Cronaca HOME PAGE — 10 novembre 2011

Autore Michele Marescalchi  - 

Pronostico rispettato come da vigilia era stato previsto per gli atleti africani che si sono imposti sia tra gli uomini che tra le donne nella 13^ edizione della Maratonina Internazionale Città di Arezzo organizzata dall’U.P. Policiano Arezzo Atletica che ha visto quasi 800 atleti classificati nella Mezza e poco meno di 200 nella 10 Km.. E’ stato un  vero festival degli atleti degli altipiani keniani e delle pianure etiopi, sin dai primi km di gara dove il solo Denis Curzi (Carabinieri) ha cercato di non farsi distanziare troppo dalla truppa africana. Cosi la gara è filata via con un duello tra i keniani Chirchir, Ngeno e Koech, i due etiopi Negevo e Deme e il ruandese Rukundo. Il tutto si è deciso negli ultimi cinque chilometri quando sono rimasti in quattro (Deme-Rukundo-Negevo-Chirchir), poi negli ultimi due km duello a due tra Dereje Hailegiorgis Deme ed Erik Kipkemei Chirchir, il primo atleta con un personale di 1.00’00” ottenuto nella mezza del Lago Maggiore in primavera, il secondo reduce dal successo nella Mezza di Cremona del 16 ottobre scorso. Nell’ultimo chilometro onde non rischiare un arrivo in volata Erik Chirchir ha decisamente allungato guadagnando quel tanto che gli ha consentito di arrivare solitario sul traguardo posto in Via Roma a 50 metrida Piazza Guido Monaco. Una vittoria per Chirchir in 1.02’30” crono molto vicino all’1.02’17” di Cremona, alle sue spalle l’etiope Deme del Team Alfa Management di Modena, terzo Sylvain Rukundo (Rwa), quarto Asefa Negevo (Eth) tutti sotto il limite dell’ora e tre minuti, decimo e primo italiano Denis Curzi, secondo italiano Federico Simionato (15°), primo toscano Stefano Musardo (18° Toscana Atletica). La gara femminile è stata un monologo delle due etiopi: Ifa Geletu e Aynalem Woldmichael, dal via al traguardo finale, giocandosi il successo in volata andato alla prima con un crono di 1.14’36” e 1.14’44” piuttosto lontano dal record della corsa di 1.11’22” e anche dai personali delle due ragazze. Buon terzo posto solitario per la campana Giustina Menna, quarto per la toscana Veronica Vannucci in preparazione per la Maratonadi Torino, al quinto la romagnola Valentina Facciani.  Ordine d’arrivo maschile: 1° Chirchir (Ken) 1.02’30”, 2° Deme (Eth) 1.02’42”, 3° Rukundo (Rwa) 1.02’49”, 4° Negevo (Eth) 1.02’59”, 5° Ngeno (Ken) 1.04’21”, 6° Koech (Ken) 1.04’27”, 7° A.Kabbouri (Mar) 1.05’08”, 8° P.Bii (Ken) 1.05’33”, 9° Talam (Ken) 1.05’47”, 10° Curzi 1.05’50”, 15° Simionato 1.09’21”, 18° Musardo 1.11’34”. Ordine d’arrivo femminile: 1^ Geletu (Eth) 1.14’36”, 2^ Woldmichael (Eth) 1.14’44”, 3^ Menna 1.18’23”, 4^ Vannucci 1.18’56”, 5^ V.Facciani 1.20’07”, 6^ Garinei 1.21’37”, 7^ Gabrielli 1.24’12”, 8^ Boncompagni 1.29’09”, 9^ Baiocco 1.29’59”, 10^ Romanelli 1.32’22”.

 

 

Share

About Author

Peluso

  • silvio scotto pagliara

    Un bravo ai due amici , Federico e Giustina , per la loro prestazione alla gara .
    Federico e Giustina , noi , tutti , dell’ora di corsa al lago , li ricordiamo sempre con piacere , visto che hanno partecipato e vinto una edizion della stessa .
    ad maiora

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>