slide TuttoCampania — 01 ottobre 2018

san lorenzo 2018 donne (1)La sintesi agonistica dell’Internazionale San Lorenzo, edizione 57^, sta tutta nel duello, metro dopo metro, tra le due atlete che si sono date battaglia e che hanno dato spettacolo fino alla fine, fino al nastro d’arrivo. L’Internazionale San Lorenzo conferma il suo status di gara esaltante, organizzazione di assoluta qualità, una festa che è Storia, una festa con tanti partecipanti: sia nella qualità di atleti al via, sia per il gran pubblico che ogni anno fa ancor più la differenza. La Podistica Mario Canonico lascia il segno, e lo fa ininterrottamente da 57 edizioni. Caso rarissimo nel panorama organizzativo in Italia.

Puro spettacolo la San Lorenzo, che non è indifferente al movimento giovanile, tanto che la gara ufficiale è anticipata dalla corposa partecipazione di ragazzi delle scuole medie, e non solo.

Gara

Dicevo della gara donne: esaltante. Confronto Svizzera/Marocco dal primo metro, con uno spalla a spalla incredibile, risolto solo sull’ideale filo di lana. A vincere è stata la Svizzera Camille Chenaux, capace di rintuzzare in extremis il tentativo di rientro di janat Hanane. Pubblico in delirio, per una gara che ha lasciato il segno. Alle spalle delle due reginette di serata, l’arrivo di Filomena Palomba (suo il terzo posto, dopo un’ottima gara), con Paola Patta (Solidarietà Roma) e Francesca Palomba a seguire.

In campo maschile c’è stata gara fino al primo passaggi, ai 2800 dal via. Un terzetto infatti ad un terzo di gara, ma poi il Keniano Kanda ha deciso di andarsene, e se ne è andato. Vince Jonathan Kanda infatti, sul piede dei 2’58” a km. Altro Africano alle sue spalle, John Hakizimana, con Hicham Boufars in terza piazza. Primo italiano all’arrivo AbdelKebir Lamachi (bella gara la sua), con Gabriele Carletti a seguire e Gilio Iannone in terza posizione tricolore.

Classifica a squadra andata all’Atletica Camaldolese, con l’Isaura vincente per la speciale classifica giovanile.

Come sempre grande la San Lorenzo. Il Presidente del Pomo e tutto il Csi può andare più che orgoglioso di un evento che va oltre l’evento. Un evento che è storia per Cava, per la campania, per tutta l’atletica. A confermarlo anche la prestigiosa presenza di Giacomo Leone, ultimo europeo a vincere la Maratona di New York

marco cascone dugentaMarco Cascone

Vieni sul mio blog.  https://marco-cascone.tumblr.com/

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>