TuttoCampania — 19 gennaio 2009

Napoli.- Nel PalaVesuvio di Ponticelli la Fidal Campania ha organizzato le due giornate di gara dei Campionati Regionali Individuali e di Società Assoluti/Allievi Indoor 2009. In gara sulla pista e nelle pedane dell’impianto in Sala, atleti provenienti da tutte le Province della Campania per la conquista dei titoli regionali individuali e di società. Nel settore maschile i migliori risultati tecnici sono arrivati dal napoletano Giovanni Albano(Partenope)con i  doppi Titoli Regionali Assoluti ed Junior  conseguiti nei 400m(52’06) e negli 800m con il tempo di 2’01’26. Nella finale dei 60m si è registrato lo sprint vincente di Luigi Bocola(Atl. Marano) con il crono di  7’13’ Ancora tra gli Assoluti da segnalare i Titoli ottenuti dai sanniti della Lib. Benevento con Stefano Tremigliozzi nel Lungo(7,03); Massimiliano Ciannarella nel Peso (15,18) ; nei 60hs con Mirko Masullo  (8’64) e nei 5 Km di Marcia con Gianpiero Palumbo con il tempo di 19’27’7. Per i colori dell’Agg.Hinna in evidenza i Titoli Assoluti ottenuti nei 1500m dal torrese  Pasquale Scala(4’05’81);nell’Alto da Salvatore Chierchia(1,88); nell’Asta da Marco Perna ( 3,80) e nei 3000m con Pasquale Cirillo con il tempo di 9’08’09. Nel settore Assoluti femminile alla ribalta le atlete del Centro Ester con Annamaria Vanacore  con i Titoli nei 1500m(5’01’73) e 3000m (10’41’32); di Angela Virenti nei 400m(1’03’56)e Triplo(11,18);nei 3 Km di Marcia con Tatiana Gabellone(14’09’) e nell’Asta con Roberta Sorbino che consegue anche il record regionale Juniores con l’asticella posta a 3,20. In evidenza la torrese Anna Generali(Agg. Hinna)con i Titoli Assoluti nei 60hs(9’56) e negli 800m (2’26’96) e della sannita Oriana De Fazio(Astro 2000) con i Titoli nei 60m(7’79) e nel Lungo con un balzo di 5,06. Nella categoria Allievi su tutti è emerso lo stabiese Francesco Campana(Agg. Hinna)  che nei 5Km di Marcia ottiene il titolo ed il nuovo primato regionale con il tempo di 22’20’7.  Tra gli Allievi  da segnalare i Titoli ottenuti nei 60hs  di Antonio Avella(Agg.Hinna) con 8’62; di Stefano Pisani(Partenope) nell’Alto con 1,70; nel Peso da Antonio Laudante(Arca Atl. Aversa)con un getto di 15,37 e nei 60m con Ciro Riccardo(Lib. Benevento) con il crono di 7’20. Nel Peso si è registrato il doppio Titolo Assoluti/Allieve di Valentina D’Urzo(Atl. Marano ) con un getto di 10,58. Nel Campionato di Società Assoluti maschile sul gradino più alto del podio è salito il team della Lib. Benevento che ha preceduto rispettivamente in classifica la Partenope e l’Agg. Hinna. Il Titolo di Società Assoluti femminile  lo conquista nettamente il Centro Ester che precede in classifica la Partenope e Agg. Hinna. Il Titolo di Società Allievi lo conquista la Partenope che precede in classifica rispettivamente l’Arca Atl. Aversa e la Lib. Benevento. Il Titolo Allieve lo conquista l’Astro 2000 precedendo la Partenope e l’Atl.Marano

Autore: Enzo Miceli

Share

About Author

Peluso

  • Luigi Chierchia ASD Agg Hinna

    La situazione è grave. L’ atletica in Campania si poteva fare e si può fare solo con il concorso di tutte le sue forze sane ( che non sono molte! ).
    L’ andamento e l’ impostazione del confronto (scontro) elettorale e il suo esito, hanno difatti escluso un patrimonio di esperienze tecnico-dirigenziali peculiari, che, ( sfido chiunque a provare il contrario), avevano prodotto ATLETICA!
    Con le polemiche non si risolvono i problemi, ma è bene chiarire; personalmente non ho rinnovato la collaborazione col settore tecnico per coerenza: se per il vecchio consiglio quest’ organo era stato fortemente criticato per deficenze e errori, mi sembrava opportuno e razionale, poi, non aderire a quello nuovo, accettando le decisioni della maggioranza.
    Le contigenze attuali impomgono, urgentemente, un chiarimento. La domanda da porsi è: quale atletica vogliamo fare? Siamo proprio convinti che le linee tecnico-politiche attuali emerse dalle proposte, in particolare dalla delibera sugli incentivi, della nuova giunta siano orientate nell’ interesse dell’ ATLETICA?
    Non è facile mediare tra le esigenze di quelle componeneti, che di fatto hanno deciso il confronto elettorale, rappresentanti “dell’altra atletica”, e quelle dell’ atletica di chi si allena e cerca di farlo seriamente pur tra mille difficoltà.
    L’ altra atletica merita tutto il rispetto possibile e immaginabile, però, per cortesia……..

  • MARCO PISCOPO SEGRETARIO FIDAL REGIONALE

    Caro Luigi,

    premesso che la Struttura Tecnica Regionale ha interpellato tutte le Esperienze Tecniche della nostra Regione, riscontrando, in molti, il rifiuto alla collaborazione, Ti ricordo che, esaudendo Tue specifiche richieste, sono state inserite, nei programmi regionali, gare finalizzate a Tue esigenze tecniche:
    · 24 gennaio: Alto maschile e femminile;
    · 7 febbraio: 800 maschile e femminile.
    ‘l’Altra Atletica’ che dovrebbe meritare rispetto è, forse, quella che hai proposto con le seguenti richieste???:
    · ‘Possono gareggiare, i miei atleti, in sei specialità, cioè tre nel primo e tre nel secondo giorno, anziché due nell’arco dell’intera manifestazione (come da Regolamento di Campionato)???’
    · ‘Può gareggiare, il mio atleta, nei 60 hs sia nella serie degli assoluti che, a seguire, nella serie riservata ai Juniores???’
    · ‘Possiamo invertire l’ordine di partenza delle gare, anteponendo la partenza dei Juniores a quella degli Assoluti???’.
    Ti ricordo, inoltre, che la Struttura Tecnica Regionale ha anticipato, sempre per Tue esigenze, la data di svolgimento dei Campionati Regionali di Prove Multiple.

    Se ‘l’Altra Atletica’ da te citata si rispecchia in queste Tue richieste, non è certamente da me condivisa!!!

    Saluti.

    Marco

  • papa alessandro – astro 2000 Benevento

    Come sempre non riesco a stare zitto….Caro Luigi sei stato interpellato per far parte dello staff tecnico per le tue capacità e le tue Alte conoscenze tecniche, inizialmente risulta che dovevi un attimo pensare….!!?? poi il no!….ho forti dubbi su quel tuo no!…Se il settore tecnico era stato criticato non significava che tutto non andava…..io sono stato uno di quelli che subito aveva fatto il tuo nome e se non direttamente ho cercato di portare avanti il tuo nominativo….ma credo che tù hai eseguito ORDINI DALL’ALTO!!!???…se è così (ripeto SE è così) non si costruisce niente.
    Ha riguardo di DOMENICA non voglio esprimere il mio pensiero…vorrei solo CONSIGLIARE a qui personaggi esagitati che sono entrati in campo apostrofando in modo IGNOBILE (e questo nessuno lo ha detto) componenti del comitato, di interpellare il COMMISSARIO dei giudici che ad oggi non ho visto sui CAMPI. Buona Atletica a Tutti.
    A buon intenditor poche parole.

  • luigi chierchia

    Un atleta di interesse nazionale delle prove multuiple può disputare 3 gare a riunione ( punto 1.6 Norme attività 2009). La richiesta, poi ritirata, era stata discussa con Caputo, che oltre ad essere il FT è, è stato e spero sarà un punto di riferimento per gli HS, circa i problemi tecnici dell’ attuale primatista italiano under 18. Per il resto non vedo perchè con persone come Caputo, Iovine con cui abbiamo fatto l’ Atletica non si possa discutere. Caro Marco mi hai voluto fraintendere, perchè sai bene che mi riferisco ad altro. Per me l’altra atletica, che è un mondo, a cui purtroppo, per mancanza di tempo, non posso aderire, quella amatoriale. Non è morale investire risorse finanziarie per quel settore. L’ amatore fa una scelta, bella, ammirabile, è un adulto che decide di vivere in modo sano la sua vita, tanto di cappello! Ma non c’è nessun bisogno di incentivarlo finanziariamente. Se volevate finngere di non capire……….

  • Peppe Ifigenia

    Mi sembra inutile fare polemica, spero che l’impegno profuso in questi giorni continui, evitando altre riduzioni degli incentivi per gli atleti o di esludere la marcia dei cds indoor, come avvenuto per l’attività invernale . Cercate di andare avanti con attenzione , solo così potremo rivivere belle giornate di atletica!!!!!!! Auguri Marco

  • alessandro greco isaura valle dell’irno

    poi ci si chiede come mai ad un campionato regionale vi sono solo 2 atleti per categoria.. beh la risposta si è avuta domenica.. e se qst anno ce n’erano 2 l’anno prossimo nn ce ne sarà nessuno… domenica c’era un’anarchia totale e si sono verificati gesti di isterismo… bisognerebbe solo far rispettare le regole e saper contare

  • raffaele colantuono

    sono d’accordo con molte cose dette per il bene dll’atletica.ma rispettando tutti gli intervenuti ,qualquno non èchiaro anzi non rispetta l’altra atletica pur sapendo che è quella che porta molti soldini alle casse della fidal……….

  • Luciano Caputo – Fiduciario Tecnico Regionale

    Il CDS indoor è una manifestazione non regolamentata a livello nazionale, pertanto è facoltà dei Comitati Regionali organizzarlo e definirne le norme. Per le gare di marcia indoor (maschile 5km e femminile 3km) la Fidal non ha ancora stilato le relative tabelle di punteggio. Esistono tabelle su queste distanze ma di altre categorie. Mi spiego: ad esempio per i 5 km maschili avremmo potuto utilizzare la tabella allievi, mentre per la gara femminile la tabella cadette. Se avessimo fatto tale scelta avremmo attribuito ai partecipanti alle gare di marcia punteggi non omogenei alla altre gare del programma tecnico, col rischio di sfalsare completamente le classifiche. Queste, e solo queste, sono le motivazioni della esclusione delle gare di marcia dal cds regionale indoor.

  • Aldo Patruno a.p.d. HIPPOS CAMPI FLEGREI

    Al Presidente della Fidal , Sandro Del Naia,
    Caro Presidente, ti invio questa mail per scusarmi della reazione, forse sopra le righe, ai numerevoli errori occorsi Domenica 18 gennaio 2009, ai C.R. INDOOR.
    Ma credo che non si possa pretendere, sempre e comunque che i fruitori del servizio FIDAL, debbano adattarsi a qualsiasi disagio, ai consueti ritardi(abnormi) sul programma orario, agli errori dei giudici etc.
    (Certamente ,tutto ciò non è il giusto corrispettivo ai circa 2000euro che annualmente versiamo alla Federazione)…………….Chi subisce maggiormente tali condizioni non siamo solo noi dirigenti o allenatori, ma soprattutto i nostri ATLETI che, inevitabilmente ,tendono ad allontanarsi da un mondo che gli sa offrire poca attenzione e scarsissimo RISPETTO.(l’Atleta deve essere il centro del nostro lavoro)………………………………………………………………………………………………………………
    Mi auguro che tu riesca a risolvere in breve tempo i problemi organizzativi che si sono palesemente evidenziati in queste prime giornate agonistiche. Nell’augurarti Buon Lavoro ed Ottimi Risultati,
    affettuosamente ti saluto.
    Aldo PATRUNO

  • Agostino Scebi, atleta-tifoso

    IN RISPOSTA A MARCO PISCOPO
    sono anni che ci conosciamo e ridurre a semplici richieste per proprio interesse non mi sembra proprio una tua reazione, Luigi non ha richiesto spostamenti e cambio di orario per interessi propri, perchè aveva altri impegni o etc. ma semplicemente perchè noi ragazzi, e maggiormente chi comunque deve lottare per un titolo italiano, non possiamo gareggiare 3 settimane di fila scaricando inevitabilmente per altrettante settimane. In che condizioni si arriva ad un Campionato? Inche condizioni si continua la preparazione?In che modo recuperare 3settimane leggere leggere se i campionati individuali indoor stanno il 15 febbraio?Bisogna scaricare fino al 15 febbraio da inizio gennaio?beh questo è quello che penso magari sarò influenza dalla “mente malvagia” del mio allenatore ma almeno in questo modo una settimana quasi due di mezzo carico le abbiamo fatte…e non sono poche!
    Ci vediamo sui campi marco=)

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>