Alimentazione slide — 11 marzo 2014
  1. Evita l’obesità

È noto ormai da tempo che l’eccesso di grasso corporeo possa determinare gravi conseguenze alla salute come:

  • diabete,
  • infarto,
  • ipertensione,
  • dislipidemie,
  • ictus,
  • arteriosclerosi,
  • tumori, ecc.Il sovrappeso o l’obesità è il risultato di un prolungato squilibrio nel bilancio energetico tra la quantità di calorie assunte e quelle consumate o dalla combinazione di entrambe.

     

  1. Fai sport con regolarità

La corsa (o altro sport), associata ad un corretto regime alimentare, è il miglior modo per prevenire o rimediare allo stato di sovrappeso che, a livelli elevati, costituisce un grave rischio per la salute dell’individuo

Elenchiamoli brevemente tutti i benefici salutistici della corsa

  • Dimagrimento
  • Aumento della massa magra a scapito di quella grassa
  • Maggiore efficienza cardiaca (arterie più elastiche e non ostrutite)
  • Riduzione del colesterolo “cattivo” (LDL) e aumento di quello “buono” (HDL)
  • Abbassamento dei valori di pressione basale e riduzione frequenza cardiaca
  • Aumento della funzionalità enzimatica per il consumo di grassi e zuccheri
  • Miglioramento della capacità respiratoria
  • Tono muscolare più sviluppato

Tutti questi miglioramenti fisici hanno un notevole influsso anche sull’aspetto psichico di chi corre tali da indurre dei cambiamenti nei nostri comportamenti come: un miglioramento del tono dell’umore, maggiore autostima, ecc.

 

  1. Mangia ogni giorno frutta e verdura

Almeno quattro porzioni, preferibilmente a crudo per non perdere il loro contenuto vitaminico

 

  1. Mangia integrale

I cereali integrali hanno un maggior valore nutritivo rispetto a quelli raffinati. La crusca e il germe contengono sostanze nutritive importanti che vanno perse con la raffinazione. Le farine raffinate sono divenute popolari esclusivamente per scopi commerciali, perché i prodotti da forno che le contengono hanno una consistenza più soffice e durano più a lungo.

  1. Non dimenticare di idratarti

Bevi otto bicchieri d’acqua nel corso della giornata di cui uno appena sveglio, abitudine benefica anche per depurare i reni dopo l’inattività notturna.

 

  1. Scegli soprattutto carni bianche

Pollo, tacchino e vitello sono più digeribili e più poveri di colesterolo della carne rossa ma contengono uguali principi nutritivi.

 

  1. Mangia pesce almeno due volte a settimana

Particolarmente importanti per la nostra alimentazione sono gli Omega 3, acidi grassi essenziali, che in natura sono contenuti soprattutto nel grasso del pesce dei mari freddi (salmone, sgombro, tonno, merluzzo, sardine) e nell’olio di pesce. Questi grassi sono definiti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli e quindi devono essere assunti attraverso l’alimentazione.Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che gli omega 3:

– Abbassano il colesterolo totale e aumentano il colesterolo “buono” HDL

–  Riducono i trigliceridi

–  Abbassano pressione arteriosa

–  Migliorano l’umore e le forme di depressione

–  Migliorano memoria, la concentrazione e l’apprendimento

–  Contrastano l’invecchiamento della pelle

–  Ostacolano la formazione di trombi

–  Diminuiscono il rischio d’infarto

–  Abbassano il rischio per alcuni tipi di cancro

–  Rinforzano il sistema immunitario

–  Migliorano i sintomi, dell’Alzheimer, del morbo di Crohn, del Lupus, della schizofrenia, dei disturbi bipolari.

 

  1. Mangia mediterraneo

Scegli carboidrati complessi come pane e pasta in quantità moderata e usa l’olio d’oliva extravergine come condimento senza esagerare. Stai lontano da dolci, bevande zuccherate o pseudo light.

 

  1. Modera il consumo di alcolici

Che sia vino o birra si consiglia massimo un bicchiere al giorno

Uno studio condotto all’università di Copenaghen ha dimostrato che il consumo moderato e regolare di vino, in particolare vino rosso, riduce il rischio di malattie cardio-circolatorie, protegge contro il cancro e rinforza le difese immunitarie. Il merito è dei polifenoli, che avrebbero un’azione antiossidante che contrasta il danno e la morte cellulare. Tra i più potenti antiossidanti presenti nel vino spicca proprio il resveratrolo una sostanza contenuta in grande quantità nelle uve nere.

Dott. Francesco Aversano
Biologo Nutrizionista
Spec. In Biochimica Clinica
Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche
Accademia Internazionale Nutrizione Clinica
www.studioaversano.com
Cell. 3932778689

Share

About Author

Peluso

  • sergio sarchese

    ciao

    sono sordomuto , ho 59 anni ….tanti anni fa dal 1979 fino 1986 ogni domenica correre 10 e 21 km sempre poi dal 1976 al 1990 in montagna anche sciare adesso fermo dal 1991 fino adesso……io voglio correre ma si posso ?… ma ho la malattia di reumatologia cioe’ artrite psoriasi….posso correre ?

    grazie

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>