Allenamento — 29 gennaio 2009

Ricordo che nel lontano 1977 sono dovuto andare a Roma per comprare un paio di scarpe da utilizzare per i Campionati Italiani di Maratona, campionati assoluti, si nel 1977 non esisteva la categoria Amatori; dopo i quaranta anni si doveva’ appendere le scarpe al chiodo’la FIDAL non ti dava più il permesso di gareggiare. Il campione italiano di lancio del disco di quel momento, pur di continuare a gareggiare, si tesserò per una squadra svizzera!


 Le scarpe che comprai a Roma erano delle scarpe leggere di colore rosso, rosso come sangue che mi usci da entrambi i piedi per portare a termine i 42km.e 195 mt. ; le scarpe non erano adeguata e mi surriscaldarono entrambi i piedi causandomi delle enormi vesciche che  si ruppero a sangue. Allora le scarpe non erano divise in categoria oggi per convenzione hanno diviso le scarpe in : superleggere (A1), intermedie (A2), massimo ammortizzamento (A3) e protettive/stabili (A4). Le scarpe A3 possono essere definite anche neutre in quanto le usano persone che hanno un appoggio neutro ossia sono dei supinatori. Semplicisticamente è considerato supinatore chi consuma ,in misura non eccessiva, esternamente la parte posteriore (tallone) della scarpa, tale appoggio può essere definito’ neutro’ ; i runners che hanno un tale appoggio usano, generalmente,scarpe neutre ( A3 ).


Per stabilire il proprio tipo di appoggio in modo più preciso io effettuo presso il mio negozio  ‘L’esame biomeccanico e  statico dell’appoggio del piede‘ quest’esame permette di dare


la scarpa  idonea per ogni tipo di appoggio.


I corridori italiani acquistano quasi sempre scarpe neutre! Agli italiani piacciono le .. neutre!!!!


Ma spesso si sbaglia!!!. L’Italia è l’unico paese dove la percentuale di scarpe neutre vendute è enorme rispetto alle A/4 (su 10 scarpe vendute 8 sono neutre). Ho effettuato centinaia di esami per stabilire il tipo di appoggio di tantissimi miei clienti e il risultato è che molti atleti  che usano scarpe A3 hanno un eccesso di pronazione durante l’appoggio del piede per cui  hanno bisogno di scarpe A4, scarpe che attenuano la pronazione. Le donne, più dell’uomo, spesso hanno un appoggio in eccesso di pronazione; il non utilizzo di scarpe adeguato ( A4) nel tempo può portare a problemi tendinei, tibiali e al ginocchio. Oggi in mercato offre una gamma assai vasta di scarpe antipronazione che vanno dalle più stabili alle guidance, scarpe di nuova generazione per podisti con leggera pronazione.


Correre con  una scarpa A4 non è una menomazione, anzi spesso è un  modo per infortunarsi di meno!!


Spesso molti runners pensano alle A/4 come scarpe rigide e poco ammortizzante!!! Sbagliano di grosso le  A/4 sono scarpe massimo ammortizzamento che incorporano nella propria intersuola speciali sistemi che attenuano l’eccesso di pronazione.


 I miei consigli sono volti a ridurre al minimo gli infortuni, so bene cosa vuol dire per un corridore stare fermo, per cui vi consiglio di accertare il vostro appoggio e di usare le scarpe più adeguate al vostro appoggio.


Saluti


 


  D.M. Sport


Mario De Maio  

Autore: Mario De Maio

Share

About Author

Peluso

  • carlo boccia Pozzuoli marathon

    Ciao Mario sempre preciso e competente,tutta la nostra squadra ed io,continueremo sempre ad avvalerci della tua competenza e diposnibilità.

  • visconti,atletica marano.

    Ciao Mario,una persona che usa normalmente una scarpa neutra(A3),perché corrisponde alle sue caratteristiche,decide di usare una scarpa A4,potrebbe avere dei vantaggi in termini di ammortizzazione?e quindi evitare qualche infortunio?e quali sarebbero le controindicazioni?
    dobbiamo ancora farci un lungo insieme…partecipi alla maratona di Napoli?
    spero che la sponsorizzi facendoti portavoce tra i tuoi tanti amici clienti…
    conto di passare da te in questi giorni ho bisogno di una scarpa… di quelle che fanno correre più forte.un caro saluto.

  • francisco, Asa Detur

    ciao Mario, una curiosità: che tempo avevi fatto a quella maratona del 77? com’era andata a parte il sangue? un saluto dalla Spagna! Le scarpe comprate da te stanno finendo la loro vita qui.

  • Rudi Picillo – Festina Lente

    Ciao Mario.
    Visto eh devo cambiare le mie Vomero puoi dirmi dove hai il negozio così da poter venire a farmi l’esame biomeccanico e statico dell’appoggio del piede e quindi acquistare la scarpa giusta? Grazie.

  • Mario De Maio

    Fransisco ho chiuso in 2h 28 min.

  • Mario De Maio

    Rudi, puoi trovare tutte le informazioni sul mio sito http://www.dmsport.it

  • Mario De Maio

    X Visconti
    ci vediamo al negozio, così sapro’ quale dei Visconti sei. Grazie Mario

  • Flavio, ASA Detur

    Mario, purtroppo le tue parole e i tuoi suggerimenti se li porterà il vento…Soprattutto nella nostra città, le A4 sono viste come una sorta di scarpa ortopedica…Io ho indossate per la prima parte della mia vita da corridore A3 e da circa un anno uso solo A4. Visto che sono un iperpronatore posso dire che i vantaggi ci sono stati sicuramente, e posso altresì affermare che le mie A4 non sono scarpe pesanti e poco flessibili.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>