Cronaca — 26 luglio 2010

Domenica 25 Luglio è andata in scena la 12^ Prova del Gran Prix della Solidarietà, simboliche iniziative podistiche amatoriali, con l’intento di raccogliere quanti più fondi possibili, in favore del costruendo Centro Risvegli Ibleo, Assistenza ai malati in stato vegetativo.
E in quest’ultima domenica di luglio, in calendario vi era l’inedita ultra-podistica di 24 Km “Ragusa-Modica-Scicli”, attraverso le tre perle barocche del Sud-Est ibleo, Patrimoni mondiali dell’Unesco.
Levataccia mattutina, per evitare le insidie del caldo torrido, e partenza alle 7.00 del mattino dalla Piazza Pola di Ibla, per raggiungere dopo circa cento minuti di corsa, lo splendido “Chiano di San Bartolomeo”, con nel mezzo una capatina nel cuore pulsante del Corso Umberto di Modica, e poi la full-immersion dalla “fiumara” di Modica/Scicli.
Col tempo di 1h 34’29”, per primo al “Chiano di San Bartolomeo” si è presentato Pippo Passanisi, forte portacolori del Marathon Club di Avola, che ha preceduto di oltre un minuto, un tosto antagonista come Santo Monaco della Placeolum di Palazzolo Acreide. A seguire, Enzo Taranto della No al doping di Ibla ( 1h37’44”), il pozzallese Giovanni Scifo in forza al Castello di Modica (1h40’37”), quindi lo stakanovista acatese Lorenzo Sanzone (No al doping Ibla) 5° in 1h41’16”, e che per una manciata di secondi ha preceduto il “primo dei podisti di casa” Giovanni Scivoletto (Tre Colli Scicli) (1h41’38”).
Tra le donne, miglior tempo per un’ottima Fernanda Mirone della Barocco Running Ragusa (1h49’22”), su Anna Cavallo, modicana,ma in forza al team emiliano dell’Olimpia Vignola ( 2h 11’26”), 3^ l’inossidabile teutonica della Contea, Inge Hack, portacolori della Modipa, giunta a Scicli in 2h16’25”.
Una bella prova questa “Ragusa-Modica-Scicli”, che per la cosiddetta “Edizione ZERO” ha avuto un vagito molto “in sordina”, con un’iniziativa praticamente “non-competitiva”, finalizzata solamente alla Solidarietà ed alla Raccolta Fondi per la nobile causa del Centro Risvegli Ibleo.
Ma è fuor di dubbio, che per il futuro quest’inizativa ha enormi potenzialità di marketing turistico-territoriale, perchè presenta caratteristiche altimetriche, paesaggistiche,viabilistiche (ed anche culturali), molto interessanti, oltre ad essere una gara unica in Sicilia, che tocca più di 2 città contemporaneamente. (A tal proposito, non vi sono eguali nel panorama isolano ndr..).
Quindi di sicuro un buon viatico per gli anni a venire.
Per i podisti, unica nota stonata, il ritorno in pulmann a Ragusa, visto ch’è mancata la possibilità in extremis del Treno barocco, che inizierà la sua stagione 2010 dal prossimo 8 di Agosto.
Presenti alle premiazioni oltre a Rocco Bitetti e Carmelo Tumino per il Centro Risvegli Ibleo anche  Gianni Voi, patron del Memorial Beppe Greco, che non ha mancato di accennare alla disputa delle 2 gare internazionali di fine settembre a Scicli e Modica, laddove non è affatto escluso che vi sia spazio pure per iniziative in favore del Costruendo Centro di assistenza per i malati in stato vegetativo.
Prossima prova del Gran Prix della Solidarietà, il 12 Agosto 2010, con la disputa della 3^ edizione della Maratona “Alla Filippide” di 42,195 km. 
La prova sicuramente più importante di tutte quelle che fan parte di queste iniziative di beneficenza, soprattutto per l’importanza della data.
Infatti il 12 Agosto 2010 è la giornata esatta del 2500° anniversario della Battaglia di Maratona (combattuta il 12 Agosto del 490 A.C.), e per tale evento la tradizionale “Chiaramonte/Ragusa/Punta Secca” , cambierà sede d’arrivo, che per la sacralità dell’evento si sposterà nell’Agorà dell’Antica colonia greca di Kamarina.
Tanta attesa, per un evento “unico al mondo” (N.B.) La maratona con regole “Alla Filippide (ovvero all’antica senza ausilio di orpelli tecnologici come cronometri e affini) si corre solo in Sicilia ad Agosto, e per il 2500° anniversario del gesto di Filippide, non vi sono altre maratone simili in giro per il mondo.
(Atene festeggerà la ricorrenza il 1 Novembre in occasione dell’annuale maratona cittadina).
Non ha caso a 20 giorni dall’evento, si hanno richieste di partecipazioni anche dall’estero, per un evento che sembra essere una sorta di “rave party sportivo” da vivere intensamente.
Per Kamarina e il suo museo, sicuramente un bell’evento che sembra cascare proprio “a fagiolo”.
Maggiori info sul sito (www.hyblamarathon. it), di seguito seguiranno altri bolletini più dattagliati sull’evento del prossimo 12 Agosto 2010.


 

Autore: Organizzazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>