Atletica News HOME PAGE — 06 febbraio 2012

Primi salti dell’anno olimpico per Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle). Oggi pomeriggio al meeting tedesco di Arnstadt, la campionessa europea indoor e bronzo mondiale di Daegu, ha esordito a quota 1,94 (superata alla
seconda) per un quarto posto pari merito con la statunitense Chaunté Howard Lowe. Seconda e terza, entrambe ad 1,97, si sono quindi piazzate la russa Irina Gordeyeva e l’olimpionica belga Tia Hellebaut, mentre la vittoria è andata ad una superlativa Anna Chicherova. La russa, iridata in carica all’aperto, è volata a 2,06 alla terza prova ovvero migliore
prestazione mondiale 2012 e la terza al coperto di tutti i tempi al pari di Stefka Kostadinova (Atene 1988) e Blanka Vlasic (Arnstadt 2010). Davanti a lei, nelle liste all time in sala, ora restano solo il 2,07 della tedesca Heike Henkel (1992 a Karlsruhe) e il 2,08 del record del mondo stabilito proprio ad Arnstadt nel 2006 dalla svedese Kajsa Bergqvist. La Chicherova arriva anche ad un centimetro dal primato personale outdoor di 2,07 saltato lo scorso luglio a Cheboksary (Russia).

Per la Di Martino quello odierno – malgrado qualche piccola disavventura con i bagagli e una pedana sulla quale non ha potuto giocarsi al meglio la carta della sua velocità – è stato un utile test di rodaggio per rompere il ghiaccio dopo le tre settimane trascorse negli Stati Uniti. La finanziera campana è, infatti, da poco rientrata in Italia dopo un periodo di allenamento presso il centro di alta specializzazione di Chula Vista a San Diego. Grazie all’1,94 saltato oggi, la primatista italiana assoluta stacca subito il pass (1,93) per i Mondiali Indoor di Istanbul (9-11 marzo) e, alla prima occasione, anche il minimo olimpico “B” (1,92) per Londra (3-12 agosto), dopo aver ripetutamente ottenuto quello “A” (1,95)
nella passata stagione. L’azzurra sarà di nuovo in pedana, il prossimo 8 febbraio, al meeting di Banská Bystrica (Slovacchia), dove nel 2011 aveva realizzato il 2,04 del record italiano indoor. Con lei anche la primatista italiana junior (1,91) Alessia Trost (Fiamme Gialle), il tricolore assoluto Silvano Chesani (Fiamme Oro) e il bronzo degli Europei Juniores Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle). Oggi, invece, ad Arnstadt, settimo posto con 2,20 per Marco
Fassinotti (Aeronautica), nella gara vinta dal russo Aleksey Dmitrik con 2,30, stessa misura del connazionale iridato indoor Ivan Ukhov (2°) e del greco Kostandinos Baniotis (3°).

RISULTATI: http://www.leichtathletik.de/results/4594_arnstadt_040212.htm#top

Share

About Author

Peluso

  • elio frescani

    Ottimo come sempre il rientro di Antonella! Facci sognare ancora con i tuoi magici salti e regalaci tante emozioni da qui all’olimpiade. Forza!!! Sei tutti noi!!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>