Curiosita — 15 gennaio 2011

(Padova 14.01.10) In Kenya, per prepararsi al meglio. Due degli atleti più rappresentativi di Assindustria Sport Padova, Ruggero Pertile e Yusneysi Santiusti, sono da qualche giorno sull’altopiano di Eldoret, per affinare la loro condizione in vista del ritorno alle gare. D’altra parte proprio Ruggero, inserito dalla Fidal nel gruppo degli atleti preselezionati in vista dei Giochi Olimpici di Londra 2012, ha sempre riconosciuto che aprirsi all’esperienza dei migliori specialisti africani può essere di grande aiuto
«Ci ero già stato prima della Turin Marathon e ci sono tornato per allenarmi al meglio, per una grande maratona da affrontare in primavera – spiega ‘Rero’, recentemente votato come atleta europeo del mese di novembre dalla Eaa, la federazione continentale della regina degli sport . Penso che bisognerebbe studiare di più come lavorano i keniani e gli etiopi che vanno forte e copiare da loro»
Pertile è reduce dall’esperienza al cross del Campaccio dello scorso 6 gennaio, chiuso al decimo posto, un buon risultato per lui che non è uno specialista delle corse campestri. «E’ una gara che non ho preparato, oltretutto su un terreno che non mi è congeniale, ma volevo testare la gamba in un appuntamento agonistico dopo l’incidente di novembre, quando mi ha morso un cane costringendomi a rimanere fermo per una ventina di giorni». L’atleta di Villanova di Camposampiero resterà in Kenya sino al 31 gennaio. E con lui, per la prima volta, c’è anche Yusneysi, la miglior ottocentista del club gialloblù.
Anche chi è rimasto in Italia continua però a lavorare. Saranno in tanti, nel fine settimana alle porte, ad avere l’occasione di scendere in pista, tra Galliera Veneta, dove è in programma il campionato regionale assoluto e giovanile di corsa campestre; Padova, con la riunione assoluta che si svolgerà sabato e domenica allo stadio Colbachini; Modena, dove sarà di scena il velocista Luca Berti Rigo; Firenze, dove correrà il quattrocentista Alessio Ramalli e Udine, dove nell’asta ci saranno Marco Chiarello e Anna Giordano Bruno. La scorsa settimana, al suo esordio nell’impianto sloveno di Sempeter, Anna è salita sino a 4.25 metri, tentando senza fortuna quota 4.35, minimo di partecipazione per gli Euroindoor di Parigi. Ci riproverà nuovamente.

Autore: Assindustria Sport Padova

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>