slide TuttoCampania — 29 maggio 2016

caivano 2016 mondial meryem (1)Sì, non è facile organizzare il sabato sera, i problemi di organizzazione si amplificano alla massima espressione, qualcuno del posto magari storce il naso per qualche blocco stradale, ma vi assicuro che la gran parte della gente vuole vivere questi momenti, vuole partecipare all’evento, vuole godersi la gara e farne parte. A Caivano, in occasione della prima edizione del “Trofeo Mondial Service” (Organizzazione curata dal Team Caivano Runners, coordinatore del tutto il Presidente Luigi Celiento) è avvenuto proprio questo: un paese in festa, la villa comunale gremita di atleti e mini atleti, partenza e arrivo pulsante di pubblico, così come tutte le strade attraversate. Questa è l’atletica su strada che promoziona, questa l’atletica su strada che coinvolge, anche a discapito di qualche malcapitato con la puzza sotto al naso, ma con la consapevolezza di avere dalla propria parte la gran parte della gente, e chi ama le cose vissute e fatte bene.

Gara

Presenza prestigiosa quella di Ruggero Pertile, e con lui tantissimi atleti di grosso calibro a rendere la gara molto attesa e giustamente adrenalinica. Gran gara in campo maschile, gran gara in campo femminile: questo a fine evento la sintesi cronometrica ed agonistica vissuta. Ritmi impressionanti fin dal primo metro (complice anche il traguardo volante posto a poco meno di metà gara), con Oukhrid Loussaine e Yassine Kabbouri indemoniati a concorrere allo stesso spalla a spalla. Alla fine traguardo volante andato a Oukhrid, con Yassine che poi ha pagato per lo sforzo invano fatto (sarà quinto all’arrivo). Oukhrid invece ha continuato sul ritmo, con solo una limitate decelerazione negli ultimissimi km, per poi vincere solitario in un impressionante 28’56”. Alle sue spalle battaglia per le primissime posizioni, con Ruggero Pertile in gran rientro nel finale (suo il secondo gradino del podio a 25” dal leader), con due giovanissimi al terzo e quarto posto: Dario Santoro (Potenza Picena) e Michele Stingone (a rappresentare il team Organizzatore: Caivano Runners). Detto di Kabbouri al quinto posto, ottima prova per l’altro giovanissimo in gara: El Jebli Hajjaj (Enterprise, 6^).

Gara donne, con confronto vissuto sin sotto l’arco di quasi metà gara tra Meryem Lamachji e Siham Laaraichi. Traguardo volante andato alla prima, con Siham ad un battito di ciglia. Poi però Meryem ha tenuto il ritmo (tanto da vincere in poco più di 34’), con Siham comunque brava a tenere duro e fare sua la seconda piazza, proprio davanti all’altra Marocchina Fatima Moaaouya. Prima italiana all’arrivo Loredana Brusciano (quinta), preceduta dalla ragazza Magrebina Farhoun Hanan. Sesta al traguardo (e seconda italiana) Mena Febbraio, con la terza piazza in bianco rosso e verde per Martina Amodio (Stufe di Nerone).

In primavera e in estate le gare serali son decisamente più dure da organizzare, ma il risultato (quanto è come quello di Caivano, del Trofeo Mondial Service) è decisamente un risultato che esalta lo spettacolo, che sa fare una gran differenza: fa vivere la gara al paese, alla città, agli altri (e non solo agli atleti).

Marco Cascone.Marco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>