Curiosita slide — 29 aprile 2016

achillesFinalmente è arrivato Achilles International, naturalmente di corsa! Unisciti ad Achilles, il programma che in tutto il mondo permette di correre e camminare insieme, guida e non vedente. Vieni a conoscerci all’open day di sabato 30 aprile, alle 17:30 al parco degli acquedotti Roma.

Per info achillesinternationalroma@gmail.com o 3931053915. Ti aspettiamo!

Urge aiuto di persone generose e disponibili disposte a dedicare tempo per allenarsi con atleti con problemi visivi. Tali atleti per partecipare a diverse attività agonistiche ed amatoriali, necessitano di allenarsi e, quindi, essere accompagnati in queste attività da “guide sportive” ossia persone, disponibili ad indicargli il percorso, a porgergli un braccio, a farli evitare buche ed ostacoli.

Di seguito la testimonianza di Loris Cappanna, un corridore non vedente nel gruppo facebook runners power: “Sono qua a portare la mia testimonianza di vita e sport. Non parlerò di risultati o distanze percorse, ma di una passione che ti spinge a dare una svolta alla tua vita e della forza di non mollare mai. Mi sono legato al running circa 2 anni fa e a dirla tutta non mi piaceva nemmeno. Arrivavo da 12 anni di inattività per motivi di salute e mi sentivo uno sconfitto totale, soprattutto nella vita, dove i miei rapporti con il mondo erano diventati unicamente negativi. Ho incominciato a correre seppure con tanta difficoltà e inevitabili errori del novizio. Con il tempo una semplice attività fisica è diventata una passione profonda, tanto da essere ora uno stile di vita. Ma la svolta reale è avvenuta nella mia vita, dove tante giornate grigie e inutili, sono diventate giornate di sole, sorriso e tanta voglia di vivere. Con il passare del tempo sono arrivate anche le prime gare sui 5km, poi 10km, mezze maratone, maratone e anche una ultra di 48km. Tutte terminate, alcune bene altre meno, ma tutte con la forza e consapevolezza di non mollare mai!!! La forza di non mollare MAI dovrebbe essere in chiunque perchè ti permette di spingerti oltre i tuoi limiti anche se il tuo fisico ti abbandona. La mia è una storia semplice e umile ma con tanto coraggio di non smettere mai di sorridere nonostante le avversità. Nel concludere questo mio racconto, voglio consigliare di non mollare mai, prima nella vita e poi nello sport. Io ci sono riuscito e l’ho fatto anche se sono un’atleta cieco totale. Buone corse a tutti e sempre con il sorriso.”

L’Atletica La Sbarra ha aderito al vivicittà all’interno dell’Istituto Penitenziario di Rebibbia che ha visto partecipare due atlete non vedenti. L’esperienza di corsa con atleti non vedenti permette agli atleti della squadra di scoprire cosa significa correre con una disabilità come la vista ed ognuno di noi si sperimenta come accompagnatore negli allenamenti ed in gara, mettendo da parte qualsiasi forma di competizione estrema e dedicandosi all’altro con generosità.

 

Matteo SIMONE

Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

http://www.mjmeditore.it/autori/matteo-simone

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>