TuttoCampania — 15 novembre 2009

Sulla costa dell’antico porto romano di Miseno e dei Marinai d’Italia, la mezza maratona di Bacoli (Na) incorona Gianluca Ricci sul podio più alto. Nonostante i vigili urbani gli avessero fatto sbagliare strada (con lui, al 2° km. un piccolo drappello con i migliori in gara), il fortissimo atleta del Montemiletto (ma nella zona Flegrea giocava ‘in casa’,,,) non mostra turbamento ed  ingrana quella marcia in più, che sul traguardo si tradurrà in 90′ di vantaggio su Albelkebir Lamachi, la colonna portante dell’Atletica Capua, che deve accontentarsi della piazza d’onore.
Per il vincitore 1h 06’09’ e maglia di campione regionale di categoria per il titolo campano di 21 km. Al terzo posto Benkadir Abdelhadi (Antoniana Runners) in 1h08’01’, a completare il podio maschile. Quarto posto per il giovane Gianluca Piermatteo (Bartolo Longo) in 1h11’50’, mentre Romualdo Barbato (Napoli Nord Marathon) agguanta la quinta posizione in 1h12’05’.
La famiglia Lamachi torna alla ribalta nella gara femminile e questa volta piazza la botta vincente con la sorellina di Abdelkebir, la 22enne Meriyem, accasatasi da poco anch’essa con l’Atletica Capua. Per lei 1h20’21’ all’arrivo. La velocissima marocchina distanzia di 2′ Annamaria Vanacore (Centro Ester), che però vince il titolo regionale di categoria. Terza Maria Pericotti (Montemiletto), in 1h25’18’. Maggiore il distacco con la quarta, Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon) che impiega il 1h29’12’, mentre la polacca Anna Paniak (Anteres Stabia) chiude il quintetto delle prime donne al traguardo in 1h30’25’.
XII edizione della mezza maratona organizzata dall’Anmi di Bacoli su un percorso risultato contorto nella parte iniziale e mutato rispetto al passato, per via dei lavori nella zona delle Stufe Romane a Baia. Belli e suggestivi i tanti tratti attraversati, con la vista del mare e di alcuni scorci storici, che hanno fatto del promontorio e della costa flegrea i maggiori punti d’attrazione della storia romana e non solo. Tra i tanti la maestosa Casina Vanvitelliana, sul lago Fusaro, antica riserva di caccia dei Borbone, poi residenza di personaggi illustri.  Alla fine il tragitto di gara è risultato comunque ondulato.
Va detto, così come era successo nelle precedenti edizioni, che sul territorio d’attraversamento gli automobilisti sono stati liberi d’interpretare l’ordinanza comunale del ‘traffico vietato’, specie dall’ottavo chilometro in poi. Dopo la salita di viale Olimpico, in zona Cappella i corridori sono stati ‘assistiti’ da una lunga teoria di auto, tra vigili urbani e forze dell’ordine che – per quanto si è visto – non hanno saputo ben interpretare l’ordinanza n. 127 emanata dal comandante la Polizia Municipale e dal responsabile l’Ufficio Traffico del Comune. Le strade sono state chiuse ‘sulla carta’ ad orario, ma anche in teoria sono stati sbagliati i tempi di valutazione e la percorrenza dei podisti, tant’è che non si è capito, in quelle ore, chi dovesse transitare, se i podisti o gli automobilisti. Ma siamo sicuri che l’anno prossimo tutti sapranno porvi rimedio.
Un po’ di tranquillità a dire il vero la si è avuta sulla via decentrata che conduceva a Torregaveta, tra i canneti appena sbattuti dal venticello di ponente; ma poi in via Cappella e ritornato il caos-auto, ma solo per alcuni chilometri. Libero invece l’ultimo tratto finale, così come lo era stato in partenza.
Ospitale come sempre la società organizzatrice, presieduta dal cavalier Mario Esposito e dalla sua famiglia, con in testa Luigi Capuano; un plauso va anche a tutti i collaboratori flegrei che hanno mostrato impegno e passione per questa manifestazione. La giornata sportiva si è conclusa con il collaudato pasta party, suddiviso in tre saporose ricette. Una tradizione che a Bacoli non fanno mai mancare a tutti gli ospiti.
Testimonial il campione delle Fiamme Azzurre, Angelo Iannelli, che è intervenuto con un nutrito drappello di rappresentanti della Polizia Penitenziaria, per quel connubio sportivo con il gruppo dei Marinai d’Italia, che oggi hanno assegnato anche il titolo italiano associativo.

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

  • Giorgio Torella Pozzuoli Marathon

    Ogni anno la stessa storia….podisti e auto insieme!!! Semplicemente VERGOGNOSO!!! Bisogna smettere di partecipare a queste gare farsa.

  • Nunzio Camillo autodidatta

    Sono d’accordo con Maurielo.Aggiungo anche la delusione del regalo per i parecipanti.Molto misero
    per 10 euro.Speravo in un ricordo più significativo da portare a casa che mi potesse ricordare la mia partecipazione alla gara.

  • alessandro lauria Amatori atletica frattese

    Solo la grande passione mi ha spinto a prtecipare
    a questa gara, per me la prima……e l’ultima volta.
    Pessima organizzazione,sia dal punto di vista dela viabilità,(ho dovuto scansare auto,e
    motocicli) pacco gara………ridicolo, e dulcis in fundo, neanche una medaglia ricordo.

  • visconti,atletica marano.

    ”Non sono d’accordo con i commenti in negativo.
    Purtroppo organizzare una gara non é cosa facile e a parte gli impegni ci vogliono molti soldini,i soli 10euro a testa non compensano di sicuro le spese x cui bisognerebbe sapere,x quanto le autorità abbiano sostenuto l’evento;
    l’affluenza comunque é stata imponente e potrebbe essere da stimolo alle future edizioni.
    Abbiamo trovato un parcheggio gratuito,i bagni disponibili da consultare, la qual cosa non é facile la domenica quando gareggiamo,un ambiente amichevole e predisposto alle gare podistiche.
    Io mi sono divertito,ho trascorso insieme ad i miei amici una bella giornata di sport.
    Alla prossima edizione”.

  • Antonio Turco -Arca atletica Aversa

    Forse molti per la fretta di andare… come me… si sono anche persi un pasta party, dolcetti e varie che hanno intrattenuti molti atleti sino alle prime ore del pomeriggio. Comunque sono completamente d’accordo con il sig. Visconti dell’atletica marano. Un forte incoraggiamento all’organizzazione… Alla prossima edizione.

  • nello asd le tartarughe

    Non condivido i commenti in negativo espressi sulla gara anzi è la seconda volta che partecipo volentieri ed il percorso molto bello anche se mi era piaciuto di più quella dell’anno scorso rammento che qualce mese fa ho partecipato ad un’altra mezza mi sono iscitto in ritardo pagato 20

  • Giorgio Torella Pozzuoli Marathon

    Se fare una gara podistica significa avere il parcheggio gratuito e bagni disponibili da ” consultare “…….allora non ci sono più parole!!!!

  • oliva filippa napolinordmarathon

    mi associo,sarà pur vero che il pacco era deludente e nn compesava i 10euro ma c’e’ di peggio.e poi il tutto veniva compesato dopo con un ricco gustoso e piacevolissimo pasta party,xkè siete andati via subito ?

  • Nunzio Camillo Autodidatta

    Attenzione amici podisti passare una domenica in festa
    come questa non ha prezzo almeno per me.Della quota di partecipazione non ne faccio peso.Non mi interessa.Quando si organizzano delle manifestazioni e si spendono i soldini detto da alcuni ,bisogna valutare gli imprevisti.Per il ricordo di partecipazione?….Ci sarà un un’altra manifestazione in futuro? Visto che è la mia prima 21 km.Un 10 e lode agli abitanti di BACOLI

  • alessandra tosti asa detur napoli

    ..e cosa dire del passaggio livello che si e’ puntualmente abbassato al nostro arrivo??? tutto fa esperenza

  • Salvatore Carella – Arca Atl Aversa

    Rispondo alla cara Filippa e a quanti hanno visto il pasta party e si sono rifocillati. Io generalmente sono la coda delle mezze e debbo dire che all’arrivo è mancata l’attenzione che si aspetta chi ha fatto uno sforzo imile, l’acqua è il minimo conforto. Appena arrivato ho chiesto da bere ma mi hanno detto che era finita. Vorrei sapere ma voi al pasta parti che avete bevuto, vino? l’acqua non si nega ne tanto meno si nasconde per ospiti più importanti. Io corro perchè mi ma queste cose lasciano il segno in chi oltre allo sconforto di non riuscire nei tempi subisce l’affronto finale.
    Non parlo poi dello scherzetto fatto al parcheggio, 3

  • carlo boccia Pozzuoli marathon

    Non riesco a parlare male della mia mezza preferita, però non bisogna chiudere gli occhi e dire che tutto va bene, quando poi, i problemi sollevati dall’amico Giorgio, li abbiamo riscontrati tutti, sia l’anno scorso con pochi partecipanti che quest’anno in cui eravamo tanti.
    Riferire di problemi riscontrati in gara, non si denigra la corsa, ma da modo agli amici organizzatori, di farsi rispettare meglio dall’amministrazione comunale, che di sicuro si è preso l’impegno a far rispettare lo stop alle auto, e che poi ha mantenuto.
    Poi le polemiche sul pacco gare o sui premi finali, lasciamoli ai cacciatori di pacchi.
    L’anno prossimo ci sarò io e anche L’amico Giorgio.

  • carlo boccia Pozzuoli marathon

    Non riesco a parlare male della mia mezza preferita, però non bisogna chiudere gli occhi e dire che tutto va bene, quando poi, i problemi sollevati dall’amico Giorgio, li abbiamo riscontrati tutti, sia l’anno scorso con pochi partecipanti che quest’anno in cui eravamo tanti.
    Riferire di problemi riscontrati in gara, non si denigra la corsa, ma da modo agli amici organizzatori, di farsi rispettare meglio dall’amministrazione comunale, che di sicuro si è preso l’impegno a far rispettare lo stop alle auto, e che poi ha mantenuto.
    Poi le polemiche sul pacco gare o sui premi finali, lasciamoli ai cacciatori di pacchi.
    L’anno prossimo ci sarò io e anche L’amico Giorgio.

  • bertone luigi ercosport

    CARI ORGANIZATORI PERCHE NON VI FATE SENTIRE DAI SIGNORI POLITICI CHE D/ESTATE PRETENDONO SOLDI X FARE AMMIRARE QUESTO POSTO INCANTEVOLE E NON FANNO NULLA X AIUTARVI SIA ECONOMICAMENTE CHE CON LA VIABILITA LO SPORTE EUN MODO ESEMPLARE X SPONSORIZZARE I NOSTRI TESORI.

  • Mario De Maio

    non smetterò mai di rigraziare: organizatori, dirigenti, allenatori e tutti quanti mi permettono di correre e gareggiare! oggi è il momento di ringraziare il mitico cav. Mario Esposito e suo genero Luigi, che con il loro entusiasmo ci hanno regalato una bella giornata di sport. Il percorso disegnato è degno non solo di un campionato regionale ma di un titolo italiano; finito con l’aspetto tecnico ci sono i problemi che tutti, noi più o meno, abbiamo avuto… servizi igienici, macchine e multe!! sono problemi che gli organizzatori cercheranno sicuramente di risolvere in toto o in parte ( x le proprie competenze e x la prossima edizione ) in quanto i primi a desiderare uno svolgimento ottimale della manifestazione sono proprio gli organizzatori .
    Viva la corsa!
    Cordiali saluti
    Mario De Maio

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>