TuttoCampania — 03 maggio 2017

Correre.Lunedì 1 maggio 2017, dopo una domenica ricca di appuntamenti agonistici, tutti sfrenatamente competitivi, mi ritrovo catapultata in un altro mondo: il borgo di Casaferro.

Una piccola realtà presente all’interno di Marigliano, una comunità dove si vive a misura d’uomo e sembra che stress, traffico e inquinamento siano lontani anni luce.

A pochi passi la vita caotica e frenetica della cittadina, ma basta svoltare l’angolo per ritrovarsi nel paradiso, il sonnacchioso e tranquillo borgo di Casaferro, immerso nel verde tra alberi da frutto e campi coltivati.

Una delle più tranquille e adorabili gare del panorama podistico campano, nata da un’idea della Pro Borgo di Casaferro del Presidente Francesco Matriciano, per regalare una giornata di sport e allegria a giovani atleti, amatori e master.

Oggi alla sua VIII edizione annovera oltre 300 partecipanti tra atleti e mini atleti.

Io ho preso parte a 7 edizioni e conosco questo tracciato alla perfezione: 3 km da ripetere tre volte che si snodano tra campi, verde e natura. Uno spettacolo incredibile!

E’ il primo maggio, festa dei lavoratori e pigramente, verso le 8,30 del mattino, iniziano ad arrivare gli atleti.

Con loro giovani podisti muniti di scarpette, divisa e pettorale, orgogliosamente accompagnati dai propri genitori.

Allegramente si preparano alla partenza, mentre fervono i preparativi e cittadini e tifosi iniziano a riempire le strade.

Sono da poco passate le 9,15 del mattino che il parroco si appresta a benedire gli atleti prima del via.

Uno sparo decreta la partenza e un fiume colorato si lancia alla conquista di Casaferro.

La giornata è calda ed è un piacere correre insieme agli amici di sempre.

Concludo la gara in piena serenità e mi avvio alla cerimonia protocollare alla piacevole compagnia delle amiche Antonella Celentano e Marianna Biancardi a completare il podio.

Vince la gara Lombardi Alessandro che festeggia il podio con il padre Raffaele al terzo gradino.

Un saluto voglio farlo al mitico Napolitano Vincenzo, oggi ultraottantenne che, con la sua partecipazione alla Maratona di New York nel 1991, si è guadagnato una targa ricordo affissa al muro all’angolo della via dov’è posto l’arco di partenza.

Un ringraziamento al Presidente della Pro Borgo, Matriciano Francesco per averci regalato questa bella giornata e al Presidente della Fiasp Campania Raucci Giovanni per la sua costante presenza.

marilisa carranoMarilisa Carrano per Podistidoc

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>