TuttoCampania — 28 aprile 2011

Dissequestrato il Lago d’Averno per consentire lo svolgersi degli eventi culturali, artistici, enogastronomici e sportivi ‘Bussate alla Porta degli Inferi’ fino all’8 maggio, nel giorno stesso in cui, per una singolare coincidenza, giungeva la notizia che la Corte di Cassazione ha definitivamente stabilito che quello specchio d’acqua  è demaniale, come tutti i fiumi e i laghi d’Italia. Per di più si tratta di un luogo carico di storia e di miti antichissimi: nell’antichità si riteneva che fosse la porta dell’Ade, Omero vi fa andare Ulisse a incontrare l’ombra del padre, Virgilio fa fare la stessa esperienza a Enea che incontra il padre Anchise durante il suo viaggio da Troia alla terra destinata con Roma a dominare il mondo. Il lago si trova al confine fra le città di Pozzuoli e di Bacoli, ed è uno degli oltre cento crateri non più attivi dei Campi Flegrei.
Allo specchio d’acqua furono apposti i sigilli per l’indagine giudiziaria ancora in corso sulla compravendita: la famiglia che se ne ritiene proprietaria per una donazione avvenuta ai tempi del regno di Napoli  con i Borbone, e che da decenni promuove ricorsi per affermare il suo diritto,  l’ha venduto a una società sulla cui composizione la Procura della Repubblica ha deciso di indagare; il fascicolo fu aperto un anno fa, se ne occupa la Direzione Distrettuale Antimafia.


Saltano i sigilli. E proprio mentre iniziava la presentazione del programma di eventi culturali e sportivi, e si leggeva che la Corte di Cassazione ha definitivamente assegnato la proprietà dell’Averno allo Stato, due agenti della DIA hanno consegnato il decreto di dissequestro firmato dal sostituto Procuratore dr. Cesare Sirignano, capo della DDA, a Pasquale Colutta coordinatore delle manifestazioni che ne aveva fatto richiesta. La presenza dei sigilli aveva tra l’altro impedito ai molti volontari ecologisti e ai coltivatori e viticoltori dei fertilissimi poderi lungo le pendici di questo cono vulcanico, di fare le pulizie, perché sullo specchio d’acqua non si poteva né entrare né navigare; si era così intasato (purtroppo con ogni genere di rifiuti lanciati da vandali) anche il canale che lo mette in comunicazione  con il mare, e nello scorso inverno le forti piogge avevano anche provocato ripetute esondazioni che hanno minacciato gli imponenti ruderi del ‘Portus Iulius’, che fu voluto da Augusto imperatore. La grandiosa flotta romana aveva nell’Averno riparo e cantieri, che però durarono meno di un secolo, perché il canale di ingresso venne insabbiato dal bradisismo ascendente, il movimento tellurico lentissimo che da millenni caratterizza la zona di Pozzuoli.


All’opera 50.000 volontari. Si è aperto così nel migliore dei modi l’incontro per illustrare la grande e ormai tradizionale rassegna flegrea, che nasce dall’alleanza fra aziende, imprese commerciali e turistiche, enti pubblici, associazioni culturali e sportive; il coordinatore Colutta (titolare con la famiglia delle Terme ‘Stufe di Nerone’ che da anni si batte per la tutela del territorio e ha radunato un comitato con una trentina fra aziende, associazioni ed enti) ha espresso la soddisfazione di tutti per il fatto che ora anche l’Ente Turismo concorda con le iniziative di animazione che promuovere frequentazioni non superficiali del territorio flegreo, preannunciando che anche le operazioni di pulizia del Lago diventeranno evento educativo per i visitatori: se ne prevedono almeno 50mila, visto che l’anno scorso furono superate le 30mila presenze.


Il calendario. Fra le iniziative culturali di particolare spessore, dal 26 al 29 aprile e dal 2 al 6 maggio quattro incontri per immagini e racconti sul mito e la magia dei Campi Flegrei con Giovanni Macedonio, già direttore dell’Osservatorio Vesuviano, il professore Enzo Zanfardino, esperto di Dante, Luca Ciardiello ingegnere esperto di Acque,  Francesco Escalona architetto già presidente del Parco regionale, e la pittrice  Barbara Yulak Roos. Fra gli eventi spettacolari spettacolari, i parapendii a motore che dalla zona di Baia sorvoleranno come aquiloni a motore i laghi flegrei per atterrare sulla riva, nel Giardino dell’Orco (dove per Orco s’intende l’antico nome del regno dei morti), nel primo pomeriggio del 1°maggio. Lungo l’intero perimetro boscoso e i pendii pieni di vigne (con vitigni miracolosamente sopravvissuti fin dal tempo dell’antica Roma), si svolge inoltre un vero e proprio festival di Land Art ideato da Davide Carnevale (musicista e performer), con numerosi artisti italiani e stranieri che hanno disseminato il territorio con segni tratti dalla natura; la rassegna – che muta ogni giorno – è stata aperta da due giovani tedeschi che hanno fatto innalzare al cielo coloratissime mongolfiere alimentate da fiammelle.


Un evento anche sportivo. Nel settore sportivo c’è la settima edizione del ‘Giralagodaverno’, gara nazionale di corsa su strada organizzata dal giornalista Silvio Scotto Pagliara; vince chi in una sola ora avrà compiuto più giri intorno al Lago (la mattina del  1 maggio). La gara vedrà quest’anno la presenza della atleta azzurra Martina Rocco , che tenterà di migliorare  il limite precedente sulla distanza dell’ora , di una percorrenza metrica superiore ai  15km e 139 metri .Un’altra presenza  importante ,sarà  in gara  , il  generale della Guardia di Finanza Giuseppe Mango, e si arricchirà ancora della partecipazione di gruppi sportivi militari (per la Marina è intervenuto il Capo istruttore del Distaccamento sportivo Antonio Lamberti). Fra i partecipanti, professionisti o amatori, alla corsa intorno al lago, saranno selezionati anche i volontari per un’altra iniziativa di Pasquale Colutta, ossia la staffetta podistica da Pozzuoli a Roma (2 e 3 giugno) per commemorare i duemila anni dell’arrivo di San Paolo, che sbarcò a Pozzuoli da una nave proveniente dalla Palestina e si trattenne per una settimana prima di intraprendere il cammino verso Roma. I partecipanti porteranno alla cattedrale di San Paolo nella capitale una teca con la pergamena commemorativa compilata dal Vescovado puteolano.


Per  informazioni  :  cell.3478329345     Silvio

Autore: Comunicato Stampa

Share

About Author

Peluso

  • organizzazione giralagodaverno

    Sono già 250 gli iscritti , si chiuderanno a 300 !
    Tempo massimo per iscriversi , è x venerdi sera !

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>