Cronaca slide — 04 ottobre 2016

 corri-adranoAdrano (Ct). Sono Luigi Spinali (Atletica Sant’Anastasia) e Barbara Bennici (Fiamma Rossa Palermo) i vincitori della 4a edizione della Corri Adrano che si è disputata ieri nel centro etneo. E dire che la giornata, dal punto di vista meteorologico, non era iniziata nel migliore dei modi, con uno scroscio d’acqua che a meno di due ore dall’inizio della competizione aveva allagato le strade; poi il sole ha messo d’accordo tutti, atleti, organizzatori e pubblico. Spinali, già primo sulle strade di Adrano nel 2014, ha impresso sin dal primo dei quattro giri, il suo martellante e costante ritmo chiudendo in solitaria i 10km della gara con il tempo di 33’27. Alle sue spalle un ottimo Luca Stagno dell’Atletica San Pietro Clarenza (sua la vittoria lo scorso anno), che con il tempo di 33’52 ha preceduto di una manciata di secondi il giovane Filippo Russo dell’Atletica Mazzarino. Quarto Vito Massimo Catania (Atletica Amatori Regalbuto), quinto Angelo Scuderi (Cus Catania).

Sul velluto Barbara Bennici (Fiamma Rossa Paleremo) che dopo la vittoria al Memorial Salvo D’Acquisto di appena una settimana fa a Palermo, ha firmato l’ennesimo successo della stagione fermando il crono a 40’09 ma soprattutto infliggendo distacchi “siderali” alle avversarie. La piazza d’onore è stata conquistata con merito da Chiara Immesi (Sport Nuovi Eventi Sicilia). 41’50 il tempo per la neo campionessa italiana di mezza maratona (categoria SF), titolo conquistato a Parma appena qualche settimana fa. Terzo posto sul filo di lana per Lucia Signorello (Atletica Fortitudo Catania) che ha preceduto di un secondo Rosita Patti (Trinacria Palermo). Quinta piazza per la “sempreverde” Elena Terraciano (Archimede Siracusa). Percorso impegnativo e “nervoso” per via dei parecchi cambi di direzione (soprattutto durante l’attraversamento della villetta comunale) ma al tempo stesso spettacolare con i passaggi lungo via Garibaldi, a fianco della chiesa Madre e del Castello Normanno, quest’ultimo simbolo di Adrano. La manifestazione è stata chiusa dalla non competitiva che ha schierato “sul campo” un centinaio di appassionati, tutti rigorosamente in maglia verde. La gara, quest’anno valida come 13° prova de GP Sicilia, è stata ben organizzata l’organizzazione dall’ ASD Sport Etna Outrdoor del presidente Michele Maccarrone che ha potuto contare sull’appoggio, di atleti e familiari, per la logistica dell’evento, oltre che al supporto dell’amministrazione comunale. Prossimo appuntamento con il GP Sicilia, domenica 9 ottobre a Trapani con il Sale & Saline, il 16 chiusura del circuito a Barrafranca con il Trofeo podistico della Solidarietà.

 

L’Ufficio stampa

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>