slide TuttoCampania — 19 maggio 2014

Cercola 2013Questo VI “TROFEO CITTA’ DI CERCOLA” si presenta ancora più ricco e completo, infatti, oltre all’assegnazione dei titoli individuali FIDAL, mette in palio 2 traguardi volanti, uno dedicato al 6° memorial Salvatore Laureto (al 5°km), e l’altro al 3° memorial Enzo Spina (al 2° km), “dulcis in fundo” i premi per classifica generale per i primi 5 arrivati M/F e per i primi 10 di ogni categoria Master.

GRANDE FESTA  A CERCOLA!

In 800 hanno onorato questa manifestazione e si sono presentati puntuali al “Centro sportivo G. Piccolo” di Cercola, che come ogni anno è riuscito ad accogliere al meglio questa marea di simpatici scalmanati.

Dopo la goliardica confusione che caratterizza il ritiro dei pettorali, ha inizio il riscaldamento durante il quale tutti gli atleti si disperdono nelle più svariate direzioni, per poi ricomporsi sotto l’arco di partenza, al richiamo del mitico Marco Cascone, oggi speaker della manifestazione.

L’adrenalina e l’entusiasmo sono quindi alle stelle, sia per me ed i miei 125 amici degli “Amatori Vesuvio”, che per tutto il resto dei partecipanti, che attendono impazienti il via.

Alle 9,15 in punto inizia il countdown 5 … 4 … 3 … 2 … 1 …  VIA!!!

Si parte! … forse un po’ troppo spediti, ma già al 2° km il percorso dà una regolata ai più temerari, impegnandoli in una lunga salita, costringendoli a gestire al meglio le forze. Quindi tra basalto, curve e altimetrie improbabili, si fatica fino al 7° km, dove poi una dolce discesa ci accompagna all’arrivo. Qui ci attende un giro di campo trionfale, studiato per allietare con un colpo d’occhio da manuale i tanti tifosi presenti.

La gara si è rivelata affascinante, ma decisamente dura non solo per me, ma anche per i vincitori, ai quali voglio dare merito per il loro valore accresciuto dalla difficoltà del percorso.

Nell’ordine sono :

Zitouni Youness (Pod. Il Laghetto) 32,33

Roqti Abderrafii (Finanza e sport Campania) 32,38

Barretta Antonello (Atl. Vis Nova) 32,46

Ruocco Alfonso (Atl. Vis Nova) 32,55

El Jebli Hajjaj (POd. Marcianise)33,35

A seguire Gianluca Piermatteo, Piccolo Marco, Hadam Marek, Kodom Solomon e Talib Rachid.

Laaraichi Siham (Finanza e sport Campania) 36,28

Palomba Francesca (Centro Ester Napoli ARL) 39,54

Febbraio Carmela (Napoli Nord Marathon) 40,02

Damiano Annamaria (Montemiletto Team Runners) 41,05

Palomba Filomena (Centro Ester Napoli ARL) 42,06

A seguire Di Luca Gioconda, Ausilia Balletta, Vlad Maria MagdalenaCarrano Marilisa e Cosentino Annamaria.

La mia fatica e il mio impegno oggi sono tutti dedicati a chi crede in me, mi sta vicino e si impegna per darmi i mezzi per migliorare, in primis Marco Cascone, grande professionista, preparatore atletico e speaker d’eccezione, che anche oggi sta dando prova delle sue qualità. Colgo l’occasione per ringraziarlo per avermi preso sotto la sua ala protettrice, infatti da circa un mese e mezzo mi allena ed è riuscito in così poco tempo ad allontanare quelle nuvole nere che stavano offuscando la mia passione per la corsa. Spero di riuscire a breve a gratificare il suo lavoro.

Un saluto e un abbraccio ad Aldo, che anche oggi da Assisi è stato presente con me e con noi, e non mi fa mai mancare il suo sostegno e il suo affetto, anche da lontano.

Ottima l’organizzazione della “Marathon Club Neapolis Vesevo” che ha magistralmente orchestrato il tutto, dall’accoglienza al ristoro, dalla viabilità alle ricche premiazioni. Complimenti a tutti, dalle forze dell’ordine ai volontari che hanno permesso l’ottima riuscita dell’evento.

marilisa carranoMarilisa Carrano

 

Share

About Author

Peluso

  • Marco Cascone

    Grazie Marilisa. E io sono felicissimo di seguire tecnicamente un’atleta della tua serietà e con la passione che ti caratterizza!

  • raffaele colantuono

    capisco il buonismo di chi scrive,ma il titolo è inapportuno,ancora una volta i dirigenti della fidal hanno toppato,prima con la solita pressione sull’organizzazione (ottima in tutto)di non premiare le società eps,le quali hanno boicottato la gara privando la gara di un numero di oltre 1000 atleti,punendo l’ottima organizzazione.secondo ignorando ancora una volta il mondo master,per la non presenza e non premiazioni degli stessi atleti che ancora credono nella fidal.un appunto lo voglio fare a tutti quelli che si lamentono nel dopo gara di queste mancanze da parte della dirigenza fidal è non hanno il coraggio di sciverlo.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>