Atletica News slide — 19 aprile 2013

usain-boltSi avvicina a grandi passi la 33esima edizione del Golden Gala, in programma il 6 giugno allo Stadio Olimpico di Roma nel ricordo di Pietro Mennea e sotto il segno di Usain Bolt. Quella 2013 sarà un’edizione speciale in considerazione della intitolazione a Pietro Mennea, l’inarrivabile campione azzurro scomparso il 21 marzo scorso. Il nuovo logo del Golden Gala include nella sua espressione anche l’immagine di Mennea, che fu straordinario protagonista della prima edizione: quella tenuta nel 1980, a soli otto giorni dalla sua vittoria olimpica nei 200 metri dei Giochi di Mosca. Per un evento di assoluta eccellenza sportiva come quello capitolino è stata lanciata una campagna di comunicazione firmata Brand Portal, in collaborazione con le “Sorelle Ferroni” (sartoria teatrale tra le più antiche ed affermate in Italia): l’immagine promozionale del Golden Gala 2013 vede la stella annunciata della manifestazione, Usain Bolt in vesti reali insieme a tre atleti azzurri: il bronzo olimpico del triplo Fabrizio Donato, la campionessa del mondo junior del salto in alto Alessia Trost, e il campione europeo indoor di salto triplo Daniele Greco. L’ambientazione caratteristica, che ritrae i quattro campioni come ‘i reali dell’atletica’ prosegue il filone unconventional che ha già ottenuto grande successo nelle edizioni 2011 (con Bolt ritratto in corsa in abito da sera) e del 2012 (il giamaicano venne piazzato, sempre in azione, nei luoghi caratteristici della capitale, con l’ormai celebre claim “Via Condotti in 9.58”). Il Direttore Generale del Golden Gala, Diego Nepi Molineris ha annunciato inoltre le novità nella vendita dei biglietti per il meeting: saranno presto in vendita dei ticket speciali che fungeranno da veri a proprio pass per accedere a tutte le aree degli spalti dello stadio Olimpico. Gli appassionati che sceglieranno questa formula (il costo è di 30 euro) potranno dunque vedere le gare da ogni angolazione, muovendosi liberamente nei vari settori dello stadio per vedere più da vicino i propri beniamini.
Le prime parole del presidente FIDAL Alfio Giomi sono dedicate a due donne: “Manuela, la moglie di Pietro Mennea, a cui il Golden Gala sarà dedicato, e Sara Simeoni che oggi festeggia un compleanno speciale e che con Mennea è stata uno dei personaggi che ha fatto la storia dell’atletica italiana. Quella del 2013 sarà un’edizione speciale del meeting, non solo per il ricordo di Mennea e per il ritorno, non affatto scontato, di Bolt a Roma. Questo, tra l’altro, è l’anno del 60° anniversario dello Stadio Olimpico che ha accolto l’Olimpiade, i Mondiali, gli Europei e tante edizioni del Golden Gala. E’ per questo che vorremmo fosse sempre più anche lo stadio dell’atletica.  Qui il 6 giugno vedremo tanti atleti italiani, non come ospiti, ma da veri protagonisti sulla strada che porta ai Giochi di Rio. E poi nei giorni precedenti tornano i Giochi Sportivi Studenteschi organizzati con il MIUR e una lunga serie di iniziative promozionali frutto della partnership di alto livello con CONI Servizi. Un ringraziameneto particolare alla RAI che tra RaiSport e Rai 3 ha previsto tre ore di diretta del meeting”.
Il presidente del CONI, Giovanni Malagò lancia, quindi, un messaggio chiaro: “Sono felice di vedere la grande atletica allo Stadio Olimpico. In un momento difficile come quello che sta ora attraversando il nostro Paese, un evento come il Golden Gala ci fa rialzare la testa”.  
Al Direttore Tecnico del meeting Luigi D’Onofrio, il compito di svelare importanti anticipazioni sullo stellare cast del Golden Gala: “L’antagonista di Usain Bolt sui 100 metri sarà Justin Gatlin, bronzo olimpico a Londra 2012. Una sfida che vedrà sui blocchi di partenza una nutrita pattuglia di sprinter accreditati sotto il muro dei 10 secondi. Dell’ultima edizione dei Giochi sono attesi a Roma almeno 9-10 medaglie d’oro, diversi campioni del mondo e tanti altri atleti saliti sul podio a Londra.  Senza dimenticare che su 16 gare avremo 14 vincitori della Diamond League 2012. Tutto questo malgrado il Golden Gala sia il primo meeting europeo del circuito, ad appena una decina di giorni dai Trials americani e giamaicani. E poi tanta Italia con gli azzurri pronti a giocare un ruolo da protagonisti. Mi riferisco ai triplisti Donato e Greco e alla giovane Alessia Trost che nell’alto dovrà vedersela con l’olimpionica Anna Chicherova. Al  completo l’asta maschile con il campione di tutto Lavillenie nuovamente opposto ai tedeschi Otto e Holzdeppe, mentre nei 100hs arriva un’altra stella d’oro, l’australiana Sally Pearson”.

Ufficio stampa fidal

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>