Atletica News slide — 10 luglio 2017

Segatel (2)Altre cinque migliori prestazioni nazionali nella terza e ultima giornata dei Campionati italiani master, allo stadio Luigi Muzi di Orvieto (Terni). In questa edizione della rassegna tricolore “over 35” su pista, il totale è quindi di 10 primati battuti con la perla del record mondiale nel salto in alto M55 realizzato ieri da Marco Segatel a quota 1,91. Un evento notevole anche per le grandi cifre di partecipazione, visto che erano più di 2500 gli atleti-gara iscritti. Nella sessione conclusiva, spicca la volata di Gianna Lanzini (Assi Giglio Rosso Firenze) che sui 200 metri con 28.53 nonostante il vento contrario (-0.8) toglie oltre un decimo al suo precedente limite SF55 di 28.64 ottenuto al Golden Gala di Roma. Dal mezzofondo arriva il primato sui 2000 siepi nella stessa categoria di Patrizia Passerini (Acquadela Bologna) in 8:32.51, mentre nel triplo SF70 Elvia Di Giulio (Romatletica Footworks Salaria Village) atterra a 6,05 (-1.1). Due record nell’alto maschile: Roberto Fasoli (Atl. Sandro Calvesi) aggiunge un centimetro a quello SM80 superando la misura di 1,19 dopo averlo pareggiato con 1,18 nel mese di maggio, tra gli SM85 Aldo Zorzi (Sportclub Merano) eguaglia il primato di 1,05 che proprio a Orvieto, nei campionati italiani del 2013, aveva saltato il compianto Silvano Pierucci.

In un caldo weekend sulla veloce pista della città umbra, nella manifestazione organizzata dall’Atletica Libertas Orvieto, tante sfide appassionanti oltre ai primati. Di nuovo protagonista Alfonso De Feo (Liberatletica Roma) sui 200 SM50 con 23.18 (-0.5), a soli sette centesimi dal suo record di categoria, invece Mario Soru (Atl. Selargius) corre in 26.86 (-1.7) tra gli SM65. Tornando all’alto Silvano Giavara (Sportclub Merano) arriva a un centimetro dal limite SM75 con 1,34 e poi tenta 1,37 senza fortuna.


Patrizia Passerini (FotoGP)

Nel giavellotto SM40 in evidenza Hubert Goller (Athletic Club 96 Alperia) con 60,28 e sugli 800 SM50 il campione mondiale Francesco D’Agostino (Atl. Virtus Castenedolo) prevale in 2:10.01. Al femminile sfiora il suo primato del triplo SF65 Maria Grazia Rafti (Liberatletica Roma) con 8,30 (-1.0), nello sprint fa doppietta tra le altre Denise Neumann (Atl. Ambrosiana) in 26.36 (+0.6) sui 200 metri. Per i master il prossimo appuntamento sarà con gli Europei di Aarhus (Danimarca) dal 27 luglio al 6 agosto, in attesa della finale del Campionato italiano di società master su pista che si svolgerà il 16-17 settembre a Montecassiano (Macerata).

Luca Cassai

ufficio stampa fidal

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>