Atletica News — 17 febbraio 2011

Sono duecentoventinove le atlete iscritte ai Campionati Italiani Assoluti Indoor 2011, in programma al Banca Marche Palas di Ancona sabato 19 e domenica 20 febbraio. In un contesto fortemente selettivo, ci saranno anche 13 atlete marchigiane, tra cui la sambenedettese Aurora Narcisi (Tecno Adriatletica Marche), oro nel peso under 23 ai Giovanili dello scorso week-end, e Donata Piangerelli (Audacia Record Atletica), quattrocentista di Porto Recanati che potrebbe puntare ad una maglia azzurra nella staffetta 4×400 per gli Europei indoor di Parigi (4-6 marzo). E poi altre due medagliate dei Tricolori promesse: Alessia Pistilli (Atl. Avis Macerata) sui 1500 metri e Chiara Natali (Sport Atl. Fermo) nei 400, entrambe d’argento, oltre all’eclettica Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche), campionessa italiana under 23 del pentathlon a fine gennaio e stavolta impegnata nell’alto e nel lungo. Sempre per la Tam, in gara Jennifer Massaccisi sui 60 ostacoli e Silvia Del Moro nel triplo, mentre la Sport Atletica Fermo schiera anche l’ostacolista Daniela Spadoni nei 60hs e le velociste Francesca Ramini, più volte protagonista nel rettilineo del Palas in questa stagione, e Yessica Stortini Perez sui 60 metri. Nei concorsi, attesa per Nadia Caporaletti (Atl. Montecassiano), neoprimatista regionale del salto con l’asta con 3,71, per la triplista Federica De Santis (Esercito/Atl. Montecassiano), bronzo tricolore under 23, e per l’anconetana Roberta Bugarini (Cus Parma), primatista master del salto in alto. Di seguito una presentazione, settore per settore, delle principali iscritte alla rassegna tricolore, tra giovani promesse e aspiranti all’azzurro per i prossimi Euroindoor di Parigi.


VELOCITA’ E OSTACOLI – Nello sprint la più veloce del 2011 è Manuela Levorato che, già in due occasioni, è scesa al di sotto dello standard federale (7.33) per gli Euroindoor. L’atleta dell’Aeronautica, un mese fa, alla prima uscita stagionale aveva subito corso in 7.32 ad Udine, migliorandosi successivamente con 7.31 al meeting tedesco di Chemnitz, fino al quarto posto (7.34) di Stoccarda. La sua compagna di squadra e campionessa in carica Maria Aurora Salvagno sui 60 – dove vanta un personale di 7.37 nel 2010 – quest’anno non è ancora andata oltre i 7.50, tre centesimi meglio della tricolore under 23 Ilenia Draisci (Esercito). In pista anche la forestale Giulia Arcioni con uno stagionale di 7.45 e un paio di uscite sui 400 metri culminate con il personal best, 54.35 a Vienna. Sul doppio giro di pista coperto la favorita è, però, la campionessa 2010, Marta Milani. La bergamasca dell’Esercito ha confermato i progressi maturati nella passata stagione che l’ha vista settima in 51.87 agli Europei di Barcellona. Per lei una punta di 53.10 (a 10 centesimi dal minimo per Parigi) proprio ad Ancona lo scorso 6 febbraio, nella stessa gara in cui Maria Enrica Spacca (Forestale) aveva fermato il cronometro a 53.42. Iscritta anche un’altra componente della 4×400 azzurra, quarta con record italiano a Barcellona, Chiara Bazzoni (Esercito) che, nella prima gara indoor dell’anno, aveva corso in 54.27. Sulle barriere dei 60hs la capolista stagionale è la campionessa italiana under 23 Giulia Pennella (Esercito), capace di ritoccare in ben due occasioni il vecchio primato nazionale di categoria: 8.23 a Firenze e poi 8.13, sabato scorso, ad Ancona. Crono che la pone due centesimi meglio dello standard federale (8.15) per la prossima rassegna continentale in sala. Proveranno a darle del filo da torcere Veronica Borsi (Fiamme Gialle), la vicecampionessa under 23 Francesca Albiani (Amsicora), la multiplista Francesca Doveri (Esercito) e una ritrovata Micol Cattaneo (Carabinieri) che, dopo il matrimonio e un 2010 in ripresa dall’intervento a cui si era sottoposta al termine della precedente stagione, ha esordito a Magglingen (Svizzera) con 8.39. Attenzione, però, anche alla campionessa uscente Marzia Caravelli (Cus Cagliari) che, iniziato il nuovo anno con 8.46, è stata poi costretta ad uno stop di una settimana a causa di una brutta influenza. Nelle staffette 4×200 sarà, quindi, battaglia tra i quartetti di Forestale (campionesse 2010), Camelot, Esercito e Audacia Record Atletica.


MEZZOFONDO E MARCIA – Negli 800 metri è iscritta Daniela Reina, ma la partecipazione della portacolori delle Fiamme Azzurre appare in forte dubbio, vista la condizione non ottimale dell’atleta che, tra influenza e qualche problema fisico, al coperto quest’anno si è vista solo per un test sui 400 francesi di Mondeville, chiusi in un ordinario 56.25. Stesso discorso per l’azzurra Elisa Cusma (Esercito), reduce da qualche acciacco e proiettata sulla stagione all’aperto. Campo libero allora per l’esperta forestale Elisabetta Artuso, capolista 2011 grazie al suo 2:05.99 di Siviglia, opposta a Lorenza Canali (Fiamme Azzurre), all’italo-ungherese Judit Varga (Assindustria Sport Padova) e a due giovani leve come Serena Monachino (Easy Speed 2000) e Giulia Viola (Fiamme Gialle). Sfida incerta sui 1500 dove, tra le altre, si presentano Margherita Magnani (Fiamme Gialle) e Valentina Costanza (Esercito). Da seguire, invece, i 3000 con Silvia Weissteiner. L’altoatesina della Forestale, settima sui 5000 dei Mondiali di Berlino, viene da un 2010 lontano dalle gare e funestato dai problemi fisici, concluso, il 31 dicembre, con una buona prova (ottava) sulle strade della BOclassic. L’azzurra, brava interprete anche del cross, ha scelto, in via precauzionale, di non misurarsi sul terreno dei prati per prepararsi al meglio in vista degli appuntamenti in sala che, a livello europeo, le hanno già regalato il bronzo nel 2007 a Birmingham dopo il quarto posto nel 2005 a Madrid. In gara con lei anche la compagna di squadra Agnes Tschurtschenthaler (9:25.87 a Liévin), la Costanza e la campionessa italiana under23 di campestre, Veronica Inglese (Esercito). Sui 3000 metri di marcia, invece, favorita è la detentrice del titolo Sibilla Di Vincenzo (Assindustria Sport Padova) alla quale proveranno a restare in scia la campionessa promesse Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), l’ex junior Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) e Federica Ferraro (Aeronautica).


SALTI E LANCI – La vicecampionessa europea del triplo Simona La Mantia torna sulla pedana che, all’esordio di fine gennaio, l’ha vista atterrare a 14,33. La triplista delle Fiamme Gialle si è poi confermata oltre i 14 metri con il 14,05 ottenuto in Francia a Liévin. Da seguire nello stesso concorso due protagoniste dei recenti Tricolori Giovanili, la campionessa under 23 Eleonora D’Elicio (Fiamme Azzurre) e quella under 18 Ottavia Cestonaro (Atl. Vicentina). Nell’alto Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle), dopo l’exploit-record da 2,04, salterà la rassegna tricolore per concentrarsi al meglio sulla preparazione in vista degli Euroindoor. Notizie dall’infermeria, invece, per le giovani Elena Vallortigara (Forestale) e Alessia Trost (Brugnera Friulintagli) che una sfortunata coincidenza ha voluto entrambe alle prese con dei problemi ad una caviglia, rischiando di mettere in forse la loro presenza ad Ancona. Attesa, quindi, per la campionessa italiana indoor 2010 Raffaella Lamera (Esercito), quest’anno capace di 1,87 a Modena dopo un mese di stop per problemi fisici, e per Elena Meuti (Audacia Record Atletica) che, domenica scorsa, a Gent, è tornata a vincere con un probante 1,88. Attenzione, però, anche alla promessa Chiara Vitobello (Camelot) con uno stagionale di 1,84, ma un personale in sala di 1,88. Nell’asta – assente l’aviera bergamasca Elena Scarpellini in progressivo recupero dall’operazione di fine estate – si incontrano la primatista nazionale assoluta Anna Giordano Bruno (Assindustria Sport Padova) e quella under 23 Giorgia Benecchi (Esercito). Tutte e due hanno già superato il 4,35 del minimo federale per Parigi, ma ad Ancona andranno in cerca di un’ulteriore conferma. Con loro si confronterà anche la talentuosa allieva della Studentesca CaRiRi, Roberta Bruni, giovane rivelazione di questo 2011 in cui ha fatto lievitare la migliore prestazione italiana under 20 a quota 4,20. Nel lungo Tania Vicenzino (Esercito) con il suo 6,42 d’accredito sembra essere la maggiore pretendente al titolo, senza sottovalutare le ambizioni di Francesca Doveri (Esercito) e Valeria Canella (Fiamme Azzurre). Passando ai lanci, il nome di riferimento è quello della primatista nazionale outdoor del peso, Chiara Rosa. La lanciatrice delle Fiamme Azzurre aveva iniziato la stagione a Nordhausen (Germania) con 17,44, poi migliorato con il 17,52 del 5 febbraio a Schio (VI). Sabato scorso si è cimentata in un test mattutino nel corso della prova tricolore delle under 23, conclusa con 16,66. Questo week-end sulla stessa pedana ci saranno anche la campionessa uscente Julaika Nicoletti (Forestale) ed Elena Carini (Esercito).




TUTTI GLI ISCRITTI


PROGRAMMA ORARIO


Minimi per gli Europei indoor di Parigi (4-6 marzo)



PROSSIME DATE STAGIONE INDOOR 2011
19-20 febbraio: Campionati Italiani Assoluti

26-27 febbraio: Campionati regionali open, ragazzi e cadetti
4-5-6 marzo: Campionati Italiani master (con Trofeo Romcaffè)

12-13 marzo: Campionati italiani paralimpici Fispes

Autore: Fidal Marche

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>