Cronaca — 18 aprile 2010

GAGLIANICO – Per l’edizione 2010 della “Biella – Santuario di Graglia” si riconferma il successo che nel corso degli ultimi anni (malgrado il “passaggio a vuoto”, ovvero la mancata edizione 2009!) ha contribuito a fare di questa gara una vera e propria classica del panorama podistico biellese. Nella plumbea e fredda mattinata di domenica sono stati 220 gli atleti sulla linea di partenza di via Lamarmora, che alle 9.00 hanno dato il via alla competizione. 198 sono stati poi coloro che hanno portato a termine la prestazione guadagnandosi il posto in classifica.
La vittoria è andata anche quest’anno al vincitore di due anni fa, nonché detentore del primato della gara, il cuneese Marco Galliano del G.S. Roata Chiusani, che dopo aver condiviso i primi chilometri con il biellese Alberto Mosca e Francesco Bianco, a metà percorso fa il vuoto dietro di sè e chiude in 39′ 43″.
Da segnalare nella top-ten l’eccellente risultato del primo atleta gragliese, Erich Grisoglio, in forza alla A.S.Gaglianico 1974, cui il tempo di 46′ 46″ è valso la 9 posizione assoluta.
In campo femminile, vittoria assolutamente “di casa”: prima classificata è stata la muzzanese Arianna Regis, dell’U.G.B., che a lungo incalzata da Monica Ronzani (G.S. Zegna) è riuscita tuttavia ad avere la meglio chiudendo in 53′ 45″.
La speciale classifica di società, che assegnava il Trofeo Franco Coda, è stata vinta dalla società organizzatrice, la A.S.Gaglianico 1974. Il consueto “dovere di ospitalità” degli organizzatori ha fatto sì che i gaglianichesi cedessero il Trofeo alla seconda Società classificata, il G.S.A.Pollone.
34 nel complesso sono state le società sportive rappresentate. Considerevole come al solito la presenza di atleti provenienti da Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta; rappresentanze di fuori-regione che ovviamente non fanno che accrescere il prestigio della manifestazione e lusingare gli organizzatori.
La A.S.Gaglianico 1974 tiene a segnalare e a enfatizzare la propria gratitudine a tutti gli sponsors, che hanno permesso di premiare circa un centinaio di atleti classificati, suddivisi in 12 categorie.


 

Autore: Errico Macchetti

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>