TuttoCampania — 15 dicembre 2008

Pianeta podismo: puzzle composto da migliaia di tessere, bello da vedere; l’immagine che ci rimanda colpisce per la sua varietà d’insieme e ci lascia spaziare  lo sguardo tra il finito e l’infinito cromatico.
Ogni tessera del puzzle, prelevata da più contenitori, ha un nome diverso: medico, falegname, notaio, magistrato,  meccanico, commerciante, professore, barbiere, venditore ambulante, ecc. ; ognuna si fonda, non si confonde, con la sua prossima  in una mescolanza di colore, di umanità e di moralità unica.
Questo è quello che rappresenta il puzzle, questo è ciò che ogni podista trasmette dal suo intimo al suo simile.
Al di fuori del puzzle, la parete che gli fa da sfondo a volte è una parete colorata, a volte una parete grigia


ARCIPELAGO  RUNNERS migliaia di tessere in mare aperto, isole così vicine e così lontane dal suo continente, il continente FIDAL.


Runners, gente di strada governata e manovrata da organizzatori che, a volte, sanno poco di regolamenti federali e, talvolta, lasciano attrarre l’ago  della loro bussola dal magnete business.
Alla continua lievitazione del ticket  di partecipazione alle gare¹, dalla 10 km alla maratona ed ultramaratona, spesso, gli organizzatori non offrono al podista un’adeguata qualità in servizi dati, come percorso protetto, ben misurato, ecc..


Runners, isole in un mare reso tempestoso da Norme Federali disattese, di cui è opportuno  fare qualche esempio:




  • Disuguaglianza di trattamento nel premio in denaro tra uomini e donne che, benché previsto nelle precisazione delle normative Fidal², andrebbe specificato e differenziato dalla quota uguale per tutti nei regolamenti della manifestazione.


  • Dimenticanza cronica dell’inserimento del codice di autorizzazione FIDAL nel regolamento della manifestazione³.


  • Confusione nell’ammissibilità degli atleti in gare di livello regionale⁴.

 E’ meglio, per il momento, fermarsi qui?  Non prima, però,  di ricordare:


art.24 “Norme per l’Organizzazione delle Manifestazioni”: Si ricorda che l’inosservanza delle norme federali comporta il deferimento agli organi di giustizia federale e l’applicazione delle sanzioni pecuniarie previste nonché il declassamento della manifestazione, nel calendario dell’anno successivo, al livello di classificazione inferiore.


 


¹ l’iscrizione può essere gratuita o dietro pagamento di una tassa fissata dagli organizzatori, di entità non superiore a quella decisa dal Consiglio Federale o dai Comitati Regionali competenti, ove previsto.


² art.14 – Premi e compensi agli Atleti


· Oltre agli atleti delle categorie promozionali (Esordienti, Ragazzi e Cadetti) anche gli atleti della categoria Amatori non possono accedere ad eventuali montepremi previsti dagli organizzatori. Solo nel caso in cui gli atleti Amatori vengono inseriti ufficialmente nella classifica della categoria Seniores potranno godere dei benefici di classifica, rimborsi, bonus o premi, così come previsto dall’art.11, comma 9 delle “Norme per l’Organizzazione delle Manifestazioni”.


Con l’occasione si ricorda che il premio previsto per ciascuna posizione di classifica deve essere il medesimo sia per gli uomini che per le donne.
Si precisa, comunque, che oltre al suddetto premio, gli organizzatori possono prevedere anche eventuali “premi aggiuntivi” che potranno essere diversi tra uomini e donne sulla base di una valutazione degli organizzatori stessi che tenga conto delle differenze del numero dei partecipanti, della distanza del percorso e del livello tecnico-agonistico tra atleti ed atlete.


 


³…art.9 Regolamenti Tecnico-Organizzativi :


· Le Società od Enti organizzatori devono indicare obbligatoriamente sul regolamento della manifestazione da loro organizzata, oltre alla denominazione della Società anche il codice Fidal di affiliazione , nonché per le manifestazioni Regionali e Provinciali l’eventuale codice o data di approvazione assegnato dal Comitato Regionale o Provinciale Fidal di competenza.


 


⁴ art.7 – MANIFESTAZIONI REGIONALI E PROVINCIALI- Alle manifestazioni incluse nei calendari regionali e provinciali possono partecipare: a)tutti gli atleti italiani e stranieri tesserati per Società della regione; b) gli atleti italiani e stranieri delle categorie esordienti, ragazzi, cadetti, allievi, master e amatori anche se tesserati per Società di altre regioni; c) gli atleti italiani delle categorie junior, promesse, senior, tesserati per società di altre regioni, esclusi quelli compresi dal 1° al 10° posto delle graduatorie assolute nazionali dell’anno precedente. Eventuali deroghe sono autorizzate esclusivamente dalla Segreteria Federale, sentito il parere dell’Area Tecnica; d) gli atleti di interesse tecnico ammessi ai college federali o convocati in allenamenti collegiali che si effettuino in regione. e) gli atleti tesserati in ambito regionale per gli Enti di Promozione Sportiva, nel rispetto delle convenzioni stipulate con la FIDAL.

Autore: Francesco Diana

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>