TuttoCampania — 21 giugno 2010

Clicca per l'immagine full sizeEric Kipkemei Chirchir e Meryem Lamachi si sono aggiudicati la vittoria nella XIV edizione della Stradugenta, manifestazione nazionale su strada organizzata dall’Atletica Dugenta. Il pomeriggio di sabato 19 giugno, pur allietato da una leggera brezza, è stato accompagnato nel finale di gara da un violento acquazzone che ha messo in difficoltà una parte degli atleti presenti. Ben 648 gli arrivati al traguardo, che hanno ricevuto l’eccellente accoglienza da parte del folto pubblico presente, assiepato dietro le transenne allestite in Via Nazionale. Dapprima gli Archibugieri dell’Ass. Storica Culturale SS Sacramento del distretto Corpo di Cava con i loro costumi medievali e i colpi di archibugio, poi la partenza leggermente in salita e i due giri predisposti in modo da far vivere al pubblico l’intensità della gara. Nel primo giro erano appaiati i due favoriti della competizione il keniota Eric Kipkemei Chirchir, tesserato per l’APB di Bagheria, e il marocchino Abdelkebir Lamachi in forza all’Atl. Capua. Al 5° chilometro però l’atleta keniano decide di accelerare e lascia Lamachi a distanza relegandolo come nel 2009 sul secondo gradino del podio. Chirchir vince abbattendo il record della corsa di oltre un minuto con il suo 29’22”, seguito a 24″ da Lamachi mentre in terza posizione si piazza Nelson Dokita Olempayie (30’41”). In campo femminile, tutto ben delineato già nella prima metà gara con Meryem Lamachi (ASD Montemiletto Team Runners) che aveva già un discreto vantaggio su Salina Jabet (Atl. 2005) mentre per la terza piazza lotta fino all’ultimo metro con Filippa Oliva (ASD Napoli Nord Marathon) che riusciva nella volata finale a lasciarsi alle spalle Anna Lucyna Paniak (Antares Stabia) e Filomena Palomba (ASD AGG: Hinna), tutte racchiuse in soli nove secondi. Da segnalare anche la presenza dell’Esercito Italiano con un suo stand promozionale ben allestito. Alla manifestazione ha presenziato il pluricampione olimpico e mondiale di Canottaggio, l’indimenticabile Carmine Abbagnale che insieme al fratello Giuseppe e al timoniere Peppino di Capua hanno scritto alcune delle pagine più belle dello sport italiano.
Le premiazioni, effettuate nella sala del Consiglio Comunale, visto il perdurare dell’abbondante pioggia, hanno visto la presenza, oltre che di Abbagnale, dell’Assessore allo Sport di Dugenta Fabio Di Caprio, il Presidente del gruppo Fratres Antonio Romano, il Presidente della Fidal Campania, Prof. Sandro Del Naia e il Presidente dell’Atletica Dugenta Armando D’Abruzzo.
Tra le società, dopo il dominio negli ultimi tre anni dell’Atl. Capua, la vittoria è andata all’ASD Road Runners Maddaloni davanti all’ASD Napoli Nord Marathon e all’Atl. Capua.
Il successo della manifestazione è stato raddoppiato il giorno seguente con la 1ª festa del donatore a cui hanno preso parte tantissimi cittadini comuni per la passeggiata di 6 chilometri.
Appuntamento al prossimo anno con la XV edizione di questa manifestazione molto sentita dalla cittadina che anche a tarda sera applaudiva gli atleti stranieri intervenuti mentre si accingevano a cenare alla sagra della porchetta di cinghiale in cui molti degli  atleti si sono intrattenuti.

Autore: Roberto De Benedittis

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>