma) non ha rivali sul giro di pista con barriere (58.34), mentre i 200 metri vedono l’affermazione di Mario Di Giambattista (Atl. Futura Roma) in 21.44 (+1.1). Al femminile, doppietta della lettone Gunta Latiseva-Cudare (GS Valsugana Trentino), ieri vincitrice dei 400 e oggi al successo sui 200 in 23.26 (+0.4) ovvero la specialità che le ha messo al collo medaglia d’argento alle Universiadi tra le azzurre Siragusa e Bongiorni. A proposito di doppiette, fanno il bis anche i gemelli Zoghlami. I 23enne del CUS Palermo replicano il verdetto dei 3000 siepi con Ala che, sotto l’acquazzone, mette il naso davanti al fratello Osama (crono 14:19.10 per entrambi). Sugli 800 concede il bis lo scapigliato Enrico Riccobon (Brugnera Friulintagli) che si aggiudica la volata in 1:52.44. Nel lungo, l’azzurra Laura Strati (Atl. Vicentina) stampa nella sabbia un 6,40 (+0.8) battuto soltanto dal 6,51 (+1.3) della lettone Lauma Griva (GS Valsugana Trentino). Nell’analogo concorso maschile 7,71 (0.0) di Alessio Guarini (SEF Virtus Emilsider Bologna), mentre la pedana dell’asta femminile è teatro dell’ultima gara da astista di Elena Scarpellini. Per la cronaca, la bergamasca dell’ACSI Italia Atletica finisce seconda (3,90 come la vincitrice Letizia Marzenta) dopo essersi generosamente cimentata anche nella contemporanea gara di salto in lungo.

CDS: LAVORI IN CORSO – La formula dei Campionati Italiani di Società è in fase di revisione. Nelle ultime settimane una serie di proposte partite da comitati regionali e società sono state discusse e condivise in due riunioni promosse dalla FIDAL a Roma e Modena.  

FINALE ORO – LE CLASSIFICHE
Uomini: 1. Enterprise Sport & Service 113 punti (CAMPIONI D’ITALIA 2017); 2. Atl. Riccardi Milano 1946 75,5; 3. La Fratellanza 1874 Modena 71,5; 4. Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi 68; 5. Cus Palermo 64,5; 6. Athletic Club 96 Alperia Bolzano 60; 7. Assindustria Sport Padova 53,5; 8. Atl. Futura Roma 51; 9. Atl. Firenze Marathon 44; 10. Atl. Biotekna Marcon 41; 11. Sef Virtus Emilsider Bologna 39; 12. Atl. Brugnera Friulintagli 39.
Donne: 1. Bracco Atletica 102 punti (CAMPIONESSE D’ITALIA 2017); 2. Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi 89; 3. Atl. Brescia 1950 72; 4. Gs Valsugana Trentino 60; 5. Atl. Vicentina 60; 6. La Fratellanza 1874 Modena 58; 7. Cus Parma 54; 8. Acsi Italia Atletica 53; 9. Us Quercia Trentingrana Rovereto 52; 10. Atl. Firenze Marathon 49; 11. Atl. Malignani Libertas Udine 35; 12. Atl.

ufficio stampa fidal

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>