Cronaca — 19 febbraio 2009

Crescere per migliorare l’Associazione sul territorio; la Campania è una regione simbolo nella vita del CSI e tutti guardano l’attività proposta attraverso le realtà sportive esistenti. Sono questi i concetti dell’intervento finale del presidente nazionale Massimo Achini, venuto a Napoli per dare ‘ascolto’ ai comitati della regione con tutto lo staff dei dirigenti nazionali.


La tappa campana di questo Tour delle Regioni che si avvia a conclusione, in viaggio per l’Italia, ha rappresentato un successo per i Comitati della nostra regione, riuniti nella prestigiosa Sala dei Baroni al Maschio Angioino. L’antico e famoso castello ha racchiuso il gotha dell’Associazione campana. Napoli è stata per tutto il CSI un appuntamento denso si significati.


Nella tarda mattinata Massimo Achini ed i componenti la presidenza nazionale, assieme al consulente ecclesiastico don Claudio Paganini,  sono stati ricevuti in forma privata dal sindaco della città, nella prestigiosa sala giunta di Palazzo San Giacomo. Con essi i vertici campani con il presidente regionale Pasquale Scarlino, i suoi collaboratori ed un gruppo di giovani volontari impegnati nel Centro Sportivo Italiano. In rappresentanza del comune anche l’assessore allo sport, Alfredo Ponticelli.


Il sindaco Rosa Russo Iervolino si è mostrata attenta alle finalità del CSI, interessandosi in particolare ad alcune proposte lanciate da Achini, tra cui un grosso appuntamento nazionale da organizzare proprio a Napoli in futuro. All’incontro c’era anche Antonio Papa, responsabile del comitato di via Capodimonte e Salvatore Maturo, coordinatore della tappa napoletana del Tour delle Regioni. Al termine del breve, ma intenso incontro, tra il Comune ed il CSI c’è stato uno scambio di doni.


I nove comitati della Campania si sono ritrovati nel pomeriggio al Maschio Angioino per i lavori previsti. Le relazioni presentate fanno parte integrante de ‘l’ascolto’ del territorio; ognuno ha esposto i programmi, le attese, i progetti in cantiere e le difficoltà dell’essere un’associazione di promozione sportiva in tante realtà della regione. E a quest’incontro c’era tutta la rappresentanza campana, nonostante il forte maltempo che ha colpito l’intera regione.


Ai lavori del CSI hanno portato il loro saluto l’assessore provinciale alle politiche giovanili, Maria Falbo; l’assessore allo sport del Comune di Napoli, Alfredo Ponticelli; il presidente del Coni provinciale, Amedeo Salerno; alcuni presidenti di federazioni sportive ed una decina di esponenti politici degli enti locali dove maggiore è l’impegno del CSI. Per essi la presidenza nazionale ha concesso i discoboli al merito, mentre i comitati hanno ricevuto materiale sportivo e divulgativo dell’Associazione. La Campania si è affidata al simbolo rappresentato da Pulcinella, per imprimere il ricordo di questa città ai vertici romani del CSI; agli ospiti è stata donata una pregiata statuina della famosa maschera napoletana, realizzata da maestri artigiani della terracotta.


 


Nello foto: l’intervento conclusivo del presidente nazionale del CSI, Massimo Achini

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>