Cronaca — 14 agosto 2011

Bologna :: Camminata Sui Colli Bolognesi :il giorno 14 agosto 2011: Km 11-6-2 (vg2) ( 08:30 ) Partenza/arrivo: parco Cavaioni. Premio in natura a tutti i partecipanti: un pacco di biscotti o una confezione di confettura di frutta Splendida domenica per correre,temperatura calda e non eccessivamente umida. La partenza è al parco Cavaioni, che si trova sopra un colle. Io opto per una partenza anticipata alle 8,10; 20 minuti prima della partenza ufficiale 8,30. Questo perché immagino una camminata fatta di saliscendi. Il primo tragitto è sulla rotabile lungo un falsopiano con curve sia a destra che a sinistra per il primo chilometro come ben segnalato da un cartello. A seguire una lieve discesa contornata da campi coltivati e case coloniche, camminando sempre all’ombra degli alberi. E così, mentre si corre e si cammina, ci sono i volontari che fanno rallentare le auto e indicano il percorso giusto tra le varie stradine, che a parte il cartello col nome sembrano tutte uguali per chi come me non è esperto conoscitore della zona. Non mancano cartelli che indicano il percorso e i chilometri effettuati. Ecco che si affronta la salita in tornanti dove i partecipanti possono occupare tutta la rotabile in larghezza perché c’è un bel cartello di divieto di circolazione del traffico. Dal basso si vedono in alto le persone che arrancano, è abbastanza dura, ma con un po’ di buona volontà si è in cima e si guarda verso il basso orgogliosi. Mi inoltro nel bosco, dove la strada è sempre ricoperta di catrame, lungo la strada ci sono di tanto in tanto panchine con tavoli, ottime per un eventuale spuntino. Si arriva al punto ristoro per la gioia di chi sceglie la 11 km o l’alternativa di 6. Si ritorna sull’asfalto per la gioia di chi corre ad andatura più sostenuta, con ripetute salite e discese; poi falsopiani e quindi si arriva all’ultimo chilometro. Bello, anzi bellissimo nel bosco si respira un’aria salubre si procede lungo un sentiero; tra una discesa e un’altra, arrivano sorpassandomi i corridori della 11km. La camminata nasconde una bella sorpresa, si arriva al punto più basso del bosco e si apre come per incanto una radura con un laghetto. Appostati ci sono 3 fotografi che aspettano i corridori ‘veloci’. Si procede ancora fino ad arrivare ad un campo mietuto che si attraversa ,in salita Poi si vedono le auto lasciate dai partecipanti e quindi la villa, che si trova al punto di arrivo e di ristoro. Una camminata da respirare a pieni polmoni. Virginio Cerreta

Autore: Virginio Cerreta

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>