TuttoCampania — 06 gennaio 2013

BefanaUna splendida giornata di sole, una mattinata dedicata alla nostra passione, una gara di quelle molte attese, una tradizione giunta alla 24ima edizione. In poche parole: il Trofeo della Befana ad Acerra. Antonio Zito (con al suo fianco il Team Atletica 88 Acerra e le tante forze in campo a collaborare) ha onorato alla grande la memoria di papà Giovanni, ha realizzato una gran bella gara e, quale giusto riconoscimento, registrato il record assoluto di atleti arrivati al traguardo, alla gara Acerrana del 6 Gennaio.

Gara

Samir Jouaher sta preparando la maratona, una di quelle primaverili, e i km sostenuti in vista della 42 km lo stanno aiutando un bel po’ nel sostenere con facilità ritmi attorno ai 3’04”/3’05” a km: praticamente il ritmo sostenuto in gara ad Acerra, ritmo che gli ha permesso di fare selezione e di andare via, nella seconda parte di gara. Bella la vittoria dell’atleta del Team Il Laghetto. Bella è convincente: un bel test, in attesa di prove chilo metricamente più corpose, nell’avvicinarsi della 42 km del prossimo Aprile. Ha provato Iannone a stargli dietro. Ha cercato  Gilio di non farlo andare via e di tenerlo a bada, riuscendoci fino al 7° km. Poi la fatica si è fatta sentire e il portacolori del Cus Camerino si è dovuto accontentare della terza posizione, visto che negli ultimi 3 km di gara Abderrafii Roqti è stato capace di sopravanzarlo e chiudere ottimo 2° in 36’34” (a 10” dalla vittoria). Per Roqti la prima prova in forza al suo nuovo Team: Finanza Sport Campania.

La gara femminile ha visto la serena vittoria di Annamaria Vanacore. Atteso lo scontro con Kadija Laaroussi, ma la nuova tesserata per la NapoliNord Marathon si è fermata al 2° km, per fastidi alla schiena. Questo nulla toglie alla bella vittoria dell’atleta del team di Scafati, capace di scendere in media sotto i 3’50” a km, sui 12 km del tracciato. Alle spalle dell’ottima Annamaria, l’arrivo di Consuelo Ferragina. La Triatleta Napoletana sta tornando su di condizione, in vista anche della stagione primaverile della sua specialità. Brava Consuelo, capace di un 49’25” niente male. Una prestigiosa 3° posizione per Rosa Ippolito. Atleta e Presidentessa del Team di Crispano, Rosa è riuscita a salire sul gradino del podio alla sinistra della vincitrice: poco più di 4’15” a km per lei.

Cerimonia di premiazione baciata dal sole, così come del resto tutta la mattina, con a seguire l’arrivederci alla prossima edizione. Prossima edizione che sarà la 25ima: si festeggerà così un traguardo prestigioso, le nozze d’argento del Trofeo della Befana: Nozze d’argento per una gara che è una bella festa di inizio anno, una festa alla quale siete sin d’ora invitati.

Marco Cascone

p.s. le premiazioni di società (le prime 6) e di categoria (primi 3 master maschili dalla over 55 e master femminili dalla over 50) si effettueranno sabato 12 gennaio, dalle ore 9 alle ore 12, presso la sede dell’Atletica 88 Acerra: via Marsala 17.

Share

About Author

Cascone

  • marco russo

    La gara di Acerra resta un must. Non so (in effetti lo so ma non lo dico) da quanti anni la corro e l’ho vista crescere e trasformarsi. E’ sempre stato l’appuntamento di inizio anno per eccellenza. Ed aveva quella gran bella partenza sul vialone larghissimo che avrebbe poi col passare degli anni, contenuto oltre 1000 partecipanti. Lo scorso anno ci fu la novità delle gabbie che andò abbastanza bene ma la sede stradale si rivelò da subito troppo angusta con la partenza da piazzale dei martiri e troppo pericolosa la curva a gomito dopo neanche 200 metri. Quest’anno il tentativo delle gabbie è fallito anzitempore e si è riproposto un fenomeno tipico delle partenze in Campania: il “camminamento”. Dicasi “camminamento” un’orda di atleti (o presunti tali) (calcolabile solitamente dalle 500 unità in poi….) che, nella foga di affermarsi (chissà dove o chissà per cosa) inizia inesorabilmente ad avanzare a piccoli passettini travolgendo tutto e tutti, linea di partenza in primis. Ed ecco che ci si trova a partire irrimediabilmente lontani dalla partenza, col 1°km sfalsato, e con coloro che hanno voluto essere corretti e non arrivare agli ultimi secondi x mettersi davanti a chiudere a “tappo”, costretti a partire intruppati ed irrimediabilmente stipati e lontani dalla testa. Alla prima curva sarò transitato in 100esima posizione…ed ho superato la prima donna dopo 1 km. In attesa di migliorie, da parte di chi gareggia e di chi organizza (in tutta la Campania intendo….) attendiamo le future nozze d’argento acerrane.

    • colantuono raffaele

      condivido perfettamente l’opinione di marco,è ora di mettere un rimedio a questa ennesima partenza(certamente non causa dell’organizzazione),non è possibile che o per una foto o altro gente che corre fra i 4,30/5o6 al km stia nelle prime posizioni,donne che appena vanno sotto i 5 al km lo stesso si trovano nelle posizioni di testa,atleti che partono in testa che poi dopo20/30 rallentono di botto per vedere se il cronometro è partito senza curarsi degli atleti che sovraggiungono,creando pericolo ,penso che ormai da tante classifiche sarebbe facile dare i primi 200 pettorali ad atleti che in queste classifiche risultano in graduatorie,sarebbe più giusto e meno pericoloso,infine lasciatemi dire ancora una volta eliminiamo il pacco gara.

  • Gennaro Onza

    Vorrei ringraziare il podista che ieri mi ha fatto fare solo cinquecento m.di corsa,sgambettandomi da dietro inavvertitamente (spero), facendomi fare un bel volo che per fortuna mi ha provocato solo escoriazioni e contusioni varie, che spero di assorbire in qualche giorno di riposo.Solo,avrebbe potuto almeno fermarsi a controllare semi ero fatto male!! In fondo, nel gruppo, dalle mie parti, di solito si viaggia intorno ai 5′ al km, quindi se perdi qualche secondo non perdi la gara della vita….
    Comunque anche questi organizzatori che fanno correre 1300 atleti per quelle strade, mi sembra che dovrebbero porsi qualche limite!
    Quelli che voglio ringraziare sul serio e di cuore, sono i compagni del Laghetto che si sono fermati a soccorrermi con apprensione e sollecitudine e quelli che hanno chiamato per informarsi sulle mie condizioni.
    Voglio rassicurare tutti. Un abbraccio.

  • Antonio

    …ovviamente non posso che associarmi alle giustissime osservazioni fatte dai colleghi podisti, nell’elencare le purtroppo inefficienze che si protraggono nel corso degli anni, che di norma si cerca sempre di migliorare, e che non vengono considerate come tali.
    Esorto, invece, gli organizzatori ad essere più attenti al malcontento generale dei podisti affinché le prossime edizioni risultino ancora migliori (vedi PARTENZA).
    P. S. Io sono Comunque compiaciuto dal percorso.

  • GIOVANNI ARRICHIELLO ( New Atletica Afragola)

    Un grazie di cuore per questa splendida gara, un grazie a MARCO CASCONE e tutti gli amici di PODOSTIDOC che sono sempre piu’ numerosi, un grazie alla mia squadra x essere stati numerosi alla prima dell’anno ed un grazie a tutti coloro cha fanno sport nel modo piu semplice possibile…….GRAZIE BUON 2013 DI SANA CORSA.

  • silvio scotto pagliara

    Il pacco GARA ………….ormai nelle gare è un vero …………..PACCO !!!!!!!!!!!!( Sic !!!)
    a tutti Voi , un vero e sincero augurio di buone domeniche di corsa …anche di sabato !!!!

  • Pasquale Giorio

    Io avrei rinunciato al pacco gara in favore di una bottiglietta d’acqua a metá gara che a me e ad altri che correvano nelle retrovie non è stata data perchè erano finite le scorte. Fortunatamente era una maratonina.

  • silvio scotto pagliarara

    preciso una cosa , che sul pacco gara della gara di Acerra , non posso dire nulla ,per il semplice fatto che non l’ho visto , ma si altri che mi sono stati rifilati , posso dirlo ..che sono deri veri PACCHI …..DOVE SI FANNO ALLA FERROVIA DI NAPOLI !!!!
    Per la precisione e per il rispetto che ho ….verso il mio amico Giovanni ……..!

  • e vero anche io mi associo agli amici podisti questa e una grande gara cioè trofeo della befana ad acerra
    ma faccio un appello agli organizzatori per i prossimi anni che si devono curare alcuni aspetti per renderla perfetta allora la prima cosa non dovrebbero stare gente che fa 41 minuti a salire non devono stare davanti chi corre sotto al 4 min a scendere giù ma il mio consiglio e mettere delle transenne e solo i primi 130 davanti poi dopo i 130 separarci con delle transenne o cose simile ovviamente i primi 130 di questa edizione. poi la seconda cosa e dovete fare sti benedetti 12 km precisiiiiiiiii ok solo cosi sarebbe una manifestazione perfetta e io melo auguro per gli anni successivi.saluti

  • oppure al posto di 12 km fate 10 km precisissimi

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>