Atletica News slide — 27 dicembre 2016

romNella stagione agonistica 2016 due napoletani alla ribalta in campo internazionale.  Ai Campionati Europei di Tbilisi(Georgia) ostacoli d’Oro  per Alessandro Sibilio che  strappa allo sprint il Titolo Europeo Allievi, sul giro di pista con i 10 ostacoli(400hs)i. Una grande vittoria per il napoletano di Posillipo.Un grande successo per  questo ragazzo 17enne di Posillipo che nella stagione agonistica 2016 è molto  cresciuto e che ha portato all’Italia un Titolo Continentale di enorme spessore tecnico. Alessandro Sibilio sul traguardo di Tblisi ha eguagliato con 51″46 il primato italiano allievi di Matteo Beria (oro nel 2013 alla Gymnasiade di Brasilia), un progresso incredibile se si pensa che Alessandro aveva vinto il titolo italiano a Jesolo con 52″78 in quello che era stato il suo primo vero impegno sulla distanza. L’ostacolista del Centro Ester, allenato dal tecnico Giampaolo Ciappa, dal 2009 si è  dedicato soprattutto alla specialità degli ostacoli e nel 2014 ha  sfiorato il Titolo Italiano sui 300hs Cadetti di Borgo Valsugana. Poi, ai Campionati Italiani Studenteschi del 2016 è arrivato il suo  grande miglioramento  sugli ostacoli fino al momento magico della Medaglia d’oro agli Europei.  Sulla pista di Tbilisi il momento esaltante per la spedizione italiana e in particolare per l’atletica napoletana, qui rappresentata dai due azzurri allenati dal tecnico napoletano Giampaolo Ciappa, dopo l’Oro di Alessandro Sibilio segue immediatamente l’argento dell’altro napoletano di Mergellina , Andrea Romani che precede il bronzo del marchigiano Simone Barontini. Una finale del doppio giro di pista(800m) da conquistare con la Medaglia sia per Romani che l’altro Azzurro Barontini, ovvero i 2 Allievi azzurri in gara. La loro progressione negli ultimi 200 metri è stata irresistibile e si è conclusa solo negli ultimi metri: Oro per il britannico Georgea Mills  con 1’48″82, quindi le due maglie azzurre  con Andrea Romani Medaglia d’Argento  con 1’49″58 e Bronzo di Simone Barontini con 1’49″78, per entrambi il loro secondo miglior tempo in carriera. La giovane ascesa di Andrea Romani inizia nel 2015, grazie al personale stabilito a Gavardo con il crono di 1’50″16, era diventato il miglior 800entista italiano di sempre al limite dei 16 anni. Andrea non era certo uno sconosciuto, tra i Cadetti aveva vinto il Titolo Italiano  dei 1000m a Borgo Valsugana stabilendo la M.P.N. Cadetti sulla distanza indoor (2’32″46). Il mezzofondo è anche una tradizione di famiglia, considerato che il papà Mariano lo ha praticato in gioventù. Il tecnico Giampaolo Ciappa è soprattutto un punto di riferimento sia per Alessandro Sibilio che  per Andrea Romani. I due  atleti si allenano negli impianti  di Napoli, al Campo Virgiliano ed anche allo Stadio San Paolo, sono entrambi studenti del Liceo Scientifico. Sulla pista di Tbilisi i  due Allievi napoletani anche nella staffetta mista maschile di chiusura  hanno contribuito per i colori azzurri  alla conquista della Medaglia d’Oro composta da Lorenzo Paissan, Mario Marchei, Alessandro Sibilio e Andrea Romani: 1’52″78 del nuovo primato di categoria, meglio del quartetto che aveva schierato anche Andrew Howe alle Gymnasiadi di Caen nel 2002 (1’53″05). Il bel capitolo della stagione agonistica 2016 di Alessandro Sibilio ed Andrea Romani del Centro Ester, continuerà nella stagione agonistica 2017 nella categoria Juniores con l’emigrazione in terra milanese sul lido  della storica  società Atletica Riccardi di Milano.

. Il successo conseguito ai Campionati Europei Allievi, ti costringerà ad impegnarti di più negli allenamenti?- Alessandro SibilioIl mio successo agli Europei è stata una conferma che il mio impegno negli allenamenti era molto alto ed è anche stato un iniezione di fiducia che mi ha trasmesso per continuare a allenarmi costantemente,questa vittoria però ha influito anche sulla lunghezza e intensità degli allenamenti d’altronde non si arriva lontano se non ci si mette il cuore.”

La figura del tuo allenatore svolge un ruolo importante?

“La figura del mio allenatore non svolge un ruolo importante, ma fondamentale, poichè Gianpaolo ha sempre creduto in me da quando ero alto poco più di un metro e 20 ed è stato sempre al mio fianco nelle sconfitte, sapendo sempre come darmi un po di forza per ricominciare. Pian piano poi con l’impegno di entrambi è arrivato un anno di vittorie, dagli studenteschi, agli italiani fino arrivare ad un’impresa indimenticabile, e per questo lo reputo il migliore non solo per la sua bravura ma per la sua generosità. Anche se non è stato l’unico fondamentale in questo cammino poichè anche il mio gruppo, la mia famiglia e soprattutto la mia fidanzata mi sono stati vicini.”

Come vedi il tuo futuro nel nuovo team Atletica Riccardi Milano

“Da poco è stato annunciato il trasferimento all’Atletica Riccardi Milano,dopo un anno di problemi con pista e società, siamo giunti ad un accordo con il presidente Sergio Tammaro che ha deciso di accoglierci nella sua grande famiglia, gli obbiettivi sono molti per l’anno prossimo passando per i campionati Europei a Grosseto,ma con la Riccardi Milano il sogno è di vincere al mio primo anno in verde è il Titolo Italiano di società”

Il ruolo fondamentale del tecnico Gianpaolo Ciappa per Alessandro Sibilio

” Seguo Alessandro da circa sei anni, me lo indico’ mio figlio Paolo vedendolo al Campo Scuola di Virgiliano di Posillipo. Un ragazzino timido, un po insicuro, ma dotato di grande potenza esplosiva. Iniziammo pensando ai salti in estensione, ma poi ci siamo diretti sulla velocita’ e soprattutto sugli ostacoli avendo Ale una grande ,grandissima, intelligenza motoria e pertanto in grado di metabolizzare velocemente tutto cio’ che gli viene insegnato. Ho un grande dubbio su di lui, si, vedendolo crescere e maturare psicologicamente e fisicamente, credo che possa essere considerato anche un grande quattrocentista e il tempo di quest’anno lo dimostra senz’altro !! Il 17 Luglio 2016 rimane un giorno da incorniciare, il piccolo grande Ale dopo una bella batteria ed una imponente  semifinale si laurea Campione Europeo Under 18 a Tblisi(Georgia ) nei 400hs, una gara che definire incredibile è sminuire cio’  che ha fatto Ale su quel rettilineo finale dove avversari molto qualificati si sono dovuti materialmente inchinare alla sua forza e al suo strapotere.”
 

 

 

Come è cambiato il tuo impegno dopo il successo conseguito a Tblisi?

Andrea Romani- Avere un’occasione come quella che ho avuto quest’estate di dimostrare quanto valgo è stata sicuramente una fortuna e sarà sicuramente uno stimolo in futuro, ma l’impegno è massimo da quando ho iniziato ad allenarmi: non corro nè per occupare il mio tempo nè per tenermi in forma, ma per avere un giorno (spero non tanto lontano) grandi prestazioni.

Il tuo tecnico che ruolo svolge nei tuoi risultati?

La figura del tecnico viene spesso sminuita e messa in secondo piano, ma almeno nel mio caso al mio allenatore devo gran parte dei miei successi, perché non solo mi prepara fisicamente, ma anche mentalmente svolgendo una figura quasi paterna per me e aiutandomi a superare i miei limiti, che spesso e volentieri sono solo mentali. Ammetto che a volte litighiamo e a volte ci sono incomprensioni, ma senza Gianpaolo io non mi sarei mai sognato di indossare una maglia azzurra e a lui sono debitore di tutto questo.

Il tuo futuro nel tuo trasferimento all’Atletica Riccardi Milano

 Difficile fare previsioni sull’anno che verrà, mi è dispiaciuto moltissimo lasciare la regione che mi accompagna da una vita e nel quale sono cresciuto, ma purtroppo le condizioni in cui ci alleniamo ogni giorno e i costi che iniziano ad avere le nostre attività hanno reso impossibile rimanere in una squadra qui, o almeno non ci sono state offerte che ragionevoli per i nostri bisogni. La riccardi è una squadra che amo fin da quando ero piccolo e sognavo da tanto di indossare la loro maglia, il presidente Sergio Tammaro si è dimostrato una persona veramente affettuosa e disponibile e ci ha voluto piu di tutti nella sua squadra, perciò mi aspetto tanto da questo team. Spero di poter ricambiare la loro disponibilità con risultati e non con parole, ma per il momento è presto per parlare di prestazione e la stagione sarà lunga. 

 

                                                                           ENZO MICELI

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>