Cronaca slide — 01 novembre 2015

carl_lewis_sanpietro2015Si è svolta oggi a Roma in Piazza San Pietro l’ottava edizione della Corsa dei Santi, la 10 chilometri promossa dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo che ha una duplice finalità, quella di dare visibilità di festa popolare ad una ricorrenza liturgica, Ognissanti, che affonda le radici nella grande tradizione cristiana, e di

aiutare le missioni della Fondazione Don Bosco nel Mondo. L’appello di quest’anno ripropone il tema dell’anno scorso: il virus Ebola in Africa Occidentale, un terribile nemico che, grazie alla ricerca farmacologica e all’abnegazione di molte eroiche persone sta per essere definitivamente sconfitto, ma non senza lasciare sul campo dolorose rovine, soprattutto lacerazioni di famiglie spaccate e di bambini orfani. Per superare queste emergenze i missionari salesiani di Monrovia (Liberia) hanno messo a punto un progetto che si propone di offrire a questi bambini cibo, scuola e assistenza sanitaria. Sarà possibile fino a questa sera fare una donazione di 1 euro inviando un sms al numero 45598 oppure 2 euro chiamando il 45598 da rete fissa per contribuire alla causa.

I 100 METRI DI CARL LEWIS IN VIA DELLA CONCILIAZIONE – Testimonial d’eccezione di questa edizione è stato Carl Lewis, il “figlio del vento”, che per l’occasione è tornato “in pista” nella Capitale. Prima della partenza, infatti, il pluriolimpionico statunitense ha corso i 100 metri in via della Conciliazione incitato dalle migliaia di podisti presenti. Successivamente Lewis ha dato il via con il tradizionale sparo di pistola, animando poi i primi minuti della corsa: “Buogniorno Roma – ha detto Lewis – sono felice di essere qui oggi insieme a migliaia di runner in occasione di questo evento straordinario. Vi auguro di fare una buona gara, mettercela tutti ma soprattutto divertirvi. E non dimenticate di sostenere il progetto della Fondazione Don Bosco nel Mondo con una donazione”.

 

LA GARA: RECORD DI ARRIVATI, 4378. BIS PER LA RUANDESE MUKASAKINDI, PRIMO SUCCESSO PER IL MAROCCHINO ZAIN – 4.378 arrivati (48 nazioni le nazioni rappresentate), 300 in più rispetto allo scorso anno. Nello specifico sono stati 3354 gli uomini e 1024 le donne al traguardo. In totale sono stati 6.000 i partecipanti, inclusi gli iscritti alla prova non competitiva di 3 chilometri. La vittoria è stata conquistata dal marocchino Jaouad Zain, che ha chiuso in 29:35, allungando sulla linea del traguardo sul keniano David Kanda (29:44) e sul marocchino Hakim Radouan (29:44). In campo femminile ha vinto per il secondo anno consecutivo la ruandese Claudette Mukasakindi, che ha chiuso in solitaria i 10 chilometri in 34:15, un minuto in meno rispetto alla sua prestazione del 2014. Al secondo posto la keniana Ruth Chebitok (34:44), al terzo Sara Carnicelli (36:12).

RISULTATI/Results

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>