Alimentazione HOME PAGE — 13 marzo 2012

Autore: Dott. Francesco Aversano –

I vegetali appartenenti alla famiglia delle Crucifere (broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles…Tab.1) da sempre noti per le loro proprietà medicamentose costituiscono una categoria di alimenti di particolare interesse nella prevenzione dei tumori e non solo. Questo effetto protettivo è soprattutto dovuto alla presenza, nelle Crucifere, di una notevole quantità di sostanze fitochimiche (quali polifenoli ed isotiocianati) che esplicano un potere di prevenzione del rischio tumorale grazie al processo di ossido-riduzione dei

radicali liberi esplicato da tali sostanze, i cui principali derivati metabolici (gli isotiocianati) hanno dimostrato proprietà antitumorali in numerosi studi. Dall’analisi di questi studi emerge che, per consumi di almeno una porzione a settimana di Crucifere comparati con il non consumo o il consumo occasionale, il rischio diminuiva significativamente per i tumori della cavità orale, dell’esofago, del colon-retto, della mammella e del rene. I risultati di questo lavoro forniscono quindi ulteriori evidenze relative all’effetto protettivo derivante dal consumo di Crucifere nei confronti di numerose tipologie di tumore, e sottolineano l’importanza di promuoverne l’utilizzo soprattutto nelle popolazioni caratterizzate da bassi consumi di questi vegetali. Le Crucifere sembrano esplicare virtù terapeutiche a tutto campo, grazie alla loro composizione chimica; in ognuno dei componenti di questa popolosa famiglia (che comprende 390 generi e più di 3000 specie), sono presenti in quantità significativa zolfo, iodio, calcio, vitamina C ed, in minore percentuale, potassio, vitamina K, niacina, riboflavina.

 

Tab. 1 Le più conosciute Crucifere:

• il cavolfiore

• il broccolo romano

• la verza

• il cavolo cappuccio

• i broccoletti

• le cime di rapa

• i broccoletti siciliani

• i cavoletti di Bruxelles

• la rapa

• la rucola

• il ravanello

• la senape

 

Bibliografia: Nutrition Foundation Of Italy- Consumo di Crucifere e rischio di tumore- Bosetti C, Filomeno M, Riso P, Polesel J, Levi F, Talamini R, Montella M, Negri E, Franceschi S,La Vecchia C.Ann Oncol. 2012 Feb 10. [Epub ahead of print]

 

Dott. Francesco Aversano
Biologo Nutrizionista
Spec. In Biochimica Clinica
Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche
Accademia Internazionale Nutrizione Clinica

www.studioaversano.com

Cell. 3932778689

 

 

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    francesco grazie per i tuoi articoli ne facciamo tesoro per la nostra attivita’ sportiva.

  • Dott. Francesco Aversano

    Ringrazio con affetto al N.H Salvatore Albrizio

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>