Anteprima slide — 19 ottobre 2018

podistiTricolore in palio a Foligno (Perugia) che domenica 21 ottobre accoglie i Campionati Italiani di mezza maratona. Nelle strade della località umbra saranno in palio sei titoli sui 21,097 chilometri: assoluti, promesse e juniores, per uomini e donne. Fari puntati sulla gara femminile con Sara Dossena (Laguna Running), che ha realizzato un mese fa il record personale (1h10:10 a Udine) e tra due settimane tornerà alla maratona di New York dopo il sesto posto e l’argento per team agli Europei di Berlino. Non sarà l’unica azzurra al via di una sfida che attende anche la compagna di club e primatista italiana di maratona Valeria Straneo, rientrata in azione di recente, e la campionessa in carica Sara Brogiato (Aeronautica). Curiosità per il test su strada della 23enne Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana), al debutto su questa distanza, protagonista in estate nei 3000 siepi (seconda italiana di sempre per raggiungere la finale continentale). Al maschile da seguire Ahmed El Mazoury (Atl. Casone Noceto), secondo quest’anno alla rassegna nazionale dei 10 km, che dovrà vedersela con il 22enne maratoneta Alessandro Giacobazzi (Aeronautica) e con il vicecampione europeo di corsa in montagna Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe). La manifestazione, anche quest’anno, sarà valida come quarta e ultima prova del Campionato Italiano assoluto di società di corsa, su un tracciato che si sviluppa in buona parte nel centro storico cittadino con partenza (donne alle 9.30, uomini alle 9.45) e arrivo in piazza San Domenico, dove nel 2016 si era svolta la kermesse tricolore sui 10 chilometri.

DONNE – Quest’anno Sara Dossena ha già vinto il titolo italiano dei 10 km su strada, ad Alberobello, nel percorso di avvicinamento alla maratona di New York che l’ha condotta anche al personal best sulla mezza distanza con 1h10:10 a Udine, miglior crono di un’azzurra nelle ultime quattro stagioni. Per la 33enne lombarda del Laguna Running, argento a squadre e sesta nella maratona agli Europei di Berlino in 2h27:53 togliendo oltre un minuto e mezzo al proprio limite, la tappa più recente è stata domenica scorsa, quando sui 32 km di Parma ha chiuso in 1h52:06 con un netto progresso rispetto a un anno fa (1h54:23). Nella stessa gara era impegnata anche la compagna di colori Valeria Straneo per chiudere in 1h58:13 ed entrambe si ritroveranno alla rassegna nazionale di Foligno. La 42enne alessandrina, due volte d’argento in azzurro (ai Mondiali 2013 e poi anche negli Europei 2014), in seguito a uno stop per problemi fisici è rientrata a metà settembre con 1h13:16 alla Mezza di Monza e 1h13:52 a Vinovo, una settimana più tardi. Confermata la presenza anche della torinese Sara Brogiato (Aeronautica), vincitrice del tricolore nella scorsa edizione ad Agropoli, prima di crescere quest’anno con 1h13:53 ai Mondiali di Valencia: poi ha avuto una giornata storta nella mezza di Vinovo (1h18:31), con sensazioni migliori alla 30 Trentina di Levico Terme in 1h53:58. Un’altra atleta di punta è senza dubbio la 23enne Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana): rivelazione degli Europei di Berlino con una gara coraggiosa nella batteria dei 3000 siepi, 9:34.02 e seconda azzurra alltime, poi si è laureata in storia antica e a Foligno si metterà alla prova in un test su una distanza decisamente più lunga. Non sarà al via Anna Incerti (Fiamme Azzurre), ma proveranno a inserirsi nelle prime posizioni anche la siciliana Silvia La Barbera (Caivano Runners), Claudia Pinna (Cus Cagliari), le azzurre della corsa in montagna Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior), Gloria Giudici (Freezone) e Barbara Bani (Freezone), l’umbra Laura Biagetti (#iloverun Athletic Terni).

Tra le under 23 difende il titolo Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), opposta alla campionessa juniores della scorsa stagione Azzurra Ilari (Atl. Amatori Osimo) e alle gemelle Barbara e Francesca Vassallo (Pol. Bagheria), nella prova under 20 in gara la vicecampionessa dei 10 chilometri Elisa Giuseppetti (Ad Maiora Frascati). Per i campionati di società iscritte l’ugandese Juliet Chekwel (Gs Lammari), 1h09:45 il 7 ottobre a Cardiff, e la burundese Elvanie Nimbona (Caivano Runners) che a Udine si è piazzata alle spalle dell’azzurra Dossena in 1h10:32.

UOMINI – L’atleta italiano con il miglior accredito alla partenza è Ahmed El Mazoury (Atl. Casone Noceto), 1h02:39 alla RomaOstia del 2015 mentre quest’anno il 28enne lombardo ha corso in 1h03:26 nella mezza primaverile di Berlino e poi anche 1h04:09 a Udine, dopo il secondo posto di inizio settembre ad Alberobello nella rassegna tricolore sui 10 chilometri. Per il giovane maratoneta Alessandro Giacobazzi c’è non solo l’obiettivo di ripetere il titolo under 23, ma anche di cercare un piazzamento di vertice a livello assoluto: in questa stagione il 22enne emiliano, che da poco ha fatto l’ingresso in Aeronautica, si è portato a 1h04:52 sulle strade di Barcellona. Attenzione agli specialisti della corsa in montagna a cominciare dal trentino Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe), vicecampione europeo nel giorno della storica tripletta italiana a Skopje, che punta ad avvicinare il primato personale di 1h04:48 ottenuto in febbraio a Verona, senza dimenticare il comasco Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), ex iridato di lunghe distanze e migliore azzurro agli ultimi Mondiali di Andorra dove si è piazzato settimo. Il club scudettato dell’Atletica Casone Noceto schiera tra gli altri anche Francesco Carrera, Giovanni Auciello e Italo Quazzola, ai nastri di partenza quindi l’ex tricolore di maratona Dario Santoro (Caivano Runners), assente invece il campione uscente Yassine Rachik (Atl. Casone Noceto). Nell’ambito dei Societari, attesi diversi atleti africani come i keniani Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane), Joel Maina Mwangi (Dinamo Sport) e Andrew Kwemoi Mangata (International Security Service) oltre al burundese Onesphore Nzikwinkunda (Atl. Casone Noceto). In lotta per i titoli promesse anche il tricolore dei 10.000 su pista Nfamara Njie (Atl. Casone Noceto), Francesco Agostini (Brixia Atletica 2014) e il vincitore juniores della scorsa stagione Mustafà Belghiti (Cs San Rocchino), tra gli under 20 il pugliese Pasquale Selvarolo (Barile Flower Terlizzi), campione di categoria nei 10 chilometri su strada.

SOCIETARI – Quella di Foligno è la quarta e conclusiva prova del Campionato Italiano assoluto di società di corsa. Dopo le prime tre (il cross tricolore di Gubbio, i 10.000 metri su pista e i 10 km su strada di Alberobello), al comando tra gli uomini l’Atletica Casone Noceto in caccia del sesto titolo consecutivo davanti a International Security Service Nola e Atletica Recanati, mentre al femminile le bresciane della Freezone guidano sul team lucchese del Gs Lammari e sulle campionesse in carica della Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera. Alla quinta Mezza Maratona Città di Foligno sono iscritti più di 1300 atleti, con l’organizzazione affidata all’Atletica Winner Foligno, nella località che aveva già ospitato la rassegna tricolore maschile di mezza maratona nel 1997 e 1998, ma è la quinta volta in Umbria dopo le edizioni di Perugia (uomini 1959) e Gubbio (donne 1982).

Luca Cassai
ufficio stampa fidal

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>