Cronaca — 25 settembre 2011

La maratona di Berlino significava molto per Anna Incerti e la attenzione e la meticiolosità con cui l’appuntamento sia stato preparato rendono merito al fantastico risultato ottenuto oggi dalla siciliana.
Nella velocissima maratona di Berlino,la portacolori azzurra si classifica al sesto posto con il nuovo fantastico personale sulla distanza di 2h25’32”.
“E’ stata una giornata perfetta “ci dice Anna Incerti “tutto andava bene a cominciare dalla temperatura alla partenza,non potevo proprio chiedere nulla di meglio oggi.Avevo preparato al meglio questa maratona e sono stata ripagata in tutto.Veramente bene cosi!”.
Un risultato cronometrico che la colloca al terzo posto italiano di sempre e la pone come miglior maratoneta azzurra del presente.
“Con il mio allenatore Tommaso Ticali avevamo preparato questa gara nei minimi dettagli e avevamo preventivato una dinamica di gara come poi si è effettivamente sviluppata.La mia testa è gia concentrata sulle Olimpiadi del prossimo anno e la prestazione di oggi testimonia quanto sia stata efficace la stagione 2011 imperniata alla ricerca della velocizzazione della mia azione di corsa”.
Raggiante anche il prof.Tommaso Ticali,allenatore della Incerti,presente a Berlino:”Obiettivo raggiunto!Molto bene oggi.Anna ha corso sul ritmo prestabilito e ha fatto una gara ottima.Questa era una tappa fondamentale poer il cammino olimpico e sono pienamente soddisfatto delle scelte fatte.Il 2011 era impostato alla ricerca della velocità e,dopo la fredda maratona di Osaka,ci eravamo prefissati di riprovarci proprio a Berlino…cosi è stato e pienamente soddisfatti del traguardo raggiunto!”
Meritato riposo ora per Anna Incerti per recuperare al meglio le fatiche dello splendido anno dove ha ritoccato tutti i suoi personali e potersi dedicare al marito Stefano Scaini,prossimo anche lui alla sua seconda maratona.

Autore: Alberto Stretti

Share

About Author

Peluso

  • Marco Cascone

    Complimenti ad anna…ma, ora e ancor di più, mi chiedo e chiedo ai vertici federali il perchè Anna non abbia preso il via ai mondiali di atletica. I nostri colori vanno tutelati, anche contro gli interessi economici degli atleti. Non si può tornare dai mondiali con un misero bronzo, sapendo poi che potevamo puntare su un’atleta del genere. Tutto questo è irrazionale, e il coni dovrebbe intervenire…visto che la fidal non lo fa!!!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>